La torre di Tanabrus

Did you miss me?

The bear and the nightingale

25489134

Questo libro, uscito un paio di mesi fa, è il classico libro che ti assorbe completamente, che ti fa vivere nelle sue pagine, e che ti lascia triste alla fine perché le pagine sono ormai finite. Continua a leggere

5 marzo 2017 Posted by | Uncategorized | Lascia un commento

Sharpe

266944

Da un annetto ho cominciato a leggere la serie di libri dedicata a Dick Sharpe, scritta da Bernard Cornwell.

In passato avevo conosciuto questo autore per la serie Il romanzo di Excalibur uscito negli anni novanta, poi un paio di anni fa mi ero imbattuto nel suo Waterloo, il racconto di quella battaglia e dei personaggi che la interpretarono, da una parte e dall’altra.

Questo libro mi era piaciuto, e visto il mio gradimento mi era stato consigliato di leggere qualche altro libro storico di Cornwell. Continua a leggere

27 febbraio 2017 Posted by | Cornwell Bernard | , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Dune

9793494

 

Qualche giorno fa ho iniziato una rilettura che stavo covando da mesi: la rilettura del capolavoro di Herbert, ovvero la saga di Dune.

Continua a leggere

17 febbraio 2017 Posted by | Herbert Frank | , , , , , , , | 1 commento

Il Cartello

28046675

 

 

Avevo letto Il potere del cane diversi anni fa, così prima di leggere questo sequel mi sono concesso una doverosa rilettura del primo libro.
E confesso una cosa: leggere questi due libri così, di seguito, uno dopo l’altro, è una di quelle cose in grado di estraniarti dalla realtà che ti circonda, di modificarti un poco lo stato d’animo, di incupirti e di farti pensare.
Adoro i libri in grado di farlo! Continua a leggere

14 febbraio 2017 Posted by | Winslow Don | , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Your name

your-name
In questi giorni abbiamo avuto al cinema l’anime che ha sfondato record in tutto il mondo, Your name di Shinkai.
Ovviamente ci siamo dovuti accontentare di tre giorni complessivi, che dalle mie parti si traducono in “solo il martedì”, non so se altrove siano più fortunati e possano godere di più giorni tra cui scegliere. Continua a leggere

25 gennaio 2017 Posted by | Your name | , , , , | 2 commenti

To sue the world

Continua a leggere

22 gennaio 2017 Posted by | Scalzi John | , , , , , , , | Lascia un commento

Disobbedire a un ordine sbagliato

77709
Grazie a Netflix mi sto gustando la prima nuova stagione di Star Blazers 2199.
E l’altro giorno mi è rimasto nel cuore questo dialogo tra il capitano Okita e l’ufficiale tattico Kodai riguardo ai soldati, agli ordini sbagliati e ai problemi di coscienza, un dialogo che mi ha fatto pensare a Snowden e Manning, oltre che al nazismo, ai discorsi facili sugli “io avrei fatto” e agli eroi silenziosi.

Continua a leggere

20 gennaio 2017 Posted by | Citazioni, Star Blazers 2199 | , , , , | Lascia un commento

Vietato leggere all’inferno

 

32313163
Questo libro di Roberto Gerilli (autore dell’assurdamente piacevole Questo non è un romanzo fantasy, presentato all’ultima Lucca Comics & Games), edito da Speechless e distribuito gratuitamente (quindi leggetelo, mi raccomando!) parte da un assunto che inizialmente sembra quasi ridicolo e paradossale: dopo decenni di lotte, a fine anni ’90 la letteratura è stata equiparata in tutto il mondo alle sostanze stupefacenti, venendo così resa di fatto illegale.

Ma è davvero così assurdo questo assunto? Continua a leggere

18 gennaio 2017 Posted by | Gerilli Roberto | , , , , , , | Lascia un commento

Did you miss me?

libro-con-prato

 

Ottobre 2015.
Il mio ultimo vero post su questo blog risale a più di quindici mesi fa, e comunque ormai da tempo quei post erano dei meri copia\incolla da Goodreads.
Tralasciando la segnalazione dell’uscita dell’ultimo libro di Gerilli, ovviamente, che più che un post era un mero condividere una segnalazione altrui.

Quindici mesi, dicevo.
E già da tempo nutrivo e davo voce a numerosi dubbi riguardo il blog, la sua natura nel web moderno, il suo senso e il senso di un lit-blog come il mio.

Perché tenere questo blog, se ormai quello che ci scrivevo era la copia delle recensioni scritte su Goodreads e su Amazon (che ovviamente sono quelle di Goodreads, sia chiaro)?
Ormai  neanche più scrivevo di anime, film o serie tv, visto che le commentavo (quando era il caso) direttamente sui social network

E così, in silenzio, sotto traccia, il blog era passato in animazione sospesa per l’ennesima volta.

Ma ora, dopo diverse riflessioni, mi è venuta voglia di dargli un’altra possibilità.
Che durerà finché ne avrò voglia, finché mi ci divertirò.

Niente più rubriche come ai tempi che furono, visto che con la loro cadenza costante mi avevano dato l’impressione di obbligo alienandomi dalla piattaforma e spingendomi al primo abbandono.
Ma anche niente più recensioni copincollate dai social network, che sennò il senso non esisterebbe.

Non voglio più provare a dare un’impronta particolarmente critica al blog con prezzi, editori, stili… il blog dovrebbe essere una sorta di diario virtuale, no?
Che poi questo riguardi i libri, e più in generale intrattenimento e fantasia, sta solo  a restringere il campo d’interesse del diario in questione.

E allora voglio provare a scrivere, qui, quello che mi ha fatto provare la lettura di un libro, o la visione di un film, di un anime, di una serie.
Spunti che mi hanno fornito un episodio, una scena, un paragrafo.
Ma anche riflessioni partite da fonti esterne, come i social media, l’attualità o quella brutta cosa chiamata in gergo real life.

Insomma, io ci riprovo.
Ci stavo pensando da un po’, ma poi l’ultimo libro di Gerilli mi ha dato la spinta quando ero giù dal burrone (e le serie di Netflix ci hanno buttato il carico).

Non so tra quanto arriveranno i primi post, ma arriveranno.

E quindi, per citare l’ottimo Sherlock di cui ho appena visto l’ultimo episodio, non posso che chiedere ai miei venticinque manzoniani lettori (che però giustamente col cavolo che staranno tenendo d’occhio il blog dopo tutto questo tempo): Did you miss me?

…stay tuned

17 gennaio 2017 Posted by | Altro | 6 commenti

Vietato leggere all’inferno

Hello!
Riemergo brevemente dal limbo bloggaro per pubblicare una rassegna stampa di Speechless relativa a un nuovo libro, Vietato leggere all’inferno.
Un libro gratuito, di un autore che fino a poco tempo fa non conoscevo, ma di cui ho letto dopo questi Comics Questo non è un romanzo fantasy apprezzandolo davvero molto, al punto da farmi mettere in wishlist questo titolo un paio di settimane fa, ben prima quindi di ricevere questa rassegna.

Quindi, leggete e come il sottoscritto esaltatevi già dalla quarta di copertina.
Io sono pronto a immergermi nel libro e a ribellarmi!

15139509_10211007771177400_1856616897_n

Buongiorno,

da lunedì 10 ottobre Speechless Books torna sugli scaffali virtuali con un nuovo titoloVietato leggere all’inferno, di Roberto Gerilli. Un romanzo sulla lettura e i libri, su chi li legge e chi li pubblica, scaricabile gratuitamente dai principali store in formato PDF, ePub e mobi.

Amleto Orciani vive in un’Italia molto simile alla nostra, dove però la letteratura è illegale. I lettori sono tossicodipendenti, si fanno di Guerra e pace e la Guardia di Finanza punisce il traffico di e-book e tascabili con la galera o la riabilitazione forzata.

Amleto è uno di loro, un ostinato sniffa-inchiostro che ha iniziato da piccolo e non ha più smesso. Quando Eleonora lo contatta per proporgli un sacco di soldi e un’impresa folle che rivoluzionerà l’editoria, Amleto accetta il rischio e finisce coinvolto nelle attività clandestine del Circolo, alle quali, scoprirà sulla sua pelle, sono interessati in parecchi, primo fra tutti il misterioso Bibliotecario.

Accompagnato dalla prefazione di Giovanni ArduinoVietato leggere all’inferno è un thriller pulp a sfondo distopico che si cala nella cultura trash contemporanea, riprendendo lo stile ironico e disincantato del moderno noir americano.

In un mondo in cui i libri sono vietati e la cultura fa male, le uniche alternative a una vita da fuorilegge sono la resa o la ribellione.

E tu, rinunceresti a leggere per sopravvivere?

Quarta

Mi chiamo Amleto Orciani e sono un libromane. Ho trentacinque anni e mi faccio dall’età di dodici, quando la lettura era ancora legale. Ho iniziato per scherzo con L’isola del tesoro e non ho più smesso.

Leggere è la prima cosa a cui penso quando mi sveglio e l’ultima prima di andare a dormire. Sono talmente assuefatto da conoscere il significato di parole come paradossopennivendolo opulenza. Insomma, uno sniffa-inchiostro senza speranza.

Vivo vicino ad Ancona, lavoro come inserviente in un discount di bricolage e arrotondo spacciando romanzi alla gente della zona. La mia vita non è un granché, ma mi ci trovo. Il problema è che vorrei avere più soldi, per questo accetto di aiutare Eleonora.

La ragazza è brava, ma così folle da voler cambiare il mondo dell’editoria da sola. Per seguirla mi tocca coinvolgere amici discutibili e incontrare gente che preferirebbe vedermi morto (il Bibliotecario ti dice niente?). Meno male che ho dalla mia Caterina, una camgirl con un secondo lavoro ancora meno presentabile del primo, però non sono sicuro mi possa salvare il culo, stavolta. Se ne esco vivo, giuro che smetto di leggere. Forse.

Vietato leggere all’inferno racconta la mia storia. Non insegna qualcosa che vale la pena conoscere, non ci sono buoni sentimenti o altre cazzate ma per sballarsi con gli amici è perfetto. Provalo, e fammi sapere se funziona.

Dettagli

Data di uscita: 10 ottobre

Titolo: Vietato leggere all’inferno

Autore: Roberto Gerilli

Editore: Speechless Books

Pagine: 412

Euro: free (digitale); 15,90 (cartaceo)

ISBN-13:978-1539151784

ISBN-10:1539151786

Genere: thriller, pulp, distopico

Sito ufficiale: www.vietatoleggere.it

Social

Web

Facebook

Instagram

Wattpad

Issuu

Goodreads

aNobii

Autore

Roberto Gerilli è un lettore anconetano di trentasei anni. Non esce mai da una libreria senza aver compra­to almeno un libro, riconosce gli editori dall’odore della loro stampa e vive in una casa in cui ci sono più librerie che armadi. È talmente dipendente dalla lettura che ha cominciato a scrivere. E ha scritto un libro sui libri.

Nel 2014 ha pubblicato il suo romanzo d’esordio, Città Senza Eroi, per UteLibri, mentre nel 2015 e nel 2016 sono usciti Questo non è un romanzo fantasy! e Apo­calypse Nerd, entrambi editi da Plesio.

Editore

Realtà editoriale no profit nata nel 2012, Speechless Books ha esordito con una rivista letteraria da venti milioni di lettori, Speechless Magazine. Successivamente, ha pubblicato il romanzo urban fantasy / young adult di Emanuela Valentini da più di duecentomila download,La bambina senza cuore, e un alcuni racconti di Eleonora C. Caruso (Col nostro sangue hanno dipinto il cielo), Andrea G. Colombo (La lapide di ardesia) e Chiara Palazzolo (Damasco e dintorni). Oltre ai progetti per il sociale Diari dal sottosuolo e What women don’t want – Il web contro la violenza sulle donne, Speechless coltiva belle storie e autori di talento, spesso ancora poco conosciuti. Gli e-book sono gratuiti e scaricabili dal sito ufficiale www.speechlessmagazine.com e dagli store online.

18 novembre 2016 Posted by | Gerilli Roberto | , , , , , | Lascia un commento