La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Branches on my back, sparrows in my ear


 

Ventisettesimo e penultimo racconto della raccolta, di North Nikki.
Un racconto che non mi ha convinto.

Troppo caotico nella narrazione, troppo astratto nelle descrizioni.
La trama in sé sarebbe anche carina, con un futuro dispotico in cui quasi tutte le persone sono isolate dagli altri da dei tatuaggi che le collegano costantemente a una grande rete, tipo l’internet ma a livello neurale. Uno stato di presenza costante e oppressiva, fastidioso ma ricercato e necessario, da cui sono esclusi pochi individui che reagiscono male all’inchiostro dei tatuaggi.
Una cellula segreta che vuole porre fine a tutto questo… e la madre di una di queste ribelli, una delle poche resistenti, che da anni studia per creare un composto che consenta pure a lui di collegarsi alla grande rete.

Idea buona, esecuzione molto povera.

Annunci

12 ottobre 2014 - Posted by | North Nikki | , , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: