La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Old Paint


 

Primo racconto incluso nell’antologia Year’s best SF 18, scritto dall’autrice Megan Lindholm (ovvero Robin Hobb) nel 2012 per Asimov’s.

Un racconto toccante, delizioso.
Siamo in un futuro abbastanza simile al nostro mondo, è un futuro molto prossimo. Dove però spopolano le automobili intelligenti, che si guidano da sole e hanno un’intelligenza artificiale.
Vanno a prendere i bambini, proiettano film per i passeggeri, ti tengono collegato a internet, fanno rifornimento da sole (di energia solare e di elettricità), si riparano da sole e ti avvisano quando hanno problemi.

In questo futuro, la famiglia della voce narrante (la piccola Sadie, all’epoca di nove anni) vive in un quartiere degradato in una città degradata, in una casa popolare, tra spacciatori e giovani continuamente per strada.
La vita procede tranquilla, tra le regole ferree della mamma e l’arrivo dell’adolescenza per il fratello di Sadie, Ben, fino a quando non arriva l’eredità del nonno.

Che consiste principalmente nella sua vecchia macchina, una delle prima “intelligenti”, una sorta di furgoncino da surfer.
Una macchina che il vecchio aveva hackerato per bene, aumentando i protocolli di sicurezza e imponendo che ci fosse sempre un autista dotato di patente a bordo, non fidandosi del lasciare tutto in mano a un computer.
Obblighi retrogradi e assurdi, pensa il giovane Ben che invece vorrebbe una macchina moderna, aggiungendo questo punto agli innumerevoli motivi di scontro tra un quattordicenne e sua madre.

 

E così assistiamo alla crescita di questo nucleo familiare composto ormai dalla madre, dai due figli e dalla loro macchina che parla con la voce del nonno, e con la quale in passato la madre ha vissuto tantissime avventure, quando era giovane.
Attraverso l’adolescenza di Ben, e attraverso degli attacchi hacker che fanno impazzire le macchine self-driving.
Delicato e piacevolissimo, un ottimo antipasto per questa raccolta di racconti fantascientifici del 2012.

Annunci

11 agosto 2014 - Posted by | Hartwell David, Lindholm Megan | , , , , , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: