La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Nulla per nulla


 

Secondo numero di Ringo, seconda stagione della serie Orfani.
Numero che vede l’esordio del co-sceneggiatore Mauro Uzzeo ad affiancare l’impegnatissimo Recchioni.

Un secondo numero ovviamente più tranquillo del precedente, che ci mostra la fuga di Ringo, Seba, Rosa e Nuè.
Dei tre, Seba è chiaramente il più ribelle e il meno incline a fidarsi di Ringo (posso dire che anche graficamente mi ricorda molto Quentin Quire, il ragazzino che dette il via ai disordini alla scuola degli X-Men?); Rosa è quella invece a lui più vicina, e la prima a riconoscerlo per chi è realmente; Nuè sta nel mezzo. Letteralmente, visto che sembra che quanto successo in prigione mentre aspettavano di venire giustiziati non fosse un una tantum ma Rosa abbia piuttosto deciso di ergerlo a loro status in questo mondo postapocalittico.

Tanto è vero che quando è sola con Seba nel rifugio di Abe, con Nuè immerso in una vasca di rigenerazione, il ragazzo si sente in colpa nei confronti dell’amico per essere rimasto da solo con la ragazza…

Abe, si diceva.
Questa tappa nella cittadella di Montecassino, ultimo avamposto prima della devastazione, ci fa conoscere due persone che erano state al fianco di Ringo e Barbara quando erano cominciate le rivolte. Abe, una sorta di missionario che si occupa di dirigere il campo di accoglienza per rifugiati, feriti, moribondi, disadattati ed emarginati di questa nuova società, e Tony, il cuoco.
In questo ultimo avamposto la civiltà è molto tenua, almeno per le strade, con tanto di razziatori ufficiali.
Ma sotto il campo di Abe, è tutta tecnologia d’avanguardia. Come la vasca in cui immerge il povero Nuè, colpito da un coltello schivato da Ringo e lanciato dal razziatore Lama, interessato a rapire Rosa.

Scopriamo qualcosa sulla leggenda che circonda Ringo e su cosa sia successo tra Orfani e Orfani: Ringo.
Ma sopratutto scopriamo i compromessi cui deve scendere Abe per poter continuare ad aiutare i poveracci.
La difficoltà del suo lavoro, sopratutto dopo che Ringo e Barbara erano spariti.
La volontà di aiutare tutti, la realtà dei mezzi limitati, la necessità di fare qualcosa.

Nulla per nulla, recita il titolo dell’albo.
E nulla per nulla è il senso delle frasi riportate dal libro della Juric. Niente è dovuto, niente è gratuito.
Tutto ha un prezzo.

Il prezzo dell’ospitalità di Abe è il tradimento.
Il prezzo di questo tradimento, per Abe, è la completa distruzione del suo sogno.

Perché con i Corvi e con la Juric non patteggi, non stringi accordi. Prendono quello che gli serve, e cancellano il resto.
Chi non è dei loro va eliminato, punto.

E quando se ne accorge, ormai è troppo tardi.
Per lui, per Tony, per Lama, per i medici del centro e i rifugiati.

Solo Ringo e i ragazzi si salvano, tra l’altro con un Nuè ancora privo di conoscenza.
E ancora non si ha alcun indizio su chi sia il figlio di Ringo.
Il focoso e ribelle Seba?
Rosa, che ha sentito subito un’affinità con lui?
Il mite Nuè, che sembrerebbe il meno probabile e quindi questo potrebbe essere di per sé il motivo per essere figlio di Ringo?

Di sicuro è stata apprezzatissima la reazione cattiva di Ringo quando Rosa l’ha chiamato signor Ringo, rievocando dolorosi spettri del passato.
E una menzione la meritano i disegni di Luca Maresca (colorati da Alessia Pastorello), davvero molto belli.

 

Altro bell’episodio per questa serie, che grazie a Uzzeo non dovrebbe rischiare alcun peggioramento dovuti ai moltissimi impegni di Recchioni.

Annunci

17 novembre 2014 - Posted by | Orfani | , , , , , , , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: