La torre di Tanabrus

Did you miss me?

La tempesta


 L’ultima opera di Shakespeare, che finalmente ho letto, dopo che mi è finita sotto gli occhi più volte negli ultimi mesi.

Che dire al riguardo?
La trama è semplice e lineare, abbiamo il classico tema della vendetta ribaltato però in una finta vendetta, fine solamente al pentimento dei malvagi e che vira poi al lieto fine e al perdono omnicomprensivo, o quasi.

Ma dietro questa trama semplice abbiamo tantissimi substrati di lettura.
Abbiamo il personaggio di Prospero, con tutti gli abiti che gli possono venire addossati e tutte le etichette, da duca a mago.
Abbiamo i familiari traditori, pronti a eliminare i fratelli per aumentare il proprio potere.
Abbiamo l’isola semideserta abitata solamente dal selvaggio Calibano, che diviene prima l’allievo di Prospero e poi il suo schiavo, quando le loro nature si rivelano inconciliabili, quando attenta alla virtù di Miranda. Imperialismo, colonialismo, scontro di culture, la cosidetta superiorità del conquistatore bianco nei confronti delle popolazioni indigene.
Abbiamo Miranda, cresciuta inconsapevole della sua storia e del mondo, e abbiamo Ferdinando, che si innamorerà a prima vista della fanciulla, ricambiato, spianando la strada al lieto fine.
Abbiamo Alonso, bramoso di potere ma vittima dei raggiri altrui.
Abbiamo la magia, impersonificata da spiriti benigni sottomessi alle persone dotate della giusta consocenza… che ricorda un poco la magia dei libri di Stroud, se mi si passa il paragone eretico, ma anche la nascente scienza di allora, qualcosa di sempre più misterioso e miracoloso, potente e inarrestabile, che ubbidiva solamente alle leggi degli uomini colti e istruiti, in grado di leggere i loro strani libri, di comprendere la natura delle cose e di piegarle al proprio volere.
E poi la forza del pentimento e del perdono, la superiorità morale di Prospero che si limita a far pentire i suoi nemici per poi perdonarli.

Inutile parlarne oltre qui, ci sono saggi interi al riguardo e non potrei certo aggiungere niente a quanto sia stato già scritto.
Dico solo che mi è piaciuta.

Annunci

29 dicembre 2012 - Posted by | Shakespeare William | , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: