La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Terry Brooks


terry-brooks

Terry Brooks, l’avvocato più famoso del fantasy, è nato a Sterling 69 anni fa.
Essendo grazie a lui che mi sono avvicinato al genere, mi sembra giusto un post commemorativo…

Quindi passerò a scrivere cosa ricordo dei suoi libri, cosa mi hanno lasciato, cosa penso quando li vedo (sono ancora tutti là, sui due scaffali più alti della libreria, sulla fila esterna) o quando ne sento parlare.

La spada di Shannara.
Il mio primo fantasy.
Ho l’edizione degli Oscar, letta talmente tante volte che la copertina nelle parti più esterne è rovinata.
Si, anni dopo ho scoperto quanto fosse un plagio (non me la sento di chiamarlo in altra maniera) del Signore degli Anelli. Ma l’affetto per Shea e Flick Ohmsford, Menion Leah, Allanon e il gruppo di personaggi che aiuta Shea a sconfiggere il Signore degli Inganni resta invariato.

Le pietre magiche di Shannara
La storia di Wil e Amberle, la storia dell’Elessedil e del Divieto.
Il sacrificio dell’elfa per consentire al mondo di rimanere separato dai Demoni.
La città degli elfi, le loro usanze.
La crudeltà del primo demone sfuggito al Divieto, che mi aveva colpito tantissimo.
Gli gnomi curatori.
Uno dei libri cui sono rimasto più affezionato, e uno dei primi libri che mi ero comprato per conto mio.

Le conseguenze dell’uso della magia da parte degli Ohmsford, la magia fusa con i figli di Wil.
Jair, che può creare illusioni con il suo canto.
Brin, che cambia il mondo con la sua voce, desiderata e temuta dalla nuova minaccia malvagia.
Una minaccia alla fine molto meno spaventosa di quanto sarebbe dovuta essere, un po’ deludente.

La chiamata alle armi da parte dell’ombra di Allanon, quando ormai le vicende degli Ohmsford sono dimenticate nel tempo.
Nuovi protagonisti, una storia più corale e sopratutto una vera saga, con una storia che non terminerà prima del quarto libro.

Di questo libro ricordo poco, l’ho letto insieme agli altri della saga, uno dopo l’altro.

Il libro che conosco meglio della seconda saga di Shannara.
Il primo che ho comprato, all’epoca, in versione addirittura cartonata.
La ricerca degli elfi scomparsi dalle quattro terre, i Roc, i Cavalieri Alati.
E poi l’isola assediata dai demoni, le bestie modificate dalla magia, la fuga precipitosa trasportando con sé l’intera città.
Mi era piaciuto enormemente.

La fine.
Walker Boh è un druido, Wren è regina degli Elfi, i talismani sono tornati.
Lo scontro finale con gli Ombrati, il ritorno della magia.
Il piacere di avere letto una bella saga.

Navi volanti.
E basta.

Il nulla.
Seriamente.
Magia contro supercomputer che non vuole saperne di spegnersi.

Esito prevedibile.
E non mi piace la direzione che si sta prendendo.

Un pizzico di originalità… una gita nel Divieto.
E un po’ di intrighi.
Che cambi qualcosa?

Non ricordo niente di questo libro.
Non è un buon segno.

Ricordo pochissimo anche di questo, giusto il finale.
Delusione totale.

Nest.
Il cavaliere del Verbo.
Il Demone.
Le bestie d’ombra che assediano Nest nella chiesa.
Un libro che ho adorato, dove tutto ha inizio.

John Ross e la sua personale odissea spirituale.

Il Variante.
Nest e il Variante.
L’alba dell’era di Shannara.
Emozionante.

La saga che da anni Brooks voleva scrivere, come da qui si arrivi là.
Il post-Nest.
Demoni tra gli uomini.
Cavalieri del Verbo allo sbando.
Sconfitta imminente.
I bambini in fuga, le città da Hokuto no Ken.
Ottimo inizio.

Gli elfi nel mondo di oggi.
Tom e Hawk.
Le Pietre.

La fine del mondo.
Il potere del Variante.
L’inizio di Shannara, il cerchio che si chiude.
Una saga piacevole.

Frizzante, originale, geniale.
Urban fantasy, niente Shannara, tanta autobiografia e ironia.
Una sorta di Narnia per adulti.

Il dilemma di non venire riconosciuti, se non dai propri nemici.
La solitudine, la decisione di combattere per riottenere il Regno.

La caccia al cane, nel nostro mondo.
Povero scriba.

Prevedibile

Mistaya.
Sarebbe stato un buon ultimo libro di Landover.
Sarebbe.

Non ho letto, volontariamente, la trilogia successiva a L’esercito dei demoni, dato che dalle prime pagine sembrava un clone dei libri di Shannara.
E non ho letto La principessa di Landover dato che dalla trama risultava essere una cavolata commerciale.

Comunque, per quanto negli anni per me Brooks sia diventato sempre più noioso e monotono, non posso certo negare quanto mi abbia emozionato in passato… era diverso lui? ero divero io? avevo letto meno?
Tutto può essere, le emozioni che mi ha regalato però rimangono.

Auguri, Terry!

Annunci

8 gennaio 2013 - Posted by | Brooks Terry

2 commenti »

  1. Direi che ci troviamo d’accordo sui giudizi espressi. Ok Le pietre magiche, la canzone, il ciclo degli eredi, la trilogia del verbo e del vuoto, i primi tre di Landover. Bene I figli di Armageddon fino a metà, quando compaiono gli elfi: poi crolla tutto. La principessa di landover non è all’altezza: molto, molto inferiore ai precedenti. Di landover ha solo il nome e basta.
    Comunque, anche se è calato negli anni, Terry ha saputo dare tanto e di questo va ringraziato.

    Commento di M.T. | 9 gennaio 2013

  2. siamo praticamente d’accordo, l’ultima saga temporale di Shannara è stata molto triste, e sono incuriosito da quella che uscirà l’anno prossimo.
    Per quanto riguarda la saga dopo l’esercito dei demoni, sono solo due libri, appena letti e non so come definirli, sono un nuovo tassello nella mitologia di Shannara, quello che dovrebbe portare l’uscita di uomini ed elfi dalla valle e portarli a popolare il mondo che poi diverrà Shannara, per la prima volta i lucertola vengono chiamati Troll, ma ha il difetto di voler raccontare tanto in poco, si perdono molte cose, lui si focalizza sui personaggi, ma la storia il mito quello che tutti vorrebbero sapere (come si è creato il mondo?) non viene quasi raccontato, mi aspetto altri libri su questa fascia temporale con molti più dettagli e avvenimenti importanti

    per la Principessa di Landover si è sempre saputo che era un prodotto commerciale, un’ imposizione dell’ editore a Brooks, se voleva scrivere del periodo antecedente alla creazione di Shannara doveva scrivere un altro libro di Landover…..e questo è quello che ne è uscito

    Commento di Ben | 9 gennaio 2013


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: