La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Il grande e potente Oz


 

L’ultimo film visto, dopo un paio di visioni sfortunate come Comic Movie (dove la comicità sta nel ritenerlo un film) e Hansel e Gretel: Cacciatori di streghe (un buon film alla cazzona, ma speravo in qualcosa di più invece che un mezzo comico) è stato Il grande e potente Oz, il film della Disney prodotto da Sam Raimi che si proponeva di rispolverare il mito del mago di Oz.

Premetto che dei numerosi libri dedicati a Oz conosco solo il primo, di cui sapevo che questo film avrebbe costituito una qualche sorta di prequel.
Ovvero: come è arrivato al potere il Mago di Oz che Dorothy e i suoi amici incontreranno alla fine delle loro avventure?

Ecco allora comparire in scena Oscar Diggs, in arte Oz, illusionista privo di morale e di scrupoli in un circo itinerante, truffatore e dongiovanni.
Per salvarsi dall’ira di un fidanzato energumeno e geloso, fugge dal circo in mongolfiera finendo preda anche lui di un tornado che lo trascina… si, nel mondo di Oz.

Qui incontra Theodora, una strega buona che, saputo il suo nome e la sua qualifica, lo identifica con il mago della profezia. Che profezia? Ma la profezia, ovviamente.
Quella che prevede l’arrivo di un grande mago dal nome della loro terra, cui spetterà il trono della Città di Smeraldo e che salverà tutto e tutti.
Infatti da quando il vecchio re è stato ucciso, Oz vive nel terrore della perfida strega cattiva, la figlia del re che era arrivata addirittura a ucciderlo per prendere il potere… e che aveva sguinzagliato i suoi temibili babbuini volanti sulle terre per portare distruzione e morte!

Scott ovviamente fiuta l’affare (oltre a una bella strega che vuole essere sua regina) ed entra nella parte seguendo Theodora in città e ricevendo il regno da sua sorella Evanora, custode del trono.

Da qui, a parte il gruppo di compagni che il mago avrà nell’avventura, è tutto abbastanza prevedibile: Evanora è in realtà la strega cattiva, Glinda è la strega buona ed è fuggita per evitare di venire fatta fuori, Scott lo scopre proprio mentre sta per distruggere la fonte del potere di Glinda e si unisce a lei per sconfiggere Evanora.
Theodora scopre la verità, viene trasformata in una strega malvagia dalla sorella, scoppia la guerra, Oz viene creduto pronto a fuggire in quanto cialtrone e invece usa i suoi trucchi da illusionista, su grande scala, per vincere il trono e far trionfare il bene.

Si, prevedibile e melenso, come ci si può purtroppo aspettare da un film Disney. Il bene qui, il bene là, l’amore su e giù, noi non possiamo uccidere né combattere nessuno, anche se sono babbuini e streghe cattive e soldati… mago salvaci tu, con i tuoi trucchetti innocui che non fanno male a una mosca.

Prevedibile, melenso e alla fine impossibile.

Impossibile che nessuno avesse subodorato che la cattiva in realtà era la reggente, e che la strega fuggita e mai più tornata fosse quella buona.
Impossibile che nessuno avesse notato che i babbuini partivano dalle torri della città, non dalla bolla di sapone che proteggeva le terre di Glinda.
Impossibile che due streghe potenti, che usano fuoco e… elettricità?, vengano messe in fuga in questa maniera da illusioni banalissime, intangibili.
Impossibile che una strega sia scema come Theodora.
Impossibile che un popolo sia così stupido.

No, dai, Theodora che realizza di colpo la verità su Evanora così, di punto in bianco, mentre sparlano di Oz e Glinda. E dopo aver accettato una mela da Evanora (ma dai!) che la renderà malvagia.

L’unica cosa bella del film sono i paesaggi, molto belli, si, e il party di Oz.
Che è composto da una scimmia parlante, inizialmente fattorino e poi suo fedele servitore, e da una bambina di porcellana riparata da lui stesso con un po’ di colla.
Più Glinda, ovviamente, e la sua gente, compreso l’inventore che realizzerà i suoi progetti e il tappetto burbero con l’insana passione per le fanfare.

Ok, lui potrebbe anche restare fuori.

 

Alla fine non è stato un brutto film (non posso definirlo tale dopo aver visto in sequenza Comic MovieHansel e Gretel) ma qualcosa buono per passare un po’ di tempo, senza pretese e senza grandi sorprese.
Mi aspettavo molto di più, ma vabbé…

Annunci

30 settembre 2013 - Posted by | Il grande e potente Oz | , , ,

2 commenti »

  1. Ultimamente i film sono tutti di questo livello…belli visivamente, ma come storia siamo a zero…un po’ come è successo ai videogiochi negli ultimi anni

    Commento di M.T. | 1 ottobre 2013

  2. Ma no, dai, tutti tutti no… però la tendenza purtroppo è sempre più alla grafica e alla spettacolarizzazione (colpa del 3D?), è vero 😦

    Commento di tanabrus | 2 ottobre 2013


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: