La torre di Tanabrus

Did you miss me?

La battaglia di passo Keleb


Autore: Fabrizio Valenza
Formato: E-book
Lingua: Italiano
Prezzo: gratuito
Pagine versione cartacea: 560
Data di pubblicazione: 16 luglio 2012
Saga: Storia di Geshwa Olers
Geshwa Olers e il viaggio nel Masso Verde (2008)
La faida dei Logontras (2010)
Il cammino di un mago (2011)
La battaglia di passo Keleb (2012)

 

Quarto volume della saga Storia di Geshwa Olers, finalmente sembra che si cominci a puntare verso la meta del viaggio.
Ritroviamo il protagonista, Geshwa, che dopo gli eventi del secondo libro è stato promosso a Comandante di Centa ed è stato assegnato alla roccaforte di Passo Keleb.

Dove ritroviamo al comando il Generale, la nostra vecchia conoscenza (e vecchia conoscenza di Geshwa).
Ma non solo, al Passo il Generale nasconde anche il Profeta, l’uomo che aveva bendetto Ges alla nascita individuandovi il predestinato della profezia.

La trama spicciola vede un attacco al Passo portato magistralmente dai nemici, aiutati da ben tre maghi. I nostri tre maghi, che con un senso di continuità ricompaiono a perseguitare Geshwa e chiunque gli sia vicino.
Ma oltre a ciò che accade al Passo abbiamo altre vicende importanti che proseguono o che scopriamo.

Abbiamo i giochi di potere all’interno del Consiglio dei Maghi, che vedono Asshar sotto accusa proprio per colpa del suo apprendista, che incautamente si è affidato a un vicario del consiglio… lo stesso che pure pare essere dalla parte giusta e che ha tentato di avvertire al Passo Geshwa.
Abbiamo la storia del giovane soldato Selb, capendo solo alla fine che la lettera che spesso leggevamo tra i capitoli del libro era la sua lettera al padre, in cui raccontava la propria storia e il perché fosse al Passo di Keleb.
Abbiamo poi la scoperta di chi sia l’eminenza oscura dietro a tutto ciò che è accaduto a Geshwa, un bel colpo di scena.

Anche se il vero colpo di scena è la rivelazione finale ottenuta dal Profeta.
Possibile che una persona normale possa diventare il vero predestinato, se un numero sufficiente di persone decide che lo sia? D’accordo che le profezie si realizzano da sole, ma questo porta il tutto su un piano superiore. Intrigante come possibilità.

La storia è scorrevole e senza buchi, anche se spesso la scrittura tende a infiorettarsi troppo specialmente nei momenti di pausa con descrizioni o reminiscenze della storia passata. Anche troppo, al punto che non di rado viene voglia di saltare alcune descrizioni.
Anche l’utilizzo ricorrente di termini desueti o troppo tecnici (come durante il combattimento) alla fine stanca un poco.

Ma più che la scrittura, il vero ostacolo del libro per quanto mi riguarda è il protagonista, che non riesco assolutamente a farmi piacere ma nemmeno a farmi non piacere.
Mi è indifferente, mi appare privo di carattere e di spessore, doato delle caratteristiche necessarie alla bisogna. Una sorta di Topolino, insomma.
Preferisco i soldati che veniamo a conoscere, o il Generale, o i gemelli, o anche il mago e il curatore.
Non per nulla già in passato avevo scritto di come preferissi le storie relative a Narggolìan, piuttosto che quelle dedicate al protagonista…

Una lettura non spiacevole anche se gravata da questi due punti che ho indicato.
Da leggere solamente se si sono già letti gli altri libri, ovviamente.

Annunci

26 settembre 2013 - Posted by | Valenza Fabrizio | , , , , ,

8 commenti »

  1. Ciao Gabriele, grazie per il commento. Lo attendevo (e, devo dire, con un poco di ansia… :-D). Sono contento che tutto sommato ti sia piaciuto, come mi pare di capire. Circa il protagonista, capisco perfettamente. A questo punto, fortuna che ci sono tanti personaggi, piuttosto vari.

    Commento di Fabrizio Valenza | 26 settembre 2013

  2. Si, diciamo che sono più un fan di altri personaggi… Narggolìan quando torna in scena, sotto i riflettori? 🙂

    Commento di tanabrus | 26 settembre 2013

  3. Nei successivi, anche se un nuovo intero volume dedicato tutto a lui non ci sarà…

    Commento di Fabrizio Valenza | 26 settembre 2013

  4. Se torna a ricoprire un ruolo importante direi che sarà già qualcosa 🙂

    Commento di tanabrus | 26 settembre 2013

  5. Eh, direi proprio di sì! 🙂

    Commento di Fabrizio Valenza | 27 settembre 2013

  6. Per quanto riguarda la profezia, sì è possibile. Basta pensare cosa ha fatto la Rowling con Harry Potter: Voldemort, decidendo di eliminare Harry, lo riconosce come minaccia e pertanto lo fa diventare colui che lo sconfiggerà.

    Commento di M.T. | 28 settembre 2013

  7. Già, la maledizione delle profezie autoavveranti…

    Commento di tanabrus | 28 settembre 2013

  8. Esattamente. In Ges Olers la cosa è, in realtà, ancora più tremenda, visti i reale responsabili della cosa… 🙂

    Commento di Fabrizio Valenza | 29 settembre 2013


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: