La torre di Tanabrus

Did you miss me?

La scheggia d’obice



Autore: Maurice Leblanc
Formato: Kindle
Lingua: Italiano
Prezzo: € 1,99
Pagine versione cartacea: 2280
Data di pubblicazione: 2012

Questo libro di Lupin è enormemente atipico.
Tanto per cominciare il protagonista non è il nostro ladro, ma Paul Delroze, un aristocratico fresco di matrimonio con l’amata Elizabeth d’Andeville.
Paul ha nel passato un episodio misterioso che lo ha profondamente segnato, l’aver assistito ancora bambino al misterioso omicidio del padre per opera di una donna dopo che l’avevano scoperta in territorio francese assieme all’Imperatore tedesco. Lui stesso era sopravvissuto per miracolo a una coltellata infertagli dal complice della donna.
Quando, arrivati al castello ricevuto in dote per il matrimonio, gli sposini entrano nella stanza tenuta sigillata fin dalla morte della madre di Elizabeth (morte in seguito alla quale il padre, distrutto, aveva abbandonato il castello per non rimettervi più piede) arriva la crisi: il ritratto della donna, morta quando Elizabeth era ancora piccolissima, è quello dell’assassina del padre di Paul!

Scoppia una lite tra gli sposi a questo proposito, che però non ha modo di svilupparsi per l’inizio della prima guerra mondiale e la chiamata alle armi cui Paul risponde.
Paul si farà notare tra le fila francesi per l’ingegno e la temerarietà delle sue azioni, con le quali in realtà cercava solo una morte gloriosa… almeno fino a quando non scopre che il suo castello è stato occupato dai tedeschi, e che la moglie sembra essere stata fucilata.

Da qui in poi i misteri si sommano, compare un misterioso maggiore Hermann in grande confidenza con il principe Konrad e in grado di raggiungere tutti e tutto anche in Francia; torna a comparire la figura della contessa Hermine, la donna del ritratto e madre di Elizabeth; morti misteriose e assalti nemici inspiegabili si sussuegono impressionanti, e solo il cervello di Paul si frappone tra questa figura minacciosa e la Francia.
Il che ci porta al secondo punto: Lupin non solo non è il protagonista, ma non è nemmeno nel libro.
O almeno, compare solo in un paio di righe quando Paul ricorda la sua convalescenza, durante la quale aveva ricevuto la visita di una persona che si era dichiarata Lupin e che, studiando le sue carte, lo aveva indirizzato nella giusta direzione per dipanare i misteri che si avvolgevano intorno alla storia della sua famiglia e di quella della moglie, oltre che alla guerra presente.
Tutto qui.

Il che mi porta ad asserire che no, non si tratta di un libro di Lupin questo.
Una bella storia, certo, ma non di Lupin.

Annunci

24 dicembre 2014 - Posted by | Leblanc Maurice | , , , , , , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: