La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Adam Kadmon


Due piccole e brevi riflessioni sulle ultime sparate di questo simpatico personaggio televisivo che probabilmente è interpretato sotto la maschera dal papà di Licia (di Kiss me Licia) sotto acido.

Ho letto questo articolo su Comicsblog e sono rimasto assolutamente senza parole per la pressapochezza e la stupidità degna del miglior moige. Ma come dicevo prima, nessuna invettiva, non la merita.
Riflessioni sparse.

Sailor Moon mostra delle ragazzine mature e che combattono in qualità di paladine del bene, non vedo il problema in questo. Indugiare sull’omosessualità di due di queste (invece di lodare il coraggio dell’autrice) mi pare ridicolo.

Saint Seya, si, ci sono un paio di personaggi dall’aspetto androgino. Ma dico io, ti fermi a fissarti su Shun di Andromeda?
Capirei si fosse fermato a ragionare sull’immoralità di collezionare orfanelli in giro per il mondo solo per mandarli a combattere alla morte a caccia di fantomatiche armature divine (non prendo nemmeno in considerazione l’ipotesi che possano aver letto il manga o essersi informati sulla vera storia dietro tutto ciò), ma l’androginità? Suvvia… E per la giovane età, è ovvio che un prodotto destinato a una certa fascia d’età (o meglio, da lì in su) presenti personaggi in cui il lettore\fruitore possa immedesimarsi.
Per dire, Giovani Donne mica trattava di quattro arcigne zitelle… Tom Sawyer non era un quarantenne che lavorava a costruire la ferrovia…

Ramna 1/2.
Ambiguo.
Magari perché il protagonista rimbalza tra lo stato maschile e quello femminile? Arguto, non ci avevo pensato!
Peccato solo che sia una gag, un elemento di comicità e di fastidio per il protagonista.
Che non è affatto ambiguo, non è minimamente attratto dall’universo maschile (anche se non vedo cosa ci sarebbe stato di male, ma in quel caso non avremmo avuto un anime comico bensì un drama), ha una promessa sposa e delle spasimanti da cui bene o male cerca di fuggire.
Ha anche uno spasimante maschile, vero, ma tendenzialmente i loro rapporti sono che lui la cerca e lei\lui lo mazzuola fino a fargli perdere i sensi, per poi scappare via.
Anche Kafka era ambiguo, allora.

 

Capitan Harlock
Si, è un pirata. E ha una storia dietro per giustificarlo.
Anche Sandokan è un pirata. Anche il corsaro nero, per quanto non pretendo certo che sia conosciuto quanto il più famoso Sandokan, protagonista anche dell’Isola dei Famosi, noto programma culturale privo di ambiguità e pieno di valori elevati.
Ah, per la cronaca, Robin Hood era un ladro… il che ci porta a

Lupin III
Ladro, farabutto, mascalzone!
Esempio negativo per i bambini!
Certo, deriva da una lunga serie di storie scritte un secolo fa da Leblanc, non è cattivo e non fa mai male a nessuno, ma perdinci, è un ladro, sia impiccato assieme a chi lo disegna.
Che sicuramente sarà colpa di Lupin III se è saltato fuori lo scandalo romano.

 

Insomma, siamo di nuovo al pisellino del piccolo Goku che incita alla pedofilia.
Le solite dichiarazioni che incitano alla preghiera: se proprio non si può distribuire a tutti il buon senso, almeno potremmo togliere la possibilità di comunicare a chi ne è sprovvisto?
Grazie, Babbo Natale.

Annunci

13 dicembre 2014 - Posted by | Altro

1 commento »

  1. Adam Kadmon è il neo Giacobbo 😉

    Alcune osservazioni.

    Sailor Moon – Mi meraviglio che non abbia tirato in ballo le guerriere dell’ultima serie (almeno trasmessa in Italia) che cambiavano sesso durante la trasformazione (da ragazzi di una band musicale a guerriere Sailor).

    Saint Seya – E che dire che in realtà tutti i cavalieri erano fratelli? E del fatto che Seya fosse un incapace, oltre che un raccomandato, e che per vincere dovesse sempre avere l’aiuto degli altri? (Ci credo poi che Ikki fosse sempre girato :P)

    Ramna 1/2 – Se avesse detto che dopo un po’ le gag diventano ripetitive e stancano, gli avrei dato ragione ;).

    Capitan Harlock – Che Harlock rappresentasse la libertà, il coraggio delle proprie azioni, di mettersi contro un sistema iniquo e ingiusto, di fare la cosa giusta, dimentichiamolo, vero…mai che si dia contro invece ai governanti corrotti e incapaci, come fa la prima serie.

    Lupin III – Un brutto esempio per i bambini? No davvero: i bambini in Italia hanno già i politici come esempio negativo.

    Commento di M.T. | 14 dicembre 2014


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: