La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Dirk Gently stagione 2


In questi giorni Netflix ha rilasciato la seconda stagione di Dirk Gently.
Una stagione purtroppo gravata dalla notizia arrivata a metà dicembre che la stessa non sarebbe stata rinnovata per una terza stagione. Tra la rabbia dei fan e la speranza che qualcuno (Netflix, ci sei?) acquisisca i diritti per continuare la serie, io invece avevo un tarlo nella testa: non è che la serie è stata cancellata perché la seconda stagione non era all’altezza della prima e avevano esaurito le idee?

Dopo essermi visto questi dieci episodi in poco più di un giorno posso dire che no, la colpa della cancellazione non è certo una stagione in calo, né tantomeno la mancanza di idee visto che la terza è già indirizzata da quello che succede nella seconda. Temo che, meno prosaisticamente, la cancellazione sia dovuta ai comportamenti del suo creatore, Max Landis, accusato da più persone di essere un noto predatore sessuale.

Cosa che comunque d’accordo, gli può far perdere il lavoro, ma si potrà pure trovare un nuovo sceneggiatore per la serie, no?

 

Tralasciando i discorsi relativi alla cancellazione e alle speranze di un salvataggio in extremis, passiamo a parlare di questa seconda stagione.
La prima si chiudeva con Dirk e tre quarti del progetti Incubus catturati dagli agenti di Ala Nera, Todd e Farah in fuga dall’FBI, Amanda sparita con Vogel.
La prima stagione era stata una sorpresa assoluta, qualcosa di spiazzante, divertente, cervellotico, caotico.

La seconda cerca di mantenere le promesse olistiche, offrendoci coincidenze impossibili, eventi assurdi, situazioni fantastiche. Ma la tematica di sfondo all’intera stagione, a parte quelle nate dalla trama, è il cambiamento.
Cambiamento dei personaggi, del loro ruolo, di come si vedono.

Tanto per cominciare, se nella prima stagione il protagonista era indubbiamente Todd, travolto dall’uragano Dirk Gently, qui si può dire che il vero protagonista sia proprio Dirk Gently. Ora che tutti intorno a lui lo supportano e credono ciecamente nelle sue teorie olistiche (Todd, che per trovare lui e Amanda si affida ciecamente al caso; Farah che suo malgrado ormai accetta il tutto; e anche i nuovi arrivati, Tina e Hobbs, la meno credibile e più assurda coppia di poliziotti che ci si potesse aspettare, nella ridente cittadina di Burgsburg), è lui a dimostrarsi insicuro, timoroso. Un po’ a causa degli esami a cui è stato sottoposto da Ala Nera, che sicuramente lo hanno provato non poco, ma sopratutto perché ha deciso che il suo ritrovarsi al centro di eventi casuali guidati dall’universo porta solo morte e dolore a chi gli sta intorno. E non vuole che Todd, l’unico vero amico che abbia mai avuto, soffra ulteriormente. Quindi passa buona parte della stagione a negare, a sminuire, a cercare di tirarsene fuori.

Poi abbiamo Amanda, che olisticamente nella sua ricerca degli altri membri del Progetto Incubus incrocia la strada con il caso di Todd e Dirk, finisce in Wendimoor e impara a gestire la propria malattia, oltre a scoprire di avere dei poteri speciali. Una crescita incredibile, sopratutto parlando di una ragazza che nella prima stagione viveva chiusa in casa, timorosa di uscire anche solo a fare la spesa. E che ora invece sembra la migliore candidata a un ruolo da protagonista in un’eventuale terza stagione.

L’altra persona che presenta la crescita e il cambiamento più considerevoli è Ken. La persona che nella prima stagione sembrava un incrocio tra un passante finito lì per caso e un compagno di viaggio per Bart, e che alla riapertura di Ala Nera è stato catturato insieme al suo taxi e al suo cane: l’insicuro Friedkin, sapendo che è sopravvissuto all’assassina olistica, decide che deve avere dei poteri e comincia a farlo sottoporre a esami e test.
Fino a quando non si ritrova con le spalle al muro, e Ken si dimostra l’unica persona intelligente vicino a lui… talmente intelligente da riuscire a farsi nominare co-responsabile della struttura insieme a lui, e prende a gestire in prima persona le operazioni!

Anche gli altri evolvono, certo: Todd fa pace con sé stesso e con Amanda, e alla fine si mette in prima linea per proteggere Amanda e Wendimoor; Farah supera i complessi dovuti alla sua famiglia e alle aspettative paterne; Bart cerca di non uccidere troppe persone, e vediamo più lati infantili e innocenti di lei, stavolta.

E conosciamo altri due soggetti catturati da Ala Nera: Moloch, di cui conosceremo la triste storia, e Mona Wilder, onnipotente e fanciullesca.

E poi abbiamo questo caso.
Una nave in mezzo a un campo; una macchina vecchia di una cinquantina di anni con dentro un cadavere ormai putrefatto, che casca da un albero; un cadavere occultato all’interno di un albero. Non cavo.
E poi il proprietario di una cava che scompare, così come le quattro allegre signore del locale Club dei Libri.
Per non parlare di uno strano ragazzo dai capelli rosa, armato di forbici giganti, giunto apparentemente dal nulla, alla ricerca di Dirk Gently per realizzare una profezia di un’altro mondo fiabesco minacciato da un mago potentissimo e malvagio.

I primi minuti del primo episodio lasciano a bocca aperta, non si capisce cosa stia succedendo e rimbalziamo tra la sensazione di osservare una parodia e la consapevolezza che ci sia qualcosa sotto.
Qualcosa sotto c’è, ma lo scopriremo dopo diversi episodi di cosa si tratti.
Poi inizia la serie vera e propria, cui posso muovere l’unico appunto di essere spesso abbastanza prevedibile in certe svolte. Ma a parte questo (e a parte il fatto che Wendimoor appaia troppo irreale con quel suo aspetto fiabesco che sembra uscito tipo da un Fantaghirò anni novanta, ma la cosa alla fin fine è comprensibile) la serie è ben fatta, tiene incollati al televisore per tutti e dieci gli episodi. Si ride, ci si arrabbia, si ragiona, a volte siamo anche colti di sorpresa dagli eventi.

Ora non resta che sperare in una terza stagione, che l’universo va riparato…

Annunci

7 gennaio 2018 - Posted by | Dirk Gently | , , , , , , , , , , ,

2 commenti »

  1. Teleserie su Dirk Gently?!

    Porcamiseria, e io che manco mi ricordo come si accende la TV, stai a vedere come mi schiaffo davanti al monitor ora XD

    Commento di haikuspot | 25 febbraio 2018

  2. Buona visione! 😉

    Commento di tanabrus | 25 febbraio 2018


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: