La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Prayer


 

Terzo racconto della raccolta, a opera di Robert Reed.
E primo a non convincermi del tutto.

L’ambientazione è interessante, con il mondo devastato dai cambiamenti climatici e gli Stati Uniti, divenuti Impero, che hanno occupato il ridente (climaticamente parlando) Canada. Un mondo futuro dove ci sono tecnologie avanzate, come un Onnipotente pregato dai soldati americani e che scaglia fulmini sui loro nemici… essendo in realtà un’arma orbitale. O come i fucili senzienti, in grado di ripararsi da soli, di cambiare il proprio aspetto per cammuffarsi, di creare le proprie munizioni.

Come Prayer, il fucile di questo tipo (ormai ritirati dal mercato, troppo pericolose delle armi senzienti… un po’ come il Momento in Doctor Who) finito in mano a una ragazzina canadese che fa parte di una cellula della resistenza, e che con questo fucile ha già svolto diverse missioni per la causa.

La storia parte bene, conosciamo Ridiculous e Prayer, apprendiamo la missione, la osserviamo fallire con esiti imprevedibili.
E poi tutto termina bruscamente, rapidamente, lasciando qualche accenno. Interessante, certo, ma per il mio gusto personale lascia troppe questioni aperte, e non mi riferisco all’ambientazione ma ai personaggi stessi.

Non al livello dei precedenti due racconti, ma comunque ottiene la sufficienza.

Annunci

14 agosto 2014 - Posted by | Reed Robert | , , , , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: