La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Sangue giusto

 

Ogni tanto capita che, quasi per caso, ti capiti in mano un libro di cui non sospettavi neanche l’esistenza, scritto da un autore fino a quel momento a te sconosciuto. E che quel libro ti catturi e ti piaccia tantissimo.
Ecco, è esattamente quello che mi è successo con questo libro.
Qualche settimana fa su Facebook si parlava di Netflix che ha messo in catalogo Fantaghirò, e da lì mi viene detto che una degli autori di questa serie (che per me resta sempre qualcosa di splendido e coraggioso, e che sa di Natale come poche altre cose nella vita), Francesca Melandri, era anche una scrittrice molto brava.
Visto che a dirmelo era una persona con la quale condivido molti gusti e che a oggi non mi ha mai consigliato un libro che poi non mi sia piaciuto (così a naso ricordo che mi aveva consigliato Il signore degli orfaniLa casa del tempo sospesoStroud….) gli ho chiesto quale suo libro mi consigliasse, e la risposta è stata immediata: il suo ultimo libro, Sangue giusto.
Che ho preso in libreria pochi giorni dopo, cominciandolo la sera della Vigilia e finendolo la mattina di Santo Stefano, con in mezzo una lunga pausa rigorosamente gastronomica.
E si, l’ho adorato. Continua a leggere

Annunci

26 dicembre 2017 Posted by | Melandri Francesca | , , , , , , , , , , , | 1 commento

To kill a mokingbird

 

Formato: Paperback
Lingua: Inglese
Pagine versione cartacea: 320
Data di pubblicazione: 1960

Continua a leggere

17 agosto 2015 Posted by | Lee Harper | , , , , | 1 commento

Kayla 6982

Il pianeta Loka è stato colonizzato da un’élite di terrestri facoltosi e spregiudicati, gli unici superstiti di una Terra ormai inabitabile. Fra loro ci sono scienziati senza scrupoli che hanno creato una sub-razza di schiavi da sfruttare biecamente. Sono androidi senzienti costituiti da genoma umano e circuiti elettrici, e occupano il posto più infimo della società nel sistema di caste gerarchiche di Loka. Ma queste creature hanno un cuore, un’etica e una volontà. Sono quasi umani e, forse, troppo umani. Questa è la storia di una di loro, la quindicenne Kayla 6982 che, con l’aiuto dell’amica Mishalla, si lancia in una pericolosa avventura per scoprire le terribili verità che si nascondono dietro al mostruoso piano degli umani. Una trama sorprendente in cui si intrecciano umiliazioni, razzismo, coraggio e lealtà, ma in cui trova posto anche l’amore. Sul polveroso pianeta Loka, illuminato da due pallidi soli, sboccia la storia proibita fra un umano di alto rango, nipote di un vecchio scienziato illuminato, e la giovane Kayla.

Ho letto questo libro a febbraio, prestatomi da Tintaglia dato che avevo espresso curiosità in merito a questa storia, attratto dalla trama e da recensioni parecchio positive.
L’esito però non è stato all’altezza delle aspettative (pure non enormi), e a una buona scrittura e a una buona idea di fondo non si è accompagnata una buona esecuzione.

Continua a leggere

3 Mag 2013 Posted by | Sandler Karen, Uncategorized | , , , , , | Lascia un commento