La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Poison Fairies: la guerra della discarica


 

Autore: Luca Tarenzi
Formato: Digitale
Lingua: Italiano
Prezzo: € 3,55
Pagine versione cartacea: 292
Data di pubblicazione: 2014
Saga: Poison Fairies
La guerra della discarica (2014)

L’idea per questa storia all’autore è venuta vedendo una grande, caotica e mefitica discarica.
L’ha vista, e ha pensato al piccolo popolo che avrebbe potuto vivere lì, adattandosi a quell’ambiente insalubre.

Ed è arrivata Poison Fairies.

L’ambientazione e l’idea sono splendide: ci troviamo in una grandissima discarica, dove vivono svariate tribù di fate. Le fate delle vecchie tradizioni, il piccolo popolo. Creature minuscole che si nascondono agli umani e lottano giorno per giorno per sopravvivere in un ambiente ostile, tra le calamità naturali rappresentate dagli uomini, le minacce degli animali e le guerre con le altre tribù.

I nostri protagonisti sono goblin, e più nello specifico sono Cruna, la lorogiovane  principessa e sorella dell’attuale re Albedo, ribelle e indomabile; Verderame, la sua amica orfana col potere della veggenza; e il misterioso Disgelo, altro orfano con sangue di sirena nelle vene, che gli garantisce oscuri poteri che tiene segreti a tutti.
Assieme al leale Stilo i tre progettano di fare un’incursione nel territorio nemico dei Boggarts, acerrimi nemici con cui il re ha siglato una dolorosa tregua concedendogli terre e tributi, per rubare un nuovo rifiuto finito lì da poco, per caso: la batteria di un’automobile. Una potentissima sorgente di veleno, in grado di dare un vantaggio enorme alla tribù che la possieda… anche perché le creature fatate, apprendiamo, vivono di veleni.
Il loro sangue è veleno, che usano contro i nemici e possono modificare con l’esperienza e lo studio. Così come possono ammantarsi di glamour per usare i propri specifici poteri, oltre che per occultarsi dalla vista degli animali e degli umani.

Ovviamente la missione avrà un esito disastroso, che scatenerà l’ira del re e la decisione drastica di giustiziare Disgelo per impartire una lezione alla principessa.
E altrettanto ovviamente la storia ruoterà intorno al salvataggio del mezzosangue da parte di Cruna, oltre a tenere sempre bene a mente la temibile batteria.

Dall’altro lato dello schieramento conosciamo invece il re Boggart, Argiope. Intelligente, dotato per la magia, curioso, calcolatore. Un ottimo re, direi, molto più del re Goblin. Riconosce il valore della conoscenza e, come suo padre prima di lui, si è impegnato enormemente per accumularne. Solo che lui ha anche il potere di usarla… e ora ha appena fatto una scoperta che potrebbe garantirgli il dominio sull’intera Discarica, un potere sconosciuto che aspetta solo che lui esca fuori per coglierlo e farlo proprio.

 

I personaggi sono caratterizzati splendidamente, con l’eccezione di Cruna -la protagonista, purtroppo- che sembra quasi caricaturale nelle azioni e nell’infantilità che la muove, sopratutto se messa a confronto con gli altri personaggi.
Altrettanto splendida, se non superiore, l’ambientazione. La vita dei folletti, la loro organizzazione sociale, il loro utilizzo dei nostri scarti.
E la magia, il glamour, la mitologia, il mondo delle sirene… uno squarcio fantastico su un microcosmo stupefacente.

 

Peccato che a fronte di una tale ambientazione fantasiosa e affascinante la storia passi quasi in secondo piano, focalizzata in questo primo volume solo sulle azioni e reazioni di Cruna. Immagino che nel seguito avrà molta più importanza la vicenda di Argiope, di portata più estesa che non la salvezza di Disgelo.
Piacevolissimo, comunque, e malgrado la semplicità della trama l’ambientazione è così intrigante che non si riesce a staccarci dal libro.

Annunci

5 gennaio 2015 - Posted by | Tarenzi Luca | , , , , , , , , , , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: