La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Il segno del destino


Un paio di giorni fa mi è giunta notizia dalla sempre solerte e attenta Tintaglia di una nuova uscita in Italia.
Un libro che entrambi abbiamo letto e apprezzato è stato finalmente portato da noi, tradotto e pubblicato.
Era l’ora! E’ giusto che i bei libri stranieri arrivino anche nelle nostre librerie.

L’unica cosa che non capisco è perché, dovendo portare bei libri stranieri in Italia, abbiano deciso di portarne uno illeggibile.

Avevo letto Il segno del destino (Grave Mercy, in originale) lo scorso anno in un gruppo di lettura YA su Goodreads.
Ne avevo parlato qui a ottobre, e due mesi dopo aveva vinto anche il titolo di peggior libro che io avessi letto nel corso del 2012, sconfiggendo l’agguerrita concorrenza di ottimi avversari quali Gone.

Che dire?

Ricordo bene che si tratta di un libro pieno zeppo di illogicità grandi quanto una palazzina, con una storia d’amore ovvia e scontata, tradimenti annunciati che poi si rivelano effettivamente tali, una protagonista addestrata alla nobile arte dell’assassinio e che non è capace di fare il suo mestiere, goffa e imbranata com’è, ma ugualmente le viene affidata la missione più importante dell’Ordine… Ordine che si limita a qualche suora che istruisce le novizie, e a tre novizie in età da missione.
L’unico brivido l’avrebbe potuto dare la notizia che le scelte dell’Ordine fossero dovute in realtà al volere il fallimento della missione, al volere morti e rovesciamenti di potere, e che per questo fosse stata mandata la protagonista.
E invece no, l’antico e onorato ordine delle suore ninj.. assassine si rivela essere davvero onorevole, non sono per nulla traditrici. Solo stupide e idiote, dalla prima all’ultima.

E, lo devo dire, mi fa davvero strano che un libro del genere sia arrivato a ottenere la traduzione quando ci sono libri molto migliori che non vengono considerati.
Bah.

Comunque io vi ho avvertiti, lettori avvisati…

Annunci

3 agosto 2013 - Posted by | LaFevers Robin | , ,

4 commenti »

  1. Fanucci…la cosa non mi sorprende…questa casa editrice alterna buone scelte ad abbagli non indifferenti, oltre a una bassa attenzione verso la qualità delle sue pubblicazioni, piene di refusi.

    Commento di M.T. | 5 agosto 2013

  2. Temo questo sia un abbaglio pessimo 😦

    Commento di tanabrus | 6 agosto 2013

  3. Un libro che non può mancare nella nostra stufa.

    Commento di librisognanti | 6 agosto 2013

  4. Neanche per la stufa va bene, costa troppo: al prezzo di vendita che ha, s’acquista un quintale di legna.

    Commento di M.T. | 6 agosto 2013


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: