La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Alice in wonderland

Solitamente non parlo di film, anche perchè ne vedo pochi.
Ieri sono andato a vedermi Alice in Wonderland di Tim Burton, e non nascondo di esserci andato nutrendo grandi speranze. Mi aspettavo molto da questo film, sopratutto dopo essermi letto il primo libro di Beddor o dopo essermi visto la miniserie in due puntate di SyFy, Alice. Per non parlare dell’attesa per il nuovo libro di Dimitri.

Tante variazioni sul tema Alice e il paese delle Meraviglie, quindi.

Tutte intente a mescolare Alice e Attraverso lo specchio, riportando un’Alice cresciuta a Wonderland.
Per Beddor poi il Paese delle Meraviglie viveva di immaginazione, e Alice proveniva proprio da lì, una principessa di cuori in fuga; per SyFy Wonderland era quasi cyberpunk, e la Regina faceva rapire gli umani per distillarne le emozioni e venderle come droga agli abitanti del posto.
Per Dimitri non ho idea di cosa accadrà, comunque mi aspetto tantissimo da questo libro.

Mi asppettavo tantissimo anche per questo film, come detto.
Anche perchè il Cappellaio affidato a Depp mi faceva pensare a un Cappellaio totamlente matto ma anche abile guerriero, non so perchè. Un misto tra il Cappellaio della Disney e l’Hatter di Beddor.
Mi duole dire che per quanto mi riguarda ho preferito molto il Cappellaio della miniserie di SyFy. Aveva più carattere. Questo invece ha giusto la deliranza, e poco altro.

Alla fin fine, questo film è il ritorno di Alice dopo svariati anni a Wonderland. Anni in cui ha ricordato l’accaduto sotto forma di sogno, sempre lo stesso fin da quando era bambina.
Arriva, i buoni cercano di capire se sia lei la vecchia Alice, quella predestinata a sconfiggere il Ciciarampa armata della spada Bigralance, lei viene inseguita dalle carte della regina di cuori guidate dal suo prode Fante, lei va al salvataggio del Cappellaio e alla fine decide di adempiere alla profezia combattendo per la regina bianca.

Il problema per quel che mi riguarda è che è mancata profondità. Sarà che ero prevenuto per via di Beddor e della miniserie, ma il tutto mi è sembrato scontato e quasi piatto.
Voglio dire, il Cappellaio della miniserie era una persona combattuta, questo invece non è riuscito a coinvolgermi quando rievoca gli eventi disastrosi del passato.

Senza contare che la regina bianca faceva ridere, come movenze. Che sarà stato voluto, certo, ma non mi è piaciuto affatto.
Mi è piaciuto lo Stregatto, questo si. E Alice, l’attrice per me era adatta. Ma per il resto poco altro.
Non so se Burton si sia trattenuto per via del produttore, o se fosse proprio quello che voleva. Non so se in realtà il film sia meglio di come mi è sembrato ma avendo ancora in mente The Looking Glass War e negli occhi la mini SyFy mi aspettavo qualcosa di diverso, o di migliore (sopratutto nel duello tra Cappellai), o che altro.

So però che mi è rimasta una buona dose di delusione, da questo film.
Peccato, perchè era da parecchio che lo aspettavo.

6 marzo 2010 Posted by | Alice in wonderland, Film | , , , , | 12 commenti