La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Tokyo ESP


ESP

Anime estivo di dodici episodi, tratto dall’omonimo manga cominciato nel 2010.
Una storia molto americana, partendo dalla tematica fino ad arrivare ai dettagli.

La storia è semplice: a Tokyo compaiono dei pesci rossi che volano in aria. Non tutti li vedono, ma chi li vede  spesso viene colpito da un pesce, che scompare nel suo corpo donandogli poteri espers. Poteri sovraumani, poteri mutanti.
La protagonista, Rinka, scopre per caso di avere questi poteri: i capelli le diventano bianchi e comincia ad attraversare le pareti. O, nel suo caso, il pavimento… intangibilità, alla Kitty Pride. Suo padre, Rindo, è un ex poliziotto grande, grosso, esperto di arti marziali e burbero. Riceve il potere di attirare i metalli, e di aspetto ricorda un Wolverine più grosso (partiamo dai capelli, passiamo agli abiti, finiamo con le illustrazioni che lo ritraggono con tre coltelli in mano a mo’ di artigli).
Le cose per Rinka cambiano quando incontra Kyotaro, un ragazzo col potere del teletrasporto che ha deciso di combattere il crimine indossando una maschera da uccello ma venendo scambiato per un ladro nei suoi tentativi di fermare il vero colpevole: Kobushi, una ladra col potere dell’invisibilità che finirà con l’innamorarsi del padre di Rinka unendosi a loro.
Del gruppo dei buoni fanno parte anche il misterioso maestro di arti marziali di Rindo, che vive nascosto in un costume da panda e che ha il dono esper della veggenza; Ayumu, un ragazzino suo allievo col potere della preveggenza (e con la madre impegnata in politica e attivissima contro la minaccia di questi espers comparsi dal nulla); e la piccola Murasaki, figlia di un boss mafioso e col potere della psicometria.

Dico buoni perché ovviamente c’è chi utilizza i suoi poteri per altri fini. La maggior parte delle persone, aggiungerei.
Guidati dal misterioso telepate il professore (che detta così fa pensare a uno Xavier deviato), hanno formato un gruppo terroristico che ha mosso guerra al governo Giapponese. E avendo dalla loro parte teleporti, telecineti, gente che combatte con l’elettricità, il fuoco, il metallo… beh, non c’è partita. Solo Rinka, nota come la ragazza dai capelli bianchi, e i suoi amici combattono in prima fila per fermarli.

Non mancano le grandi rivelazioni. Rivelazioni sul legame tra il Professore e il figlioccio adottivo Kyotaro, il ruolo del Professore nella comparsa dei pesci rossi, il ruolo dell’arca dell’alleanza in tutto ciò, il vero scopo del Professore e la presenza di un altro gruppo interessato a questi poteri, nascosto nell’ombra.

 

L’anime inizia nel bel mezzo dell’attacco terroristico, per poi passare a un lunghissimo flashback concluso il quale terminano sia l’attacco che l’anime. Una struttura quasi alla Berserk insomma.

Detto ciò, com’è l’anime?
Carino e leggero, come già scritto richiama molto le tematiche supereroistiche della Marvel in generale e degli X-Men nello specifico. Sembra peccare un po’ di ingenuità negli scontri, ma nel finale si scopre che il Professore non ha mai voluto realmente uccidere il figlioccio e quindi si capisce come mai il gruppo di Rinka non sia stato schiacciato immediatamente dalla piena potenza di fuoco dei terroristi.
Restano diverse ingenuità (la facilità con la quale Rinka, anche senza poteri, sconfigge tutti i nemici, e sopratutto la task force della polizia contro gli espers… ridicola, e ridicolo che sia riuscita a catturare tutti quegli espers!) ma nel complesso la serie è piacevole.
Le domande che restano alla fine fanno sperare in una seconda stagione, che continui la trasposizione del manga.

Annunci

18 ottobre 2014 - Posted by | Tokyo ESP | , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: