La torre di Tanabrus

Did you miss me?

The lost gate

Autore: Orson Scott Card
Formato: Kindle
Lingua: Inglese
Prezzo: € 4,48
Pagine versione cartacea: 379
Data di pubblicazione: 4 gennaio 2011
Saga: Mither Mages #2
Stonefather (2008)
The lost gate (2011)
The gate thief (2013)

Continua a leggere

16 settembre 2013 Posted by | Card Orson Scott | , , | Lascia un commento

Incipit – The lost gate

Questo libro è uscito nel 2011, e da allora l’avevo in coda d’acquisto prima e di lettura poi.
L’autore, Orson Scott Card, lo conosco per lo splendido Il gioco di Ender e questa volta pare essersi cimentato con qualcosa che rientra nella scia dei figliocci di Harry Potter.

Abbiamo la sua visione della mitologia: gli antichi dèi in realtà erano maghi provenienti da un altro mondo -l’Asgard del mito- tramite Portali, che usavano i loro poteri per farsi adorare dalle popolazioni native. Odino, alla fine, si rivela essere una carica nella Famiglia North (altre famiglie si riveleranno essere per esempio la Persiana o la Greca).
Poi, verso il 700, è successo qualcosa. Loki ha tradito la sua Famiglia e tutte le Famiglie, è tornato nel mondo natio e ha chiuso tutti i portali. I poteri delle Famiglie derivavano enormemente dal passaggio attraverso i portali, quindi l’essere esiliati aveva implicato anche una drastica riduzione di potere per tutti, con conseguente odio per i North, la famiglia di Loki, e per chiunque possa aprire i portali, nel timore che una Famiglia li usi per prevalere sulle altre.

All’inizio del libro conosciamo Danny North. Come da tradizione è un ragazzino, ha a che fare col soprannaturale (qui abbiamo sia la magia che la mitologia), non ha amici, ha un background interessante (i suoi genitori sono i maghi più potenti della Famiglia e alla sua nascita era adorato e riverito come un potenziale fenomeno della magia). Fin qui tutto molto Harry Potteriano.
In più è stato aggiunto l’elemento del potere anomalo (si scoprirà ovviamente essere un Gatemage), che però prima ancora di essere riconosciuto come tale lo isolerà perché non sembrerà in grado di fare alcuna delle altre magie. Un bambino normale in mezzo agli dèi, fonte di vergogna e di scherno da parte di tutti. Anche di odio, in alcuni casi.

Un background molto stereotipico, salvato comunque dall’idea di fondo che trovo interessante.
Sperando che la parte interessante prevalga sullo stereotipo.

Continua a leggere

4 settembre 2013 Posted by | Card Orson Scott, Incipit | , , | 2 commenti

Internet è dannoso.

Sopratutto se arrivi a casa con un mare di pensieri per la testa, e la ciliegina sulla torta è il pensiero che volevi cominciare un gruppo di lettura su Grave mercy solo per scoprire che la versione digitale del libro viene 10€.

E il tuo limite morale per un e-book è di cinque euro.

E allora che fai, superata la soglia di sopportazione?
Scorri la wishlist su Goodreads, la compari con l’elenco dei libri su Amazon, e quelli a prezzi accettabili li prendi seduta stante, senza stare troppo a riflettere su bazzecole come i tre libri che ti ha prestato Tintaglia, gli altri sei che riposano in libreria, o la dozzina di libri che già giacevano silenti nel Kindle.

Ecco il risultato di questi venti minuti di libertà… Continua a leggere

9 ottobre 2012 Posted by | Astruc R. J., Brett Peter V., Bunn C. H., Card Orson Scott, Durham David Anthony, Green Simon R., Greenwood Bryn, Hobb Robin, Hulick Douglas, Merrick, Mieville China, Moak Erika, Pitts J. A., Richardson Kat, Sanderson Brandon, Sniegoski Thomas E., Stutzman | , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 5 commenti