La torre di Tanabrus

Did you miss me?

L’uomo con il fucile


Quinto numero di Orfani, e tutto procede come è sempre stato finora.
Ovvero, parte nel passato interessante, parte nel presente gravata dal non detto. Insomma, questa prima serie odora di enorme prologo per qualcosa che verrà poi. Ma è piacevole.

Nel passato assistiamo alla morte di Hector e all’arrivo di Raul, che si guadagnerà il nome di Eremita arrivando nel gruppo in un secondo momento, unico superstite della sua squadra, e decidendo di non considerarli la sua famiglia per non soffrire di nuovo quando inevitabilmente qualcuno fosse morto.
E assistiamo a una cosa interessantissima, gli scontri che preparano per i gruppi quelli dell’esercito. Combattimenti con i ragazzi disarmati, in un ambiente dove sono già i loro nemici. Carcerati condannati a morte cui è stata promessa la libertà se uccideranno tutti i membri della squadra contro cui combatteranno.

Ma in realtà questi prigionieri sono ribelli… ribelli a cosa? Cosa è successo nel mondo dopo l’attacco, a parte il potere dei militari che stanno creando gli Orfani? Cosa è successo realmente?
Peccato che un comprensibilmente rancoroso Raul uccida la donna prima che questa gli possa spiegare chi sono loro…

Nel presente la guerra sembra finita.
Le antenne funzionano, gli spettri sono trovati e sterminati. Distrutta la loro base, sembrano disintegrarsi anche loro.
Ma Raul vede qualcosa, nota qualcosa. Qualcosa che ha a che fare con un aereo abbattuto da uno spettro… ma che a un nuovo esame sembra colpito invece da un cannone al plasma dell’esercito terrestre. Ciò che ha visto e ciò che ha trovato non corrispondono, e quando lo fa presente alla dottoressa questa gli dice chiaramente che se decide di indagare gli dirà la verità e poi lo butterà fuori dal progetto, altrimenti stia zitto e continui a uccidere su commissione. Cosa che alla fine decide di fare, dato che nel tempo si è innamorato di Sam che ora è tra l’altro libera, quindi tutto per lui si sta mettendo per il meglio.
L’unica persona scontenta, oltre a Ringo che ancora non si sa se sia vivo o no, è una strana persona in armatura che parla con la dottoressa e che pare assetata di morti. E a cui la dottoressa promette che alla fine lascerà uccidere tutti quanti.

Chi è questo individuo? Appartiene a un’altra squadra?
Chi sono gli spettri? Esperimenti falliti dell’esercito?
Cosa c’è dietro a tutto questo? E cosa accadrà adesso che la guerra pare finita?

La storia è piacevole, anche se per via del suo apparire come un semplice prologo risulta più gradevole la parte nel passato piuttosto che quella nel presente.

Annunci

27 febbraio 2014 - Posted by | Orfani | , , , ,

2 commenti »

  1. Da quello che scrivi l’impressione è più positiva di quella di Dragonero.

    Commento di M.T. | 27 febbraio 2014

  2. Si, sicuramente, malgrado la lentezza.

    Commento di tanabrus | 27 febbraio 2014


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: