La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Exiled


Questo libro mi aveva incuriosito per la trama: un villaggio segreto i cui membri hanno poteri magici, e la cui occupazione è la caccia dei demoni per proteggere il mondo. E uno di loro, il ragazzino protagonsita, nel giorno della propria iniziazione si scopre senza poteri.
Viene esiliato nel mondo comune, e proprio qui scoprirà una grandissima minaccia che incombe sia sui Cacciatori che sui Demoni, una minaccia che si troverà a dover affrontare in prima persona.

Trama interessante, peccato che il risultato sia stato parecchio deludente.

I punti a favore del libro, alla fine, risiedono nell’idea di fondo (non originale ma comunque carina, per quanto ci siano dozzilioni di animemanga basati sullo stesso concept) e in una scrittura scorrevole, che rende piacevole la lettura.

Punti a sfavore? Non c’è che l’imbarazzo della scelta, purtroppo.

Abbiamo una prevedibilità francamente frustrante, si capisce chi cerchino in realtà i Cacciatori praticamente fin dalla prima volta che viene descritto quello che cercano. Ma ovviamente solo il lettore lo capisce, i personaggi all’interno del libro aspettano di sbatterci la faccia per collegare i puntini e comprendere cosa stia succedendo.

La struttura fantasy della storia poi alla lunga diventa onestamente noiosa.
Capisco gli elementi fantasy, capisco il voler magari creare qualcosa di stampo classico in un contesto moderno.
Ma… la quest assegnata ai due protagonisti dal vampiro, per sganciare le informazioni? La pseudo dama del lago con la sua prova per la consegna dell’artefatto? La profezia sul Prescelto? E ancora, più avanti, il mezzo demone che segue il protagonista rischiando la vita… solo perché lo diceva una profezia? Profezie su profezie… difficile gestirle quando sono piazzate per bene, figuriamoci qui dove sono fondamentali. Bah.

Il Prescelto.
All’inizio uno dei punti interessanti del libro era il fatto che il protagonista fosse esiliato perché monco, perché privo del potere elementale che invece tutti gli altri hanno. Temevo una svolta di questo tipo, ma leggere che in effetti era solo che era troppo potente e i suoi poteri si sviluppavano più lentamente, dandogli un botto di poteri (due invece di uno! E poi il potere mistico dell’essere il Prescelto, Campione della Luce e del Bene) controbilanciati solo dalla sua inesperienza… beh, si scade nel banale. Peccato.

Il protagonista è francamente scemo.
Come apre bocca riesce sempre a dire la cosa sbagliata. O meglio, la cosa giusta per fare arrabbiare le persone sbagliate. Anche quando sa cosa non deve dire. E al tempo stesso, questo ragazzetto arrogante si fida a pelle di persone che fino a due giorni prima avrebbe ucciso a vista, elevandole al non ambito rango di amici per la vita.
Oltre poi a essere l’unico a non capire di essere innamorato di un mezzo demone, ma questo è comune negli YA.
Il non capire, intendo, non il mezzo demone.

Ho visto una bella strizzata d’occhio a Brooks.
Il che non sarebbe un male, visto che un tempo mi piaceva. Il male risiede nell’oggetto della strizzata d’occhio: il divieto.
E non il Divieto delle Pietre magiche, il Divieto oltre il Divieto. Quello del Druido Supremo.
Quello di quando per quanto mi riguarda la saga ha avuto un crollo verticale pauroso.
Ecco.

Un’altra cosa fastidiosa è che il protagonista resta in vita.
Quanto meno, arriva vivo alla fine del libro.
Ora, capisco tutto… ma se i cattivi ti trovano più e più volte a ficcare il naso nei loro affari, e dopo i primi pestaggi amichevoli di avvertimento te continui e anzi li meni… il minimo che possa succederti è di vederti troncare gli arti, o addirittura di essere fatto fuori.
Lui no, al massimo lo legano male e lo lasciano in disparte, libero di fare quello che vuole.
Degno del peggior manuale per aspiranti evil lords…

I famigerati demoni purosangue che un tempo razziavano la terra e che sono stati banditi nell’altra dimensione.
Creature feroci e formidabili, per sconfiggere le quali nacquero i Cacciatori.
Che ora si impegnano molto per sconfiggere i demoni annacquati rimasti in Terra, come i vampiri.
E arriva questo scarto di Cacciatore, assieme a una mezza demone dai poteri incerti… affrontano due demoni purosangue, e li sconfiggono.
Il ragazzino va nell’altra dimensione e stende demoni.
Oh, ma scherziamo? Un minimo di coerenza… se i demoni sono spacciati per potentissimi, allora il nostro deve prenderle di santa ragione, tenere un basso profilo e nascondersi. O ricevere un boost immenso di poteri. Più immenso di quello già ricevuto.
Demoni onnipotenti ‘sta ceppa…

 

Insomma, questa storia è un groviera. Peccato, una buona occasione sprecata in maniera indecente.

Annunci

14 giugno 2013 - Posted by | Merrick | , , , , ,

2 commenti »

  1. Un vero peccato, la trama in effetti avrebbe incuriosito anche me!
    Mi spiace che tu ti sia sorbito una lettura poco piacevole – se ti può consolare, “Demoni onnipotenti ‘sta ceppa” mi ha fatto ridere xD

    Commento di Camilla P. | 14 giugno 2013

  2. Grazie 😀

    Commento di tanabrus | 15 giugno 2013


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: