La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Il rosso e il nero


 

Autore: Stendhal
Formato: Kindle
Lingua: Italiano
Prezzo: € 2,99
Pagine versione cartacea: 317
Data di pubblicazione: 1830

Di sicuro questo libro, che pure ho apprezzato leggendolo adesso, se lo avessi letto una decina di anni fa lo avrei adorato.
Il protagonista, Julien, è trascinato avanti nella vita dalla sua grande ambizione, dal suo cinismo che lo porta a scegliere il suo percorso in base a ciò che in quel tempo poteva meglio portarlo al successo, dall’alta opinione di sé  unita alla consapevolezza dei suoi umili natali.

Proprio questi umili natali producono in lui un odio quasi perenne verso i nobili, acuito dalla consapevolezza che il periodo storico in cui Julien vive non gli consentirà di poter raggiungere la gloria attraverso imprese militari come invece era successo al tempo di Napoleone, lasciandogli così come unica via per elevarsi al di sopra della sua condizione quella ecclesiastica.
Una via nella quale potrebbe eccellere, grazie a una mente fin troppo sveglia e a un’ottima memoria.
Ma la sua ambizione trasuda da ogni poro, da ogni sua azione.
L’odio per i nobili e la vergogna della propria condizione spesso generano in lui il terrore che i primi si prendano gioco di lui per le sue origini, e lo portano a cupe crisi e momenti di sconforto e rabbia.

E sopratutto, due incontri lo condannano.

Il primo è con Madame De Renal, la moglie del sindaco del suo paese nella cui casa finisce a fare il tutore per i loro tre figli.
Una donna onesta, bella, intelligente e pura con la quale nasce un grandissimo e passionale amore. Un amore impetuoso ma sbagliatissimo, che causa nella donna infinite battaglie interiori e il timore della vendetta divina per il proprio peccato.
Un amore che Julien si ritroverà costretto ad abbandonare, vista la condizione della donna e la strada che lui stesso ha scelto di percorrere.

E dopo aver cominciato il seminario, quando  grazie al benvolere dell’abate le porte dell’alta società gli si apriranno, ecco il secondo incontro.
Mathilde, figlia di un nobile, membro dell’alta società. Figlia dell’uomo che l’ha preso a benvolere facendolo il proprio segretario e promettendogli per il futuro praticamente una chiesa vicina a Parigi.
L’uomo che l’aveva introdotto ai salotti e alla diplomazia, mostrandogli in tutta la loro inutilità i salotti bene (dove le discussioni erano vuote perché gli ultimi dettami reali vietavano di parlare di una mole notevole di argomenti, praticamente tutti quelli interessanti) e facendogli conoscere nobili stranieri maestri del mostrarsi sempre annoiati.
Con Mathilde nasce un amore di tipo diverso, più cerebrale. Lei si ritrova attratta poco a poco da quel servo per la sua mente sveglia e per la sua intelligenza, per quel suo disprezzare apertamente tutti gli altri, per la sua ambizione. Lui è attratto dall’aspetto di lei, ma anche e sopratutto dal pensiero di poterla sottrarre ai nobili che la corteggiano, facendosi preferire a essi.
E comincia un estenuante gioco di avvicinamenti e allontanamenti, di finzioni e raggiri, di corteggiamenti più o meno discreti, di gelosie e di passioni.
Con Julien che è sempre condannato all’infelicità a causa del suo carattere, della sua ambizione, del suo odio e disprezzo per gli altri, del suo vedere cospirazioni ai propri danni sempre e ovunque.

Fino all’epilogo, prima quasi imprevedibile e poi sempre più ovvio.

Ripeto, un bellissimo libro che però avrei apprezzato enormemente di più se letto in passato, quando mi sarei sentito più affine al protagonista.

Annunci

12 giugno 2014 - Posted by | Stendhal | ,

1 commento »

  1. Un grande classico, letto molto tempo fa. Non è che me lo ricordi benissimo, ma m’era piaciuta la capacità dell’autore di delineare i personaggi.

    Commento di Bruno | 14 giugno 2014


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: