La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Tutti giù per terra


 

Undicesimo numero di Orfani, come suggerisce il titolo abbiamo il ritorno a casa.
Ma…

Ma le cose non sono così semplici, anche dopo che Juno ha preso il possesso della nave alla fine del decimo numero, e anche dopo l’eliminazione di Raul e di Sam a opera di Ringo.
Perché nel passato scopriamo che il pianeta attaccato è lontano, molto lontano dalla Terra. Raggiungibile solo con un modernissimo propulsore EPR ultimato con gli sforzi congiunti di tutti i governi terrestri, per consentire questa missione (tra le altre cose). Probabilmente lo stesso motore che ha causato il problema, visto che ci stavano lavorando al momento dell’esplosione.
Una propulsione talmente potente da uccidere i passeggeri, che quindi devono venire messi in stasi in apposite cellule di contenimento di Shrodinger.

Ma Jonas non intende rendere le cose facili alla moglie, e dopo aver evacuato la nave e ordinato il suo abbattimento alle altre due navi da guerra, rimane a bordo per impedire che lei possa impostare il viaggio con il computer. La nave non si può guidare nel balzo quantico a mano, quindi ha vinto.
Giusto?
Sbagliato.

Lei avvia il procedimento a mano, facendo entrare Ringo in una cella, Jonas nell’altra. E restando ai comandi, consapevole di morire.

Rivediamo l’albero dove si trovano i morti, e Juno si unisce ai compagni caduti, avvolta dai rami.
Mentre piange lacrime di sangue e fissa lo spazio distorcersi intorno a lei… fino a guidare bene o male la nave sulla Terra, danneggiata e in avaria, incapace di evitare l’impatto con una città (inglese?) e scatenando un massacro.

E in una sequenza finale pesantissima, dopo avere assistito al massacro per le strade vediamo Juno risvegliarsi, solo per scoprirsi nei panni di Wash di Firefly, con un’asta metallica che la inchioda al sedile, uccidendola.
E il robot di bordo annuncia che il numero di membri in vita dell’equipaggio ammonta a due, i due reduci in stasi nelle cellule di contenimento.
Ringo, con la sua missione di svelare la verità al mondo; Jonas, con l’obbiettivo di ucciderlo per mettere tutto a tacere.
Chi si sveglierà per primo? Che succederà all’altro?
E come gestiranno la strage per le strade causata dall’atterraggio?

Ormai sono rimasti solo in due, e a noi resta il magone per la morte dell’Angelo.

Annunci

19 agosto 2014 - Posted by | Orfani | , , , , , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: