La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Steelheart


 

Autore: Brandon Sanderson
Formato: Paperback
Lingua: Italiana
Prezzo: € 14,00
Pagine: 379
Data di pubblicazione: 2013 (Italia 2014)
Saga: The reckoners (Gli eliminatori)
Steelheart (2013)
Mitosis (2013)
Firefight (2015?)
Calamity (2016?)

Sanderson per questo viaggio abbandona il fantasy e ci porta nel nostro mondo.
Un mondo dove, un giorno, è comparso in cielo… qualcosa. E alcune persone sono cambiate, hanno ottenuto poteri straordinari. Anche troppo, visto che spesso sfidano ogni legge della fisica possibile, consentendo di compiere l’impossibile.
E così arrivano gli Epici, gli individui dotati di questi poteri.

Il piccolo problema di tutto ciò è che tutti gli Epici sembrano essere malvagi. Disinteressati nei confronti della vita dei semplici umani, non si fanno problemi a uccidere per i motivi più futili. E i più potenti tra loro sono invincibili, inattaccabili, immortali sopratutto per quanto riguarda i semplici umani che finiscono schiacciati sotto il loro tallone.

David aveva dieci anni quando gli Epici arrivarono e distrussero il mondo.
Dieci anni quando Steelheart comparve a Chicago reclamandola come suo territorio, e sottomettendo a sé gli altri Epici del luogo. O uccidendo chi osasse sfidarlo.
Dieci anni quando suo padre, credendo Steelheart un Epico buono, un eroe, sparò a un altro Epico che tentava di ucciderlo. Ferendo nel farlo Steelheart stesso, l’unica volta in cui è stato ferito.
Dieci anni da quando in risposta a ciò Steelheart uccise suo padre e tutti i presenti nella banca, distruggendo l’intera banca e trasformando Chicago in Newcago, una città di acciaio su cui in seguito calerà la notte perenne.

 

Adesso David ha diciotto anni, ha finito di lavorare sotto sfruttamento in una fabbrica d’armi e vive da solo nelle Subvie, i piani inferiori della città scavati nell’acciaio dagli scagnozzi di Steelheart per dare un luogo dove vivere agli umani sudditi del tiranno Epico.
E in questi dieci anni ha finto di essere una persona nella media, attento a non mettersi mai in mostra né come troppo intelligente né come troppo stupido, con un solo obbiettivo in mente: eliminare Steelheart.
Per questo ha passato dieci anni raccogliendo ogni singola informazione sugli Epici, classificandoli in base ai loro poteri e alla loro pericolosità, studiando i loro punti deboli e ideando piani per eliminarli.
Piani che potrebbero venire messi in pratica dal misterioso gruppo degli Eliminatori, umani che lottano contro gli Epici e li uccidono.

Così, studiando le mosse di questi eroi dell’umanità, indovina il luogo dove compariranno e fa in modo di incontrarli, finendo con l’interferire nella loro missione venendo poi catturato da loro.
In breve tempo diventerà uno di loro, ovviamente, e la sua conoscenza degli Epici li spingerà a osare quanto non hanno mai nemmeno immaginato in passato, attaccare il più potente dei loro nemici per spaventarli e far capire al mondo che la lotta è possibile.

Negli Eliminatori troverà il loro leggendario leader, il Prof; Tia, la studiosa; l’esperto di armi Abraham e il folle scozzese Cody.
E Megan, una bellissima ragazza della sua età che ha un comportamento ambiguo nei suoi confronti alternando momenti in cui manifesta amicizia a momenti in cui sembra odiarlo.

 

Che dire di questo libro?
L’ambientazione è ben ideata, come sempre con Sanderson, ed essendo cresciuto a supereroi non mi pare vero che ora comincino a spuntare anche nei libri.
L’unico difetto del libro è che certi colpi di scena sono quasi prevedibili… anche se uno stratagemma aiuta a depistare il lettore e a farlo sbalordire per un ritorno in scena inaspettato.
Per buona parte del libro ho trovato una sorta di affinità con Mistborn: Newcago tenuta nell’oscurità perenne, quando là abbiamo le nebbie; la polizia onnipresente del leader; il capo dei ribelli che sembra quasi avere grandi poteri; il tiranno immortale da abbattere, pur sapendo che dopo si scatenerà il caos nella città e con il rischio di fare più male che altro ai cittadini una volta che il capo che teneva tutto sotto controllo sarà caduto.
Poi però ci discostiamo da questo canovaccio quando cominciamo a intuire che ci sia qualcosa di diverso in Megan e nel Prof.  Sensazioni che diventano sempre più forti, fino a quando non abbiamo tutte le risposte nel finale.
Risposte su Megan e sul Prof, risposte su come mai tutti gli Epici siano malvagi… a parte il povero Epico tenuto nascosto e schiavizzato da Steelheart, usandolo per dare elettricità alla sua città tenuta in un’oscurità perenne dal suo braccio destro, Nightwielder.
Risposte che rendono solidi i pochi punti deboli della trama di questo libro, e che ci lasciano stupiti per come Sanderson sia riuscito nuovamente a fare centro (e mentre tirava fuori la Folgoluce…) cambiando totalmente genere, oltre che desiderosi di scoprire cosa accadrà ora a Newcago, come si comporteranno gli Epici dentro e fuori dalla città, cosa faranno gli Eliminatori, cosa farà Firelight.
E sopratutto ci chiediamo: cos’è Calamity?
La risposta dovrebbe essere nel terzo libro, visto il titolo, ma ci sarà da aspettare un bel po’ per quello.

Comunque tanto di cappello a Sanderson: non mi delude mai e ormai comprerei i suoi libri a scatola chiusa, e lo faccio davvero per pochi autori.

Annunci

16 novembre 2014 - Posted by | Sanderson Brandon | , , , , , , , , , ,

4 commenti »

  1. Vero, Sanderson si mantiene su buoni livelli: qualche pecca Steelheart l’ha (e non perché ricorda Mitsborn o Wild Cards, ma per alcune cadute di stile con i personaggi), ma per il resto è una storia che si legge volentieri e non annoia. Molto piacevole.

    Commento di M.T. | 16 novembre 2014

  2. Prossimamente recupererò Mitosis, un racconto che si pone tra Steelheart e Firefight 🙂

    Commento di tanabrus | 16 novembre 2014

  3. E il secondo quando esce? A me il primo è davvero piaciuto, molto molto divertente 😀

    Commento di CervelloBacato | 16 novembre 2014

  4. Amazon permette il preordine per l’edizione inglese con data di uscita 6 gennaio 2015

    Commento di tanabrus | 16 novembre 2014


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: