La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Attenti al gorilla


 

Autore: Sandrone Dazieri
Formato: Kindle
Lingua: Italiano
Prezzo: € 1,99
Pagine versione cartacea: 220
Data di pubblicazione: 1998
Saga: Il gorilla
Attenti al gorilla (1998)
La cura del gorilla (2001)
Gorilla blues (2002)
Il karma del gorilla (2005)
La bellezza è un malinteso (2010)

Non ho mai apprezzato troppo i gialli e le loro varianti, ma ogni tanto mi pare giusto provare qualcosa di diverso dal fantastico, quando capita l’occasione.
E l’occasione è capitata con l’offerta dei titoli di Sandrone Dazieri, nome che conoscevo come editor Mondadori e che ricordavo da qualche post di G. L. D’Andrea, in cui mi pare di ricordare ne venisse detto del bene.
Proviamo questo libro quindi, ho pensato… e ne sono contento.

Il libro mi è piaciuto, scorrevole e veloce, ambientato in una Milano a tinte scure dove si muove l’alter ego dell’autore, un buttafuori (un gorilla, insomma) con un passato turbolento da leoncavallino e guerrigliero di sinistra. Ha una relazione molto aperta con un’avvocatessa, e ha un Socio che vive con lui.
Solo dopo un po’ scopriamo la verità sul Gorilla e sul Socio, due personalità che da sempre convivono nello stesso corpo. Due personalità che non vivono lo stesso rapporto master\slave delle personalità multiple, ma che si alternano alla guida del corpo quando l’altra personalità si addormenta trasformando nei fatti Sandrone in una persona che non dorme mai.

Il Gorilla è idealista, buono, irruento e magari un po’ imbranato… mentre il Socio è uno stratega lucido e calcolatore, esperto e con una vasta rete di contatti.
Insieme collaborano per far tirare avanti il corpo che dividono senza pestarsi troppo i piedi a vicenda, passandosi prima di addormentarsi le informazioni su quanto fatto durante la veglia per permettere al coinquilino di mettersi in pari su tutto. E sopratutto i due collaborano per non far finire mai il corpo in prigione, temendo più di ogni altra cosa che il loro segreto venga scoperto e finiscano così in un manicomio.
E ogni tanto, in apertura delle parti in cui è diviso il libro, troviamo dei capitoli ambientati nel passato che ci mostrano le difficoltà affrontate dalle due personalità nel corso degli anni, prima di giungere a questo equilibrio perfetto, quasi un’amicizia.

Una scrittura fluida e un ottimo protagonista, con un bello sfondo per l’azione, fanno passare in secondo piano la piattezza dei comprimari e il fatto che la trama sia un po’ forzata, il caso viene ingarbugliato più del dovuto per poi tirare fuori dal cilindro diversi conigli che mettano insieme il puzzle ricostruendo una storia complicatissima. Troppo, probabilmente.
Ma come dicevo non mi ha dato troppo fastidio, ero più concentrato su Sandrone che sul caso, e ho deciso inconsciamente di passare sopra alle pecche, preso dalla narrazione.
Perché intrattiene alla perfezione, introducendo il buonissimo personaggio di Sandrone Dazieri (personaggio letterario) e i libri di Dazieri Sandrone (scrittore), che mi dicono essere poi migliorato su questi versanti fallati nei libri successivi. E si, l’aver citato Il conte di Montecristo all’inizio del libro, a tradimento, potrebbe avere influenzato completamente il mio modo di pormi nei confronti del libro… Faria!!

Annunci

4 novembre 2014 - Posted by | Dazieri Sandrone | , , , , , ,

1 commento »

  1. Di Dazieri ricordo il rinnegamento che ha fatto sull’aver scelto G.L.D’Andrea: data la mancanza di rispetto avuta in quell’occasione, il suo operato ha perso ogni attrattiva, visto anche che porta avanti autori sopravvalutati, pubblicati perché nel giro (Gungui è tra questi: le sue opere Inferno, Purgatorio, Paradiso, decantate come capolavori, a un anno dalla loro uscita si trovano in blocchi nell’usato, oppure vendute nei centri commerciali a 5 E con lo sconto del 25%).

    Commento di M.T. | 4 novembre 2014


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: