La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Kuroko no Basket, seconda stagione


Kuroko

Questa serie è la Capitan Tsubasa della pallacanestro, direi, e nella seconda stagione questa qualità viene accentuata enormemente

Non ha il pathos e il realismo di uno Slam Dunk, ma ha individualità con grandissime qualità fisiche e tecniche.
Ha la generazione dei miracoli e i re senza corona che hanno sofferto alla loro ombra.
Ha gente che tira tranquillamente e instancabilmente dalla propria metà campo segnando sempre, o che fa passaggi filtranti di prima da canestro a canestro senza fermare la palla.
Avverte con uno sguardo la potenza dell’avversario, e tira fuori mosse speciali.

Come la vanishing drive di Kuroko, la sua nuova mossa che gli consente di superare qualsiasi avversario scomparendo davanti ai suoi occhi.
Ecco, la mossa in sé più che le mosse dei calciatori nipponici mi ricorda i lanci di Tommy Young, con le palle a effetto che sparivano grazie alla polvere che sollevavano.
Oppure abbiamo l’istinto animale dei fuoriclasse, la zona mentale in cui entrano quando danno il 100% escludendo tutto ciò che non riguarda la partita e cadendo in una sorta di trance agonistica, la porta che conduce all’olimpo dei veri fuoriclasse e che si apre solo per i prescelti…

L’avversario bad guy inoltre mi fa pensare a un novello Mark Landers, ma molto più astuto dato che fa in modo di non far vedere niente all’arbitro istruendo a proposito i compagni di squadra per blocchi e schermi.

Insomma, niente di serio. Qualcosa di leggero e rapido (anche le partite sono brevi, paragonate ad altre pietre miliari).
Ma molto carino e piacevolissimo da guardare.
Del tipo nove episodi di fila una volta scoperto che era cominciata la nuova stagione, e poi attesa settimanale per vedere l’esito degli scontri con altri due membri della Generazione dei Miracoli, l’asso Aomine che ha scordato il divertimento del basket e il perennemente annoiato Murasakibara.

Annunci

3 aprile 2014 - Posted by | Anime, Kuroko no Basket | , , , , ,

3 commenti »

  1. Rimango sempre per Slam Dunk, un piccolo capolavoro.

    Commento di M.T. | 4 aprile 2014

  2. Ovvio, è tutta un’altra cosa!
    Questo non è serio 😉

    Commento di tanabrus | 4 aprile 2014

  3. Già 😛
    Però ora se mi capita di rivedere cose come Capitan Tsubasa mi scende la catena e basta, non riesco a farmi neanche due ghigne. Cosa che invece faccio se rivedo l’anime di Slam Dunk, più “scanzonato” rispetto al fumetto.

    Commento di M.T. | 4 aprile 2014


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: