La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Primo impatto: Akame ga kill!


akame ga kill

Anime estivo fantasy, tratto da un manga.
Un primo episodio che mi è piaciuto.

Siamo in un mondo fantasy, non si è vista ancora magia quindi non so se esista ma di sicuro esistono bestie magiche (all’inizio incontriamo un drago della terra) e ai confini dell’impero ci sono altre tre razze con cui la nazione è in guerra.

Il protagonista, Tatsumi, è partito dal suo remoto e povero villaggio con due amici, Sayo e Ieyasu. Il loro obbiettivo è entrare nell’esercito e fare rapidamente carriera grazie alla loro abilità, per poter così mandare soldi a casa e salvare il loro villaggio, distrutto dalle tasse.
Però dopo un attacco di alcuni banditi i tre si sono separati, e ora Tatsumi viaggia da solo.

Prima di arrivare alla capitale salva da un drago dei mercanti, che tentano invano di avvisarlo su quel luogo. Un luogo di corruzione e di persone dal cuore oscuro, marcio, malvagio. Non le ascolta e prosegue.

Tra l’altro, le prime due particolarità che mi hanno colpito riguardo a questo anime sono la musica durante il combattimento col drago (che ricordava i combattimenti con i draghi in Skyrim) e il fatto che Tatsumi vesta con maglioncino e camicia, in mezzo a gente vestita più congruamente per l’ambientazione.

 

Nella capitale, comunque, Tatsumi viene cacciato dall’ufficio reclutamento quando pretende di dimostrare la sua bravura al reclutatore, non volendo fare il semplice fante. Viene poi portato in una taverna da una bella ragazza che si fa offrire da bere in cambio di un aiuto per entrare nell’esercito come comandante.
Lui le affida tutti i suoi soldi confidando che lei li usi per farlo incontrare con un comandante suo amico che lo introdurrà nell’esercito, ma dopo molte ore capisce di essere stato imbrogliato (e capisce a quale importante lezione lei si riferisse quando è uscita dalla taverna).

Solo e senza soldi, viene trovato da Aria, una ragazza ricca che a quanto pare è solita raccogliere dalla strada i senzatetto per farli dormire in casa sua. In quella casa Tatsumi ritrova la fiducia nella gente che l’incontro precedente gli aveva fatto perdere. Racconta la sua storia a Aria e ai suoi genitori, che lo rassicurano, gli promettono un aiuto per entrare nell’esercito e anche per ritrovare i suoi amici. Aria arriva a dirsi sicura che presto li vedrà, rasserenandolo.
Le guardie della casa lo prendono in simpatia, arrivando a confidargli che il marciume della città nasce dal fatto che l’imperatore è in realtà un bambino ed è il primo ministro a governare tutto.

Poi una notte arriva Night Raid, un gruppo di pericolosissimi assassini ricercati in tutto l’impero.
Uccidono con una facilità disarmante le guardie e i genitori di Aria, e infine raggiungono la ragazza e l’ultima guardia mentre stanno scappando in un magazzino. Arriva Tatsumi a cercare di difenderla, riuscendo a parare un paio di colpi della spadaccina Akame, ma quando sta per essere ucciso la ragazza viene fermata.

E’ la donna che lo ha truffato a fermarla, per ripagarlo dell’imbroglio gli vuole spiegare come stiano realmente le cose.
E gli mostra il magazzino.

Nel magazzino ci sono cadaveri e prigionieri in grande quantità. Tra loro, Saya nuda, appesa al soffitto, morta per le torture. E Ieyasu in una gabbia, drogato a morte e vittima di torture anche lui. E’ lui a dirgli che anche loro, come Tatsumi, erano stati accolti da quella famiglia. Drogati a cena, si erano poi ritrovati prigionieri e vittime di indicibili torture praticate da tutta la famiglia, e sopratutto da Aria, per macabro divertimento, prima di morire seguendo l’amica.
Aria dirà di avere infierito su Soya perché i suoi capelli erano più lisci dei suoi, e quindi doveva soffrire.

Dopo aver rivelato al ragazzo la verità, gli assassini stanno per tornare al loro omicidio ma lui le ferma, uccidendo lui stesso Aria con un fendente. La cosa impressiona la donna, che decide di portarlo con sé nel Night Raid, volente o nolente.

 

Una buona ambientazione, e motivi a sufficienza per il protagonista per volere vendetta contro l’impero.
Da vedere come continuerà, comunque questo primo episodio mi è piaciuto e l’anime finisce dritto nella mia lista di quelli da seguire.

Annunci

20 luglio 2014 - Posted by | Akame ga kill! | , , , , , , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: