La torre di Tanabrus

Did you miss me?

La casa di carta

 

Questa serie spagnola dello scorso anno è francamente sorprendente.
Malgrado il trattamento riservatole da Netflix, che ho scoperto essere stato quantomeno opinabile: in originale la prima parte (quella che Netflix definisce prima stagione) era composta di nove episodi di durata compresa tra i sessanta e i settanta minuti. Da noi sono diventati tredici, tra i quaranta e i cinquantacinque minuti, all’incirca.
Mi sfugge il senso di questa operazione, che avrà in alcuni punti incasinato dei finali di episodio studiati per creare suspance, immagino.
Ciò detto, comunque, grazie a Netflix per averci portato questa serie. Ed è bello vedere una bella serie senza sentire le solite voci inglesi, ma sentendo una parlata in una lingua differente. Lo spagnolo, in questo caso. Davvero piacevole questo distacco dalla routine, non me lo aspettavo. Continua a leggere

Annunci

23 gennaio 2018 Posted by | La casa di carta | , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento