La torre di Tanabrus

Did you miss me?

L’ascesa dei Cyber-uomini


cyber

Primo doppio episodio -quinto e sesto- della seconda stagione del Doctor Who, che vede entrare in scena un universo alternativo e ci fa assistere alla nascita dei Cybermen in questo nuovo mondo.Cybermen che sono nemici classici del Dottore, e quindi dal look datato in memoria dei vecchi tempi. Un po’ come i Dalek.
Ammetto però che se alla prima visione mi erano sembrati totalmente ridicoli, come aspetto li ho digeriti molto meglio adesso.

L’inizio della storia è molto bello, con il TARDIS che cade fuori dal vortice temporale e che sembra morto. Ovviamente non è così, ed è chiaro a chiunque da subito visto che non c’è abbastanza pathos né disperazione per far pensare seriamente a una cosa del genere (senza contare che il TARDIS è elemento fondamentale della serie, pensassero di ucciderlo anche solo per un episodio la notizia anticiperebbe in pompa magna l’episodio stesso).
Conseguentemente, i tre si ritrovano su una Terra parallela, dove per esempio prosperano gli zeppelin, dove Pete Tyler è vivo e ricco, dove l’Inghilterra ha un presidente e dove il genio John Lumic, con le sue Cybus Industries, ha reso tecnologicamente avanzatissima l’Inghilterra.

Mentre il Dottore, trovata una scintilla di vita nel TARDIS, le dona parte della propria energia per farlo tornare al pieno delle forze (ciclo di rigenerazione che richiederà una giornata), tutti sono liberi di andare in giro a dare un’occhiata.
Mikey è sempre più incavolato, trattato come un idiota dal Dottore e ignorato anche da Rose. Così se ne va a vedere se qui sua nonna, la figura più importante della sua vita (su cui abbiamo per la prima volta qualche scorcio), è ancora viva.
Lo è, lo crede Ricky e sopratutto viene rapito da due tizi su un furgone. Amici di Ricky, che lo credono impazzito visto che la loro prima regola è non contattare le proprie famiglie per tenerle al sicuro: stanno infatti combattendo contro la Cybus, sicuri che sia dietro alle sparizioni di senzatetto (di cui finalmente hanno anche le prove).

Quello che nessuno sa è che in realtà alla Cybus hanno sviluppato i Cyber-Uomini, rinchiudendo un cervello umano in un corpo d’acciaio. Robocop con pensieri collettivi, senza pistola, governato da computer e privo di emozioni.
Lo scoprono Rose e il Dottore, infiltratisi a casa Tyler per capire qualcosa su Pete (Rose) e sulla Cybus con cui collabora (il Dottore), quando la casa viene cinta d’assedio dai Cyber-Uomini.

L’obbiettivo di Lumic (che sta morendo) è quello di trasformare tutti gli umani nella loro versione migliorata, i Cyber-Uomini.
Volenti o nolenti.
Cominciando da Londra, per poi passare alle altre fabbriche di Cyber-Uomini disseminate per il mondo.
Un doppio episodio bello, che oltre alla lotta contro la Cybus gira intorno a Mickey, alla sua personale guerra per farsi notare e accettare, fino alla prevedibile conclusione.
E si gettano basi importanti per il futuro, in questo episodio, con questa terra alternativa dove alla fine rimane in vita il solo Pete Tyler (ricco e deciso a distruggere la Cybus) della famiglia Tyler, dove due rivoltosi in furgone partono per sconfiggere eserciti di Cyber-Uomini, e dove il Dottore ha salvato la situazione anche questa volta, prima di tornare nel nostro universo chiudendo la falla nel vortice per sempre dietro di sé.

Molta prevedibilità, e un po’ (tanta) esagerazione per la reazione dei Cyber-Uomini all’attacco finale del Dottore che disattiva i loro inibitori di emozioni, portandoli all’isteria, al dolore e all’autodistruzione. Ma l’atmosfera in questa storia è piacevole, il ritmo serrato, i Cyber-Uomini attualizzati in questa versione alla Robocop, e tutti fanno quello che devono fare, arrivando alla fine che dovevano raggiungere. Era inutile portare avanti nel gruppo pesi morti narrativamente parlando, sopratutto con questo Dottore e l’impronta che ha dato al personaggio (tra lui e la sceneggiatura).

Annunci

25 marzo 2014 - Posted by | Doctor Who | , , , , , , , , , , , , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: