La torre di Tanabrus

Did you miss me?

The caretaker


bidello

Sesto episodio dell’ottava stagione di Doctor Who.
Episodio più incentrato sulla psicologia dei personaggi e sulle loro relazioni, che non su nemici alieni potenti in grado di distruggere il mondo.
Ed episodio che, si spera, chiude definitivamente il lungo processo di modifica dei ruoli tra il Dottore e Clara, stabilendo per bene una volta per tutta cosa ognuno pensa dell’altro e come si pone nei suoi confronti, lasciandosi alle spalle l’Undicesimo e procedendo spediti verso la Terra Promessa.

La minaccia del giorno infatti riguarda la scuola di Clara: abbiamo un temibilissimo Shovox Blitzer, armato di tutto punto e in grado di distruggere la Terra, che dormicchia lì vicino. Il pericolo è che se qualcuno lo aggredisce, lui reagisca piuttosto male. Quindi il Dottore decide di attirarlo nella scuola quando non c’è nessuno, visto che si tratta di un grande edificio disabitato, e spedirlo lontano lontano nel futuro con una bella trappolina temporale preparata ad hoc. Inoltre, per convincerlo a inseguirlo, ci pensa qualche secondo e tira fuori uno stupendo orologio dell’invisibilità degno di un gdr fantasy ambientato nell’epoca moderna, e che pretendo continui a comparire con costanza in questa serie.

Comunque, già che c’è ipnotizza il bidello della scuola convincendolo tra le altre cose di essersi ammalato, e lo sostituisce (questo Dottore preferisce l’ipnosi ai biglietti vincenti della lotteria…) e comincia anche a stalkerare Clara per capire con chi stia uscendo. E se in un primo momento questo comportamento, come i commenti rivolti alla ragazza per praticamente tutta la stagione, sembra dettato dalla gelosia, quando pensa che il suo ragazzo sia l’insegnante di storia con il farfallino che si mette a discutere con lei di Shakespeare è soddisfatto, e torna felice al suo lavoro.

E’ meno soddisfatto quando un Pink sospettosissimo (che già era vagamente sospettoso per tutte le stranezze riguardanti Clara, quando faceva dentro e fuori dal presente per andare col Dottore tornando sempre un po’ diversa… quando l’abbronzatura, quando le alghe marine tra i capelli, quando un elmetto spaziale, quando l’assenza di cappotto… e ora ha un sospettuccio su Clara e il bidello, che si conoscano) gironzola per la scuola di sera trovando i marchingegni che compongono la trappola temporale, messi lì dal Dottore, e ne sposta uno facendo fallire la trappola, venendo attaccato dall’alieno, venendo salvato da Clara e vedendo il Dottore far ripartire in qualche modo il tutto per spedire via il mostro. Spedirlo via, a causa dell’interferenza di Danny, solo di pochi giorni, il che significa che la scuola è ancora in pericolo e lui dovrà escogitare qualcosa di diverso.

Danny intanto capisce che c’è qualcosa di strano, e si fa spiegare tutto da Clara. Che si ritrova presa tra due fuochi: da una parte Danny che nel Dottore vede un ufficiale, un aristocratico del comando, che tira fuori il massimo dai suoi sottoposti facendogli fare cose incredibili, ma che li mette in pericoli portandoli oltre il limite; dall’altra il Dottore che ovviamente ha scoperto il passato da soldato di Pink e quindi lo rifiuta in toto a priori, attaccandolo verbalmente in ogni momento.

Ma quando arriva lo scontro finale e Danny riesce ad aiutare la coppia a salvare la Terra distraendo il nemico per dare tempo al Dottore di trovare il codice finale per bloccare l’autodistruzione, tra i due quantomeno scatta la comprensione.
Il Dottore agiva in questo modo, svela Danny, perché non si fidava di lui e temeva non fosse abbastanza buono per Clara, che non fosse alla sua altezza. Cosa che promette di tentare di essere, e per ora al Dottore questo va bene.
Danny comunque continua a non fidarsi del tutto, e si fa promettere da Clara che lei glielo dirà, se il Dottore la spingerà troppo, così che lui la possa aiutare.

 

Direi che questo episodio mette in chiaro diverse cose.
La storia di Danny e Clara, con Danny che finirà con il viaggiare nel TARDIS;
Clara che fa la maestrina col Dottore e continuerà a farla;
il Dottore che si sente paterno nei suoi confronti, come un nonno, richiamando il primo Dottore con la nipote Susan e la sua istruttrice Barbara (questa volta unite in un solo personaggio, Clara);
Pink che è in grado di affrontare il Dottore con una verve che ricorda quasi quella dell’indomabile Donna, ma lo fa non da companion ma da fidanzato della companion (un Mickey con le palle, insomma);
orologio dell’invisibilita. Voglio dire, orologio dell’invisibilità! Perché non lo indossano sempre? Io lo voglio!
Un episodio carino.

Annunci

30 settembre 2014 - Posted by | Doctor Who, Serie tv | , , , , , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: