La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Le fiamme di Pompei


 

pompei

Secondo episodio della quarta stagione di Doctor Who.
Con un paio di guest star future, e una Donna Noble che mostra tutte le differenze nei confronti delle precedenti due companion.

Tutto comincia con un classico errore del Dottore, che pensa di aver portato Donna nell’antica Roma repubblicana ritrovandosi invece a Pompei il giorno prima dell’eruzione del vulcano.
Al che Donna comincia a spronarlo perché avvisi la gente e la salvi, ma il Dottore replica introducendo il concetto degli eventi fissati nel tempo, punti chiave che non possono essere cambiati (se non vogliamo causare dei paradossi e causare la distruzione del tempo) e che devono svolgersi in questo modo, punto e basta.

Lei non è convinta e tenta invano di farsi ascoltare dalla gente: chi crederebbe che una montagna possa rivelarsi un vulcano distruggendoli?

Però i due non possono partire subito per tornare a casa, il TARDIS è sparito. Venduto dal mercante nella cui bottega si era materializzato, e ora è in casa di Cecilius, un mercante di marmo che sta ascendendo la scala sociale.
Vanno a casa sua per recuperarlo, scoprendo che sia l’aruspice di Pompei che la figlia di Cecilius (promessa alle Sibille) sanno tutto di loro due, grazie alle loro visioni.

Già, perché dall’ultimo terremoto tutte le visioni di profetesse e indovini sono esatte, al cento per cento.
E per buona misura, tutti questi veggenti cominciano a pietrificarsi, partendo da piccole chiazze sul braccio (come la figlia di Cecilius) fino ad arrivare al braccio intero (Lucius, l’aruspice) o al corpo completo (l’Alta Sacerdotessa delle Sibille). Vogliamo aggiungere che Lucius, guidato dalle sue premonizioni, ha fatto fare dei circuiti in marmo a Cecilius?

Questi fatti intrigano non poco il Dottore, che comincia a indagare. Pedinato a sua volta, e a sua insaputa, dalle Sibille (che utilizzano anche una sorta di telepatia).
Scopre che la telepatia e la veggenza sono dovute alle inalazioni di zolfo che i veggenti fanno, zolfo che è mescolato alla roccia dei Pyrovili, una specie aliena fatta di magma e roccia, caduta sulla Terra quando il loro pianeta è scomparso (e due…)
Inizialmente volevano tornare nello spazio, ma poi hanno deciso di rimanere per imitare i Romani e conquistare il mondo, passando da sottoterra.

Brillante la scena in cui il Dottore minaccia un Pyrovile con una pistola ad acqua (l’acqua gli è letale… hanno scelto il pianeta giusto allora!), per il resto il fulcro del tutto è la scelta che il Dottore deve fare (assieme a Donna), ovvero se morire lasciando che gli alieni conquistino la Terra, o se fermarli provocando lui stesso l’eruzione del vulcano.
Alla fine, per il bene del mondo, la scelta ricade sulla seconda opzione e Donna comincia a comprendere il fardello che grava sulle spalle del Timelord.

Anche se alla fine continua a cazziarlo per convincerlo a salvare almeno qualche persona, e riesce a fargli cambiare idea: punto fisso si, ma se la famiglia di Cecilius si salva non cambia certo la storia… e così avviene, con la famiglia salvata e che ora tra gli Dei Penati annovera il TARDIS, il Dottore e Donna Noble.

Episodio gradevole ma niente di più, reso intrigante dagli scontri tra Donna e il Dottore per salvare vite umane e dal secondo riferimento in due episodi a pianeti scomparsi.
Più un paio di profezie gratuite: per il Dottore, lei sta tornando (Rose?); per Donna, hai qualcosa sulla schiena.

Mi piace, Donna Noble, come compagna.

Annunci

31 maggio 2014 - Posted by | Doctor Who | , , , , , , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: