La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Arsène Lupin, ladro gentiluomo


 

Autore: Maurice Leblanc
Formato: Kindle
Lingua: Italiano
Prezzo: € 1,99
Pagine versione cartacea: 2280
Data di pubblicazione: 2012 (1907)

Fino a quando non ho avuto sottomano questo Mammut ammetto di non avere avuto la minima idea di cosa fosse Lupin prima dell’anime di Lupin III, o anche solo di chi fosse il suo creatore.

Adesso sono meno ignorante.
Adesso so che in origine venne Sherlock Holmes, in Inghilterra, e che un piccolo editore francese, il signor Lafitte, decise di tentare di sfruttarne il successo. Come? Chiedendo all’amico scrittore (di racconti) Maurice Leblanc (che malgrado sia sconosciuto non lo era all’epoca, avendo legami con Flaubert e de Maupassant) di scrivere un racconto su un personaggio che potesse rivaleggiare con il detective inglese, racconto da inserire nella sua rivista.

E così, dopo un mese, nacque il primo racconto di Lupin, L’arresto di Arsène Lupin.
Che ci presenta un Lupin già famoso, già con una nemesi nell’onesto e testardo ispettore Ganimard. Già idolo delle folle per i suoi colpi geniali, per la vitalità e vivacità del personaggio, per la sua guasconeria.
Lupin non è solo un ladro geniale e inafferrabile, ma sembra quasi un fantasma. Mette a segno colpi che nessuno potrebbe fare, ottiene sempre quello che vuole, è gentiluomo, umilia le forze di polizia ma intrattiene buoni rapporti con i suoi nemici più valorosi, che rispetta. E utilizza un giornale come suo portavoce!

Questo suo esordio lo vede anche arrestato, e per Leblanc tutto sarebbe dovuto finire lì.
Ma ebbe successo, e mesi di pressione da parte di Lafitte ottennero che riprendesse a scriverne.
E’ in prigione, e quindi?
Dalla prigione organizza un nuovo colpo, sfruttando la sua stessa fama, per poi evadere con lo stesso trucco e l’aiuto della sua formidabile banda.
E poi altri racconti isolati, che poco a poco ci fanno conoscere perfino un poco il suo passato (che no, non combacia affatto con quanto letto ne Il trio della dama nera) e sopratutto gettano i semi per interi generi.

Il genere amato in Giappone del ladro fantasma, o anche solo le moltissime storie di Diabolik in cui questi, mascherato e irriconoscibile, collabora con la polizia o guida lui stesso le indagini per risolvere qualche caso che lo riguardi da vicino.

Questi nove racconti sono pietre miliari che gettano le basi per la leggenda di Lupin e indicano la via che in tantissimi seguiranno in futuro.
Ma come spesso accade, l’inizio della leggenda non è splendido e col passare del tempo mostra il fianco.
Racconti carini, si, ma non dicono tantissimo.

Tant’è vero che l’ultimo vede chiamato in causa direttamente Sherlock Holmes, per la necessità di fornire un vero avversario a Lupin, troppo superiore a Ganimard e al resto della polizia francese.
Solo che dall’Inghilterra giungono le proteste e le minacce di Conan Doyle per l’utilizzo indebito del suo investigatore, e nel volume l’investigatore diventa Herlock Sholmes, mentre il buon dottor Watson diventa Wilson.
Quest’ultimo racconto comunque è nettamente migliore dei precedenti, al netto dell’orrore del leggere questi nomi storpiati. E il fatto che a un ladro fenomenale come Lupin serva una nemesi all’altezza risulterà chiaro a tutti, visto che dopo questo racconto giungerà il primo romanzo dedicato a Lupin e incentrato su una sua sfida con il celebre investigatore inglese.

Un inizio stentato che è prevedibile, visto che Lupin stesso prende forma poco a poco, racconto dopo racconto.
Ma già si intravede la grandezza.

Annunci

21 novembre 2014 - Posted by | Leblanc Maurice | , , , , , , , , , , , , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: