La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Demon Hunter Severian: Lady of the night gates


Autore: Giovanni Anastasi (pen name di Luca Tarenzi)
Formato: Digitale
Lingua: Italiano
Prezzo: € 3,95
Pagine versione cartacea: 240
Data di pubblicazione: 2014
Saga: Demon Hunter Severian
Lady of the night gates (2014)

Siamo agli inizi del terzo secolo, e Milano è la capitale dell’Impero Romano. L’Imperatore e il potentissimo vescovo Ambrogio hanno messo al bando i culti diversi dal cristianesimo cominciando a perseguitare i pagani.
In questo momento, convocato da Ambrogio in persona, giunge a Milano Severiano.
Severiano è un uomo potente e misterioso, dal passato complesso: soldato nel nord europa, poi prete, infine esorcista.
Ha visto sua moglie morire davanti ai suoi occhi per via del demonio, e lui non ha potuto fare altro che aumentare le sue sofferenze. Ora vaga per l’Impero cacciando il male.

Un male sottile, demoni che non girano in carne e ossa per le strade delle città, ma che agiscono sulle menti delle persone e tramite culti pagani e stregoni.
In questo caso, almeno due persone sono state trovate morte nel sonno, espressioni terrorizzate sulle loro facce e una strana statuetta demoniaca sotto il letto.

Severiano comincia subito a indagare, non prima però di aver combattuto con le guardie imperiali per salvare dal rogo uno schiavo, Flavio, colpevole di aver celebrato un rito pagano.
Severiano è un uomo più avanti del suo tempo, è cristiano perché crede nella parola di Cristo e disapprova ciò che la Chiesa e l’Imperatore hanno creato a partire dai suoi insegnamenti. Come può un insegnamento di amore e carità venire stravolto fino a giustificare massacri, saccheggi, roghi e violenze?
In questo modo si scontrerà più volte con la schola Palatina, e immagino questi scontri proseguiranno anche nei prossimi libri.

Le indagini ci porteranno a conoscere il culto di Diana, ormai proibito, e diverse persone che per via di questi editti imperiali si sono viste crollare il mondo addosso perdendo tutto ciòche avevano o erano… ma anche gli abitanti dell’anfiteatro ormai in declino, i circoli degli schiavi e le camere del futuro Sant’Ambrogio.

 

Ci sta la fissazione di Daco relativa a Severiano e a Flavio, ci stanno le ragioni dietro allo stregone (un po’ troppo facile da capire chi lui sia, però), ci sta l’ostilità di Rufino nei confronti di questo esorcista che disprezza apertamente la sua chiesa e la sua stessa esistenza.

Le uniche pecche che ho trovato sono state che Rufino è troppo monodimensionale nella sua aperta ostilità a Severiano, al punto di arrivare quasi a ostacolarlo apertamente, almeno finché non viene minacciato; e il fatto che quando Severiano scopre il vero obbiettivo dello stregone, è vicinissimo alle sue stanze. E invece di fare in modo di raggiungerlo (difficile spiegarsi, certo, ma era la cosa più ovvia da fare) torna indietro, esce, smaschera il nemico, poi fa un giro larghissimo per prendere un lungo passaggio segreto rischiando di venire ucciso e di fare comunque tardi nel suo salvataggio.
Queste, e il fatto che Severiano stesso rimanga un po’ troppo sullo sfondo, aprendosi anche a noi solo in sporadiche occasioni. Principalmente rimane sempre un tizio grande e grosso, oscuro e misterioso, pericoloso e letale, che gira pieno di cicatrici e con un mantello di pelliccia. Alla fine è più protagonista Flavio di lui…

A parte queste piccolezze, un ottimo romanzo storico con tinte fantastiche donate dalla vena sovrannaturale che permea la storia e con una bella atmosfera abbastanza cupa, che ci porta in un periodo dell’Impero Romano tendenzialmente misconosciuto (a parte per i milanesi, ovviamente).

Annunci

6 gennaio 2015 - Posted by | Tarenzi Luca | , , , , , , , , , , , ,

1 commento »

  1. Ero curiosa di leggere il tuo commento 🙂 Mi ispira molto, soprattutto per l’ambientazione milanese.

    Commento di Camilla P. | 10 gennaio 2015


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: