La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Primo impatto: Shirogane no ishi argevollen


Argevollen

Anime mecha estivo fantascientifico.

Abbiamo due nazioni in guerra da tempo, una ricca di risorse e protetta da una Grande Muraglia, l’altra molto aggressiva e -pare- con una migliore tecnologia bellica.
Il protagonista, Tokimune, è un soldato pilota di un mecha. La sua squadra, lontana dal combattimento, sta battendo in ritirata per raggiungere il resto delle truppe su ordine del Colonnello, rimasto alla guida della zona dopo che i Generali sono fuggiti a gambe levate.
Non gli va bene la fuga lasciando morire altri soldati, ma deve sottostare agli ordini.

Quando però incappano in un blindato civile inseguito da due mecha invasori, fa di testa sua e interviene.
Il suo mecha è rapidamente eliminato, ma trova Jamie, una ragazza civile, che è sopravvissuta e sta aprendo il blindato. Dentro c’è un mecha nuovissimo, tecnologia all’avanguardia, velocissimo e resistentissimo. Dopo un po’ capisce che il ragazzo essendo un pilota potrebbe usarlo per combattere, e lo fa salire guidandolo con un auricolare.

E’ veloce, è forte, combatte a mani nude e fa fuori i due mecha nemici pur dopo qualche azione a vuoto perché ancora stava prendendo la mano.

Resta ora da capire come farà questa recluta a diventarne il pilota.
Onestamente sa di già visto, con tanto di alte sfere codarde e incapaci, ma proverò a dargli una possibilità sperando non annoi.

Annunci

10 luglio 2014 - Posted by | Shirogane no ishi Argevollen | , , ,

2 commenti »

  1. Scopre il mega robottone così quasi per caso? Più o meno come in Gundam, cento anni fa… be’, Gundam aveva l’aggravante che Peter Rei non era nemmeno un pilota.

    Commento di Bruno | 11 luglio 2014

  2. Qui però nel secondo episodio arriva l’aggravante: per far pilotare il robottone figo alla recluta, rendono il robottone figo uno dei più inutili di sempre.
    Ovvero, siccome il primo a pilotarlo è stato lui, ora è settato sul suo tracciato mentale e rifiuta di seguire gli ordini degli altri piloti. Così si vedono costretti a darlo a lui.
    Che tra l’altro riesce a mala pena a muoverlo, tranne quando è in combattimento. Che la paura gli consente di farlo funzionare che è una meraviglia.

    Bah.

    Commento di tanabrus | 11 luglio 2014


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: