La torre di Tanabrus

Did you miss me?

La bambina che fece il giro di Fairyland per salvare la fantasia


Autore: Catherinne M. Valente
Formato: Kindle
Lingua: Italiana
Pagine versione cartacea: 278
Data di pubblicazione: 2011
Saga: Fairyland
La bambina che fece il giro di Fairyland per salvare la fantasia (2011)
La bambina che divenne la regina di Fairyland (2011)
La bambina che perse la sua ombra per salvare la magia nel mondo (2012)
The girl who soared over Fairyland and cut the moon in two (2013)

Questo libro è un libro di altri tempi.
Un libro che parla al bambino in noi, che ci riporta a un tempo in cui un armadio, una siepe potevano essere varchi per un altro mondo.
Tornadi che ti trasportano a Oz, elfi cattivi che scambiano i bambini nelle culle.
Narnia e tutto ciò che ne è derivato.

Si pone in questa scia, Catherynne Valente.
Ma lo fa diversamente, con un tono autoironico, strizzando l’occhio al lettore.
Una sorta di Gianni Rodari o di Roal Dahl alle prese con l’essenza stessa delle favole fantastiche.

La protagonista, Settembre, è una bambina solitaria, a cui piace leggere e che ha un carattere deciso, sicuro. Un caratteraccio, a sentire gli altri.
Ed è per questo (oltre che per altre ragioni) che una sera il Vento verde le propone di portarla a Fairyland, a cavallo del Leopardo delle brezze lievi.

E ovviamente lei accetta, sapendo già in parte cosa potrà accadere visto che ha letto molto e quindi conosce le storie di questo tipo.

Un viaggio in cielo, una tappa nella città sopra le nuvole dove vivono i venti, un rituale per poter arrivare al varco tra i mondi, un po’ di burocrazia tra gnomi e golem… ed eccoci nel mondo delle fate!
Ci sono delle regole, certo, e delle raccomandazioni da seguire. E che la piccola Settembre cercherà coscenziosamente di seguire, essendo in gamba.

Incontrerà due streghe e il loro marito, ottenendo così la sua quest.
Una ricerca che la porterà a separarsi dalla sua ombra, a incontrare la biverna Dalla-A-alla-L (figlia di una viverna e una biblioteca, pare… Settembre è piuttosto dubbiosa in merito, ma siamo a Fairyland del resto e tutto è possibile), a scoprire come funzionano le strade e le città di questo mondo, a farsi lavare da un golem di sapone in più di un modo, e perfino a incontrare la marchesa, la tiranna che ha spodestato l’amata regina prendendo il potere e portando con sé leggi, burocrazia e restrizioni.
La Marchesa, con la sua pantera volante e i suoi leoni, costringe Settembre ad andare nell’Autunno a cercare un oggetto in uno scrigno, per lei. Settembre è costretta ad ubbidire, e in questo nuovo viaggio incontrerà un genio marino, un branco di biciclette selvatiche, una città di spriggan studiosi, la propria morte… e infine, per salvare i suoi amici, dovrà fare un terzo viaggio, su una barca creata da sola, tra isole di oggetti dimenticati e di persone a metà, fino ad arrivare alla galera dove i suoi amici sono in attesa e dove l’aspetta anche la Marchesa, bramosa di farle utilizzare la sua spada.

Perché la marchesa è molto più di ciò che sembra.
Ha anche lei conoscenza delle fiabe, e ha anche la magia.

 

Una storia molto carina, scritta benissimo e con uno stile che fa sorridere e tiene viva l’attenzione.
Sono curiosissimo di leggere altro di questa autrice.

Annunci

8 maggio 2014 - Posted by | Valente Catherynne | , , , , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: