La torre di Tanabrus

Did you miss me?

L’età sottile


Eccoci all’ultimo libro di Francesco Dimitri, uno dei miei scrittori italiani preferiti.
E qui siamo ai livelli di Pan e di La ragazza dei miei sogni, per quanto mi riguarda. Livelli altissimi, quindi.
Romanzo di formazione, un ragazzo che viene introdotto al mondo della magia.
La magia vera, pericolosa. Ingombrante.
La sua vita reale si scontra con la vita altra, e alla fine ne è fagocitata.
Rinuncia all’amore, alla vita reale, alla vita sociale. Si dedica con tutto se stesso, sempre più, alla magia.
Al suo Maestro. Ai suoi compagni Apprendisti.
E poi l’attacco, la guerra. La furiosa battaglia per sopravvivere, in un mondo al di là delle leggi umane dove solo la propria Volontà può proteggerti e fare da Legge.
La crescita di Greg, il suo mutamento fisico e spirituale.
La perdita dell’occhio e l’acquisizione della conoscenza del mondo soprannaturale.
La perdita dell’amore e l’acquisizione dell’amicizia dei suoi pari.
La consapevolezza della morte, dell’effimerità della vita. E la consapevolezza del potere.
La vita reale che scompare di fronte all’esaltazione della magia, e la vita reale che ritorna quando arrivano gli attacchi, le tragedie. Quando il potere non basta e le vite reali si spezzano.

Il tutto mescolato con gli altri libri di Dimitri.
Si cita Dagon che è stato un apprendista di Levi.
Si cita Michele, sciamano di Roma.
Si cita Nemi, con il tempio e i satiri.
Si cita la teoria della Carne, dell’Incanto e del Sogno… ma si scopre che è questo, una delle tante teorie.
Perché nessuno può sapere realmente cosa sia la magia e come tutto funzioni, per ognuno può essere diverso.
Per i maghi come Levi, Gregorio, Simone, Diana e Elena la magia è Volontà e Immaginazione, droghe e sesso e morte, Potere. E’ comando e piano astrale, evocazione e creazione.
Ma non si negano le altre teorie. Non si nega Carne, Incanto e Sogno. Non si negano divinità e sciamanesimo.
Massima apertura, tutto è soggettivo, la realtà la creiamo noi con la nostra Immaginazione e la nostra Volontà.

Un gran bel libro, uno di quelli dai quali non riesci a staccarti e ti ritrovi alle due di notte che crolli dal sonno ma sei soddisfatto perché hai terminato la lettura, hai assistito alla fine dello scontro, sai come finisce la storia per il momento.
E sei triste, perché hai finito il libro e ora chissà quanto dovrai aspettare per immergerti nuovamente in un libro di Dimitri.

E goderti i suoi richiami agli altri libri.
E il suo citare Doctor Who, Buffy, Supernatural, D&D, Alan Moore, Neil Gaiman.
La mitologia.
Sai già che sarà una lunga attesa. Ma ne varrà la pena.

Chiudo con un brano che ritengo potente.

Nel momento dell’orgasmo, e in punto di morte, avevo fatto magia. Mi ero spinto agli estremi e qualcosa era successo.
Questo non potevo negarlo, e valeva la perdita di un occhio.
Era magia, vera magia.
Era esaltante.

Annunci

21 maggio 2013 - Posted by | Dimitri Francesco | , , , , ,

4 commenti »

  1. “Nonsi” –> Non si

    Commento di Anonimo | 21 maggio 2013

  2. Grazie, sistemato 😉

    Commento di tanabrus | 21 maggio 2013

  3. non l’ho ancora letto, ma non ho resistito di andare alle prime righe del tuo commento per capire se ti è piaciuto. E poi ho smesso di leggere, contento 🙂
    Me lo vado a comprare…

    Commento di Ema | 4 giugno 2013

  4. Si, mi è piaciuto davvero molto. Quanto Pan, oserei dire.

    Commento di tanabrus | 4 giugno 2013


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: