La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Delitto e castigo


Delitto e castigo

Autore: Fedor Dostoevskij
Formato: Paperback
Editore: Newton Compton
Lingua: Italiano
Prezzo: € 7,00
Pagine: 412
Data di pubblicazione: 2011

Mi sono avvicinato a questo libro con cautela, quasi con timore, temendo una sua eccessiva pesantezza.
E sperando di scoprirmi completamente in errore, come accaduto in passato con Kim.

Il libro invece si è rivelato abbastanza pesante, per via dello stile dell’autore e del tempo trascorso.
La storia è affascinante e scritta perfettamente, seguendo il giovane Raskolnikov che in uno stato semidelirante decide di compiere un omicidio, e mostrandoci poi come la sua stessa coscienza lo perseguiti annientandolo completamente.
E alla sua storia si intrecciano quelle di Marmeladov, incontro casuale che rivestirà un’importanza decisiva nella vita del ragazzo, della sua disgraziata famiglia, e della famiglia di Rodja stesso, con la sorella sopravissuta a uno scandalo e ora promessa in sposa a un uomo benestante. E poi il giovane e positivissimo Razumichin, l’ambiguo Svidrigajlov, lo scaltro Petrovic deciso a scoprire il vero assassino, il dottore appassionato di malattie mentali.

Una storia che ci mostra l’estremo degrado della Russia di Dostoevskij, divisa tra i “civili” abitanti delle città (divisi tra benestanti appartenenti all’apparato statale e miseri privi di ogni cosa)  e i primitivi contadini, con la Siberia spauracchio per i malfattori.
Una storia che ci mostra l’arroganza degli intellettuali, i sogni di comuni che animano alcune correnti di pensiero contrapposte, scontri sociali e culturali su molteplici livelli.
Ricchezza e povertà, orgoglio, pazzia, sacrifici, deliri di onnipotenza, progresso scientifico, arretratezza. Tutto quanto confluisce in una storia che purtroppo risulta un po’ troppo pesa, un po’ troppo lenta.

Quando sbircio le pagine successive per vedere quanto manchi alla fine del capitolo, quando arrivo ogni tanto a saltare descrizioni di stati d’animo o chiacchiericci inconcludenti, non è mai un buon segno.
In alcuni momenti il romanzo mi ha avvinto, in altri mi ha stancato.
Di sicuro mi ha preso molto meno che non I fratelli Karamazov, che avevo avvertito come meno pesante rispetto a questo.

Annunci

17 febbraio 2014 - Posted by | Dostoevskij Fedor | , , , ,

1 commento »

  1. Non mi è dispiaciuto, Delitto e Castigo. Certo che nemmeno io direi che è un libro leggero e scorrevole…

    Commento di Bruno | 18 febbraio 2014


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: