La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Eternal war – Gli eserciti dei santi


 

Formato: Digitale
Lingua: Italiano
Prezzo: € 4,00
Pagine versione cartacea: 184
Data di pubblicazione: 2015

Questo fantasy non solo è ambientato nell’Italia del tredicesimo secolo, ma si rifà completamente alla nostra storia e alla nostra tradizione per creare il suo mondo fantastico.

E così mentre ci immergiamo negli scontri tra Guelfi e Ghibellini a Firenze, e più in particolare sugli scontri tra la famiglia dei Cavalcanti e quella degli Uberti, scopriamo che dietro a questi scontri c’è altro.
Come dietro a questo mondo c’è altro.

Abbiamo il mondo Materiale, e il mondo Spirituale.
E nel mondo spirituale vivono, beh, gli spiriti. Si va dai Lari e dai Penati agli antichi spiriti di Roma, eterni come la loro città, per passare alle Muse e arrivare fino ai Santi.
Le città hanno i loro protettori, le case hanno i loro protettori… e le famiglie hanno i loro spiriti protettori, che le guidano nel corso delle generazioni prosperando assieme a loro, sempre vicini al pater familias.

I protagonisti di questo libro sono Kabal, lo spirito della famiglia Cavalcanti, di indole mercante, opportunista e ambiziosa, e Guido Cavalcanti, il bambino su cui Kabal ha scommesso tutto nel periodo più nero della sua stirpe.
Mentre il secondo cercherà di riportare ai passati fasti la sua famiglia, decaduta dopo la vittoria dei Ghibellini, il primo si troverà non solo a lavorare al fianco di Guido, ma dovrà anche difendersi dagli attacchi dello spirito degli Uberti, desideroso di impadronirsi di Guido, e convincere il più antico e potente santo di tutti a schierarsi dalla loro parte per sconfiggere le truppe Ghibelline, i cui spiriti impiegano magie proibite e santi protettori potenti per prevalere sulla fazione avversaria.

Ho amato l’ambientazione, con la realtà storica inserita alla perfezione nel contesto fantastico del mondo spirituale.
Ho amato l’idea di spiriti che permea il libro, che mi ha fatto pensare quasi a una sorta di American Gods in salsa rinascimentale.

Onestamente non riesco a pensare a lati negativi in questo libro, anche la lunghezza ridotta è perfetta per evitare di dilungarsi troppo, mantenendo la narrazione concisa e incalzante.

Annunci

6 agosto 2015 - Posted by | Gambarini Livio | , , , , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: