La torre di Tanabrus

Did you miss me?

The perfect specimen


Autore: M. Luke McDonnel
Formato: Kindle
Lingua: Inglese
Prezzo: € 0,89
Pagine versione cartacea: 74
Data di pubblicazione: 2013

Questo racconto dell’esordiente McDonell è ottimo.
Si tratta di fantascienza, ed è ambientato su un pianeta lontanissimo da qui, un pianeta di proprietà di una enorme corporazione.Un pianeta popolato solo da impiegati e ricercatori universitari giunti lì vincendo dei concorsi.

Un pianeta alieno, con un intero ecosistema da studiare, scoprire, sfruttare per far progredire le ricerche.

Derek, il protagonista, è finito qui su Victoria per trovare una cura al cancro, vincendo inaspettatamente uno di questi concorsi. Inaspettatamente e sfortunatamente, dal suo punto di vista, visto che questo contratto di due anni gli ha fatto lasciare a terra la moglie -anche lei ricercatrice universitaria- e il figlio di due anni.

Ora che è qui da un po’ di tempo però si ritrova impantanato, bloccato nelle sue ricerche, esasperato dagli eccessivi protocolli di sicurezza che impediscono a ogni tipo di informazione di filtrare verso l’esterno, in uno stato di paranoia totale da parte delle corporazioni nei confronti di fughe di notizie o di spie concorrenti.
Ma niente di tutto questo ha più importanza, mentre Derek passa le giornate ingannando il suo assistente Anton per lavorare invece su qualche nuova droga, con un obbiettivo ben preciso in mente: salvare la vita della piccola Mia, nove anni, figlia dei suoi vicini e sua amica.

Come si è arrivati a questo punto?
Perché Mia rischia la vita, cosa ha di speciale?
E a cosa servono le droghe che Derek sta sintetizzando?

In questo ambiente alieno niente è come sembra, e prima della fine Derek scoprirà la verità che si cela dietro il suo arrivo su Victoria.

Un racconto scritto perfettamente, una visione intrigante e spaventosamente possibile del futuro.
Sarebbe tutto perfetto, non fosse per la sottotrama della famiglia di Derek che rimane in sospeso (più che l’esito finale dei suoi piani).
Non so se il tutto verrà ripreso nel prossimo libro dell’autore, Six, o se verrà sfruttato semplicemente l’universo descritto nel racconto.
Comunque è di sicuro un racconto d’esordio sorprendente.

Annunci

23 novembre 2014 - Posted by | McDonell M. Luke | , , , , , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: