La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Gli impuri


Terzo numero per il fantasy Bonelli.
Finito il flashback che ha occupato gran parte dei primi due numeri, l’azione è ora limitata al presente.
E purtroppo ancora il risultato lascia a un po’ a desiderare.

La storia è lenta, il colpo di scena era telefonato già nel secondo numero, e continuano le coincidenze che riportano le persone conosciute nel flashback a incontrarsi in questa nuova missione.
Ma sopratutto, a deludere sono due cose.

La prima, gli Impuri del titolo. Che alla fine si rivelano abbastanza insulsi per essere potenti negromanti, ma vogliamo poi citare Sera che dopo essere arrivata dagli Impuri annusando l’aria capisce che sono negromanti, e che sia lei che Gmor non hanno speranza di sopravvivenza e quindi tutte le loro speranze risiedono in Ian e nei suoi misteriosi e incompresi poteri draconici.
Poteri che alla fine non vediamo all’opera, a parte un accenno al fermare il tempo nel momento dell’attacco. Poteri che però oltre a Sera pare (in ritardo) riconoscere anche il capo degli Impuri, che si arrende rapidamente (giusto il tempo di quasi uccidere Sera e Gmor, e di far freddare i suoi due figli, tanto per esserne sicuro) consegnandogli un marchignegno che gli sarà utilissimo per rendere visibili le navi rese invisibili dalle pietre magiche.

La seconda, il comandante che si occupa di fronteggiare gli orchi sembra la brutta copia di Quinto Fabio Massimo.
Bravo, valido, ma troppo cauto.
Che posso capire il generale romano, trovandosi ad affrontare con le sue legioni l’esercito vittorioso e dotato di elefanti di Annibale.
Ma qui abbiamo un’isola invasa da orchi folli armati di ritrovati tecnologici assurdi e di fuoco pirico, abbiamo città di coloni sterminate, abbiamo il nemico che è sempre avanti a noi, e il comandante sa solo dire che non ha intenzione di passare all’iniziativa così alla leggera. Perché un intervento aggraverebbe la situazione, e non ha prove certe che gli orchi abbiano il fuoco pirico.
E per portare le prime prove, catturano una nave invisibile grazie al Suanin ricevuto dagli impuri, ma in una scaramuccia con alcuni orchi i nostri perdono rapidamente una barca, affondanta in due colpi dai nemici.

Ovviamente il nostro gruppo di scout vola sull’isola in aliante, dalla barca attaccata e affondata. E nessuno li vede. Non gli orchi che sono vicini alla barca. Ovvio.

Non c’è il plagio del Signore degli anelli rispetto al secondo volume, ma la storia è ancora troppo lenta e anonima. Ormai arriverò alla fine del primo ciclo, ma se non si riprende rapidamente non penso continuerò a seguire le vicende di Ian.

 

Inoltre trovare questo terzo volume è stata un’impresa, ha avuto dei ritardi paurosi un po’ in tutta Italia!

Annunci

25 agosto 2013 - Posted by | Dragonero | , , , ,

Al momento, non c'è nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: