La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Your name

your-name
In questi giorni abbiamo avuto al cinema l’anime che ha sfondato record in tutto il mondo, Your name di Shinkai.
Ovviamente ci siamo dovuti accontentare di tre giorni complessivi, che dalle mie parti si traducono in “solo il martedì”, non so se altrove siano più fortunati e possano godere di più giorni tra cui scegliere. Continua a leggere

Annunci

25 gennaio 2017 Posted by | Your name | , , , , | 2 commenti

To sue the world

Continua a leggere

22 gennaio 2017 Posted by | Scalzi John | , , , , , , , | Lascia un commento

Disobbedire a un ordine sbagliato

77709
Grazie a Netflix mi sto gustando la prima nuova stagione di Star Blazers 2199.
E l’altro giorno mi è rimasto nel cuore questo dialogo tra il capitano Okita e l’ufficiale tattico Kodai riguardo ai soldati, agli ordini sbagliati e ai problemi di coscienza, un dialogo che mi ha fatto pensare a Snowden e Manning, oltre che al nazismo, ai discorsi facili sugli “io avrei fatto” e agli eroi silenziosi.

Continua a leggere

20 gennaio 2017 Posted by | Citazioni, Star Blazers 2199 | , , , , | Lascia un commento

Vietato leggere all’inferno

 

32313163
Questo libro di Roberto Gerilli (autore dell’assurdamente piacevole Questo non è un romanzo fantasy, presentato all’ultima Lucca Comics & Games), edito da Speechless e distribuito gratuitamente (quindi leggetelo, mi raccomando!) parte da un assunto che inizialmente sembra quasi ridicolo e paradossale: dopo decenni di lotte, a fine anni ’90 la letteratura è stata equiparata in tutto il mondo alle sostanze stupefacenti, venendo così resa di fatto illegale.

Ma è davvero così assurdo questo assunto? Continua a leggere

18 gennaio 2017 Posted by | Gerilli Roberto | , , , , , , | 1 commento

Did you miss me?

libro-con-prato

 

Ottobre 2015.
Il mio ultimo vero post su questo blog risale a più di quindici mesi fa, e comunque ormai da tempo quei post erano dei meri copia\incolla da Goodreads.
Tralasciando la segnalazione dell’uscita dell’ultimo libro di Gerilli, ovviamente, che più che un post era un mero condividere una segnalazione altrui.

Quindici mesi, dicevo.
E già da tempo nutrivo e davo voce a numerosi dubbi riguardo il blog, la sua natura nel web moderno, il suo senso e il senso di un lit-blog come il mio.

Perché tenere questo blog, se ormai quello che ci scrivevo era la copia delle recensioni scritte su Goodreads e su Amazon (che ovviamente sono quelle di Goodreads, sia chiaro)?
Ormai  neanche più scrivevo di anime, film o serie tv, visto che le commentavo (quando era il caso) direttamente sui social network

E così, in silenzio, sotto traccia, il blog era passato in animazione sospesa per l’ennesima volta.

Ma ora, dopo diverse riflessioni, mi è venuta voglia di dargli un’altra possibilità.
Che durerà finché ne avrò voglia, finché mi ci divertirò.

Niente più rubriche come ai tempi che furono, visto che con la loro cadenza costante mi avevano dato l’impressione di obbligo alienandomi dalla piattaforma e spingendomi al primo abbandono.
Ma anche niente più recensioni copincollate dai social network, che sennò il senso non esisterebbe.

Non voglio più provare a dare un’impronta particolarmente critica al blog con prezzi, editori, stili… il blog dovrebbe essere una sorta di diario virtuale, no?
Che poi questo riguardi i libri, e più in generale intrattenimento e fantasia, sta solo  a restringere il campo d’interesse del diario in questione.

E allora voglio provare a scrivere, qui, quello che mi ha fatto provare la lettura di un libro, o la visione di un film, di un anime, di una serie.
Spunti che mi hanno fornito un episodio, una scena, un paragrafo.
Ma anche riflessioni partite da fonti esterne, come i social media, l’attualità o quella brutta cosa chiamata in gergo real life.

Insomma, io ci riprovo.
Ci stavo pensando da un po’, ma poi l’ultimo libro di Gerilli mi ha dato la spinta quando ero giù dal burrone (e le serie di Netflix ci hanno buttato il carico).

Non so tra quanto arriveranno i primi post, ma arriveranno.

E quindi, per citare l’ottimo Sherlock di cui ho appena visto l’ultimo episodio, non posso che chiedere ai miei venticinque manzoniani lettori (che però giustamente col cavolo che staranno tenendo d’occhio il blog dopo tutto questo tempo): Did you miss me?

…stay tuned

17 gennaio 2017 Posted by | Altro | 6 commenti