La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Come to the dark side, we have cookies!


cookiehealthwarning

 

Sono ancora vivo, sono ancora vivo.
Anche se è passato un po’ di tempo dall’ultimo post.
Allora ero in procinto di andare qualche giorno a Edinburgo, ora sono nuovamente a casa. Da mesi.
Nel frattempo ho fatto quella breve e bella vacanza, ho lavorato, ho traslocato, sono diventato zio, ho letto tanto, ho guardato serie tv.

E mi sono allontanato dal blog (ma dai?).

Avevo sviluppato l’impressione (e la ho ancora) che si tratti di una piattaforma ormai superata, adesso tutto si svolge sui social network e, in parte più piccola, su siti aggregatori di più grandi dimensioni.
Per cui avevo deciso, piuttosto che ricopiare qui ciò che scrivevo altrove, di limitarmi a recensire i libri su goodreads e magari linkare le recensioni su facebook, di fare lo stesso con le serie tv e gli anime su animeclick e serialclick, di limitare i commenti ai film a facebook.

Ma dopo qualche mese mi trovo nuovamente insoddisfatto, anche lì ci sono falle. Grosse.
Non tanto goodreads, che ritengo ancora una vera manna dal cielo.
Ma l’utilizzo del social.

Principalmente per mancanza di una vera ricerca, seguita poi dalle ataviche pubblicazioni a amici o pubbliche, che rendono francamente inutili le ricerche.
A questo riguardo era anni luce avanti Google Plus, che per queste cose era eccellente e spingeva a trovare e ad allacciare rapporti con persone sconosciute che condividevano però i tuoi interessi.
Facebook è più uno strumento per parlare con chi già conosci, insomma. E questo limita molto le cose.
Limite per limite, comunque, non avevo pensato di tornare qua.
Cioè, a volte ci avevo fatto un pensierino. Ma era durato lo spazio di qualche ora, per venire poi accantonato.
Come nel post Mad Max, quando preso dall’euforia avevo pensato “Blog vive! Blog muore! Blog vive ancora! Ammiratelo!!!
Ma poi al pensiero di tentare di esprimere ciò che mi aveva trasmesso il film avevo abortito l’idea. Troppa fatica, e per cosa?

 

Passa altro tempo.

E arriviamo al titolo del post.
I biscottini.

La nuova legge europea, stilata evidentemente da scimmie cieche e con gravi deficit cognitivi, impone a tutto ciò che esiste su internet di avvisare gli ignari utenti nel caso in cui sul sito\blog siano utilizzati i famigerati cookies, entità maligne e malevoli che al passaggio del viandante gli si attaccano al corpo come sanguisughe e, invisibili come folletti malvagi, restano con lui, spiandolo, scoprendone le passioni e i gusti, scrutandone i segreti più reconditi per poi riferire al loro Oscuro Signore.
Che procederà a offrirgli ciò che più brama, in cambio dell’anima ovviamente.
O magari passerà le informazioni ai Nazgul di qualche governo, sempre a caccia di informazioni e conoscenza su ciò che si dice o si pensa.

Tutto molto bello, non fosse che siamo nel 2015, internet si è evoluta dagli esordi, e ora tutto funziona a suon di biscottini. Vuoi comprare online? Ecco il biscottino, tieni.
Vuoi usare il motore di ricerca gratis? Ecco il biscottino, te dai un morsotto e in cambio è tutto gratis, non paghi niente. Che se tu dovessi pagare saremmo ancora fermi al 1980, lo sappiamo tutti.
Vuoi fare due soldi con il tuo sito\blog vendendo pubblicità? Biscottino, please.
Vuoi risparmiare tempo? Mangiati il biscotto e siamo tutti felici.
Quindi, per evitare che un blog che non usavo più mi creasse problemi con qualche orango spedito dalle scimmie, ho cercato un disclaimer da mettere nel box testuale qui a destra (su wordpress dovrebbe bastare… dico dovrebbe perché pare anche i responsabili della legge non abbiano idea di cosa vada fatto, dove e da chi… han creato un mostro che non sanno come controllare, un po’ come Martin con la sua saga. O Daenerys quando finisce per chiudere in cella i suoi draghetti ormai incontrollabili).
E questo mi ha fatto tornare in mente il blog.

 

E ho deciso che, già che ci sono, potrei riprendere a scrivere.
Non so quanto spesso, e non so ancora cosa di preciso.
Libri, serie tv, anime, film. Certo.
Ma poi? A ruota libera? Limitarmi al lato nerd della vita? Deliri?
Boh, deciderò di volta in volta.

Intanto ho quattro mesi e mezzo di libri, e un paio di serie tv. Quindi ho un po’ di materiale a disposizione per i prossimi tempi, poi si vedrà…

 

Comunque, son tornato.
Per ora.
E ho un vassoio pieno di biscottini.
Venghino signori, venghino…

Annunci

9 giugno 2015 - Posted by | Altro

1 commento »

  1. Bentornato!
    I social li ho sempre visti come più che altro un passatempo, non un luogo dove quanto si scrive possa restare (come un blog o un sito), simbolo dei tempi di adesso dove ci s’interessa della cosa del presente, ma poi la si dimentica appena arriva una nuova.
    Sul modo di fare le leggi meglio calare un velo, la testa dev’essere un optional.

    Commento di M.T. | 13 giugno 2015


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: