La torre di Tanabrus

Did you miss me?

La wishlist (parte 6)


 

Era da febbraio che avevo lasciato parcheggiati i post sui libri messi in precedenza nella wishlist.
Ora che con l’estate (e quindi l’alta stagione al lavoro) i post cominciano a scarseggiare, riprendiamo questa sequenza… sesta parte!

Si comincia con Ripper, di Amy Carol Reeves. Una classica rivisitazione di Jack lo squartatore (che non si nega mai a nessuno) con una ragazza che vede i momenti precedenti gli omicidi (delle sue pazienti) e decide di fermare l’assassino… scoprendo un piano ben più vasto!
Comunque quando penso a Jack ormai ho sempre in mente la versione cool di Sanctuary, con l’assassino immortale e teleporta!

“Ho sentito un respiro caldo sul mio collo, e, in preda all’orrore, ho saputo che era dietro di me. . .”

E’ il  1888 e dopo l’improvvisa morte della madre, Abbie è mandata a vivere con la nonna in un quartiere di Londra. Quando comincia a fare la volontaria all’ospedale di Whitechapel, Abbie scopre la sua passione nell’aiutare le donne abusate e malate che vi trovano rifugio.

Ma dopo pochi giorni, le pazienti cominciano a venire uccise da Jack lo Squartatore. E mentre sempre più donne vengono uccise, Abbie capisce che lei e lo Squartatore hanno una strana connessione: lei ha delle visioni che le mostrano lo Squartatore attirare le sue future vittime verso le loro morti — pochi istanti prima che le attacchi col suo coltello. La sua volontà disperata di fermare il massacro porta Abbie a una pericolosa caccia all’assassino. E la sua ricerca la conduce a una misteriosa confraternita il cui legame con lo Squartatore minaccia non solo Londra ma tutta l’umanità.

Questo libro era molto atteso un paio di anni fa, e non sembra aver deluso le aspettative.
Un bel fantasy con ambientazione araba, quasi alla mille e una notte moderna.

I Regni della Luna Crescente, casa di genii e ghouls, guerrieri santi ed eretici, sono al centro di uno scontro di poteri tra il Califfo dal pugno di ferro e il misterioso signore dei ladri noto come il Principe Falco. Nel bel mezzo di questa nascente ribellione, una serie di orrendi omicidi soprannaturali colpisce al cuore i Regni. Toccherà a un manipolo di eori scoprire la verità dietro queste morti.

Il Dottor Adoulla Makhslood, “l’ultimo vero cacciatore di ghouls nella grande città di Dhamsawaat,” vuole solo una tranquilla tazza di te. just wants a quiet cup of tea. Col tempo si è stancato di cacciare mostri e salvare vite, ed è più che pronto a ritirarsi da questa sua pericolosa e massacrante vocazione. Ma quando la famiglia di una vecchia fiamma viene uccisa, Adoulla è trascinato nuovamente sul sentiero del cacciatore.

Raseed bas Raseed, il giovane assistente di Adoulla, è un guerriero sacro la cui potenza è uguagliata solamente dalla sua pietà. Ma mentre la spada di Raseed deve affrontare ghouls e uomini sciacallo, la sua anima sarà messa alla prova quando lui e Adoulla incroceranno il cammino della donna tribale Zamia.

Zamia Badawi, Protettrice della Banda, ha ricevuto il dono del potere quasi mitologico della forma di leone, ma è stata cacciata dalla sua gente per aver osato appropriarsi di un titolo maschile. Vive solamente per vendicare la morte del padre. Fino a quando non scopre che anche Adoulla e i suoi alleati sono a caccia dell’assassino di suo padre. Fino a quando non incontra Raseed.

Quando scopriranno che gli omicidi e la nascente rivolta del Principe Falco sono collegati, i compagni dovranno correre contro il tempo – e combattere i propri dubbi – per salvare la vita di un malvagio despota. Nel fare ciò scopriranno un piano per il Trono della Luna Crescente che minaccia di trasformare Dhamsawaat, e il mondo stesso, in una rovina ricoperta di sangue.

Libro conosciuto ai tempi del gruppo di lettura YA su Goodreads, successivamente abbandonato un poco (per usare un eufemismo) per via del tempo che è sparito e non si sa più che fine abbia fatto. Un romanzo di formazione che parla di una piccola immigrata arrivata in Alabama…

Per tutti i dieci anni della sua vita, Hà ha conosciuto solo Saigon: le grida dei suoi mercati, la gioia delle sue tradizioni, e il calore degli amici vicini a lei. Ma ora la Guerra nel Vienam ha raggiunto la sua casa. Hà e la sua famiglia sono costretti a fuggire mentre Saigon cade, e salgono su una nave diretta verso la speranza. In America, Hà scopre il mondo straniero dell’Alabama: la freddezza dei suoi sconosciuti, l’insipidezza dl suo cibo… e la forza della sua famiglia.

Young adult di cui ho sentito parlare abbastanza bene…

Succede all’inizio di ogni Novembre: la Scorpio Races. I cavalieri cercano di controllare i loro cavalli acquatici abbastanza a lungo da arrivare al traguardo. Alcuni cavalieri vivono. Altri muoiono.

A diciannove anni, Sean Kendrick è il campione in carica. E’ un giovane uomo di poche parole, e se ha delle paure le tiene sepolte in profondità, dove nessun altro le può vedere.

Puck Connolly è diversa. Non aveva mai avuto intenzione di gareggiare nella Scorpio Races. Ma il destino non le ha dato molta possibilità di scelta. Quindi entra nella gara – la prima ragazza a farlo. Non è in alcun modo preparata a ciò che sta per succedere.

Di questo autore ho letto poco, ma quel poco mi è piaciuto. Questo libro, young adult pure lui, sembra carino e interessante, fantascientifico. Un misto tra Fringe, un fumetto americano e il classico  libro per ragazzi.

Non c’è un solo te. Ci sono molti te. Non c’è un solo mondo. Ci sono molti mondi. Il nostro è uno tra miliardi di Terre parallele.

Quando il padre scienziato di Everett Singh è rapito dalle strade di Londra, lascia al giovane Everett una misteriosa app sul suo computer. All’improvviso, questo ragazzino è dicentato il proprietario dell’oggetto più prezioso del multiverso -l’Infundibulum- la mappa di tutte le terre parallele, e ci sono forze oscure nei Dieci Mondi Conosciuti che non si fermeranno davanti a niente per ottenerlo. Hanno il potere, l’autorità, la forza di dieci pianeti – alcuni dei quali più avanzati tecnologicamente del nostro – nelle loro mani. Lui ha coraggio, intelligenza, e una passione per la cucina indiana.

Per mantenere al sicuro l’Infundibulum, Everett dovrà trovare il modo di passare la Porta Heisenberg che il suo babbo aveva aiutato a costruire e fuggire in una Terra Parallela Ma per salvare suo padre da Charlotte Villiers e dal sinistro Ordine, questo fuggitivo dei piani avrà bisogno di amici. Amici come il Capitano Anastasia Sixsmyth, la sua figlia adottiva Sen, e la ciurma dell’aeronave Everness.

Riusciranno a liberare il padre di Everett e a mettere in salvo l’Infundibulum? Il gioco è cominciato.

Scalzi invece è un autore che non ho ancora avuto il piacere di conoscere, ma che potrei avvicinare proprio con questo Redshirts.

L’alfiere Andrew Dahl è appena stato assegnato alla Universal Union Capital Ship Intrepid, nave ammiraglia dell’Unione Universale fin dall’anno 2456. E’ un incarico di prestigio, e Andrew è eccitato ancora di più per essere stato assegnato al laboratorio di Xenobiologia della nave. La vita non potrebbe essere migliore… fino a quando Andrew non comincia a comprendere i dati di fatto che (1) ogni Missione all’Esterno comporta qualche battaglia letale con forze aliene; (2) il capitano della nave, il suo ufficiale scientifico, e la bella Luogotenente Kerensky sopravvivono sempre a questi scontri; e (3) almeno un membro di basso rango della ciurma viene sempre, purtroppo, ucciso.

Non è una sorpresa che sotto il ponte vengano profuse grandi energie per tentare di evitare a ogni costo di venire assegnati alle Missioni all’Esterno. E poi Andrew incappa in un’informazione che trasforma completamente ciò che lui e i suoi colleghi sanno di cosa sia realmente la nave Intrepid… e gli offre una folle, pericolisissima opportunità di salvarsi la vita.

Qui siamo sull’urban fantasy, tra poteri superumani e società segrete. Fantascienza che incontra il fantasy urbano, mi fa pensare a Heroes come serie televisiva…

“Il corpo che stai usando, era il mio.” Comincia così la lettera che Myfanwy Thomas tiene in mano quando si sveglia in un parco di Londra circondata da dei corpi, tutti quanti con dei guanti in lattice. Senza idea di chi lei sia, Myfanwy deve seguire le istruzioni lasciate dalla vecchia sé stessa per scoprire la sua identità e rintracciare gli agenti che la vogliono distruggere.

Apprendere ben presto di essere una Torre, un membro di alto livello di un’organizzazione segreta chimata la Chequy che combatte le forze soprannaturali all’opera in Inghilterra. Scopre anche di possedere una sua abilità soprannaturale, rara e potenzialmente letale.

Nella sua ricerca per scoprire quale membro della Chequy la abbia tradita e perché, Myfanny incontrerà una persona con quattro corpi, un’aristocratica in grado di entrare nei suoi sogni, un centro di addestramento segreto dove i bambini vengono trasfomati in guerrieri letali, e una cospirazione più vasta di quanto avrebbe mai potuto immaginare.

E per finire in bellezza, il libro su Joss Whedon, uscito in occasione del film sui Vendicatori.
Non occorre dire niente, vero?

Annunci

7 agosto 2014 - Posted by | Ahmed Saladin, Lai Thanhha, Matters Pop, McDonald Ian, O'Malley Daniel, Reeves Amy Carol, Scalzi John, Stiefvater Maggie | , , , , , , , , , , , , , , , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: