La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Chris Claremont


XMen

30 novembre 1950, Londra.
Nasce Chris Claremont

L’uomo che nel 1975 ricevette l’incarico di prendere la testata degli X-Men, serie in grosse difficoltà.
E trasformò un gruppo eterogeneo di mutanti in una delle serie più grandiose della Marvel.

Personaggi tridimensionali, uno stile recitato, trame a lunga gittata, dettagli che venivano ripresi dopo anni… storie interessanti e audaci.
Troppo audaci, forse.

Tempesta che perde i poteri nell’indimenticabile Vitamorte, e malgrado ciò diventa capo degli X-Men e capo dei Morlocks, passa al look punk, ha una tormentata storia con l’inventore indiano Forge fino a scoprire che è lui il responsabile della sua perdita di poteri.

La saga di Fenice Nera, la caduta di Ciclope con l’arrivo poi di Maddie Pryor.
La capacità di giocare di sponda con i pochi altri autori mutanti, l’utilizzo di X-Factor per concepire la saga Inferno.

L’evoluzione di Magneto in personaggio vero e realistico, non un cattivo macchietta ma un affascinante villain che spesso ha più ragione degli eroi. Un personaggio che ha sofferto enormemente, e che non vuole più assistere a un genocidio. Un personaggio che ha dato la caccia agli esuli nazisti dopo la seconda guerra mondiale, un personaggio pronto a tutto per difendere il suo nuovo popolo, ben consapevole di dove porterà tutto l’odio e il timore che il mondo nutre per i mutanti.

E poi la lunga caduta dei mutanti, partendo dal genocidio dei Morlocks per arrivare al drammatico Ditelo a Sparta! e al periodo Australiano, culminato con il passaggio nel Seggio Periglioso, un nuovo inizio.
Psylocke diventata da lady britannica una letale ninja assassina, Kwannon.
La Mano, Wolverine a Madripoor, l’arrivo di Jubes…

E prima ancora, Dio ama, l’uomo uccide, toccante graphic novel dedicata a Magneto. La crescita di Wolverine. Il trittico dedicato a Magneto sul nostro numero 50, il suo canto del cigno.

 

E le idee cestinate, gli scontri che lo hanno portato dopo 17 lunghi anni ad abbandonare gli X-Men.
L’idea che Nightcrawler fosse il figlio di Mystica, certo, ma che la mutaforma fosse in realtà suo padre, e sua madre fosse la sua amata Destiny. Già, aveva già inserito allegramente la coppia omosessuale, negli anni ’80. Ma gli proibirono di andare oltre i vaghi accenni fino a rendere Raven il padre di Kurt.
Il desiderio di rendere Wolverine un nemico, facendolo uccidere e resuscitare come loro assassino privo di mente dalla Mano. Idea poi riutilizzata qualche anno fa sulla testata Wolverine, in una saga che ha avuto davvero poco da dire. Banali imitazioni.
La necessità che avvertiva, di togliere di torno Xavier: gli X-Men non sono più studenti, il prof. non serve. E quindi via nello spazio, largo a Ciclope e Tempesta, largo anche a Magneto come preside e guida dei New Mutants. E il pensiero di farlo fuori del tutto, e di portare il saggio e misterioso Gateway a guidare il gruppo. Idea cestinata, troppo rivoluzionario eliminare Charles Xavier.

Idee che tornano ora, poco a poco.
Era troppo avanti come idee, mentre lo stile lento, verboso, da soap opera era perfetto per quegli anni.
Un visionario, nel suo genere.

 

 

Vorrei potergli dedicare un post migliore, dato che se sono qui ora a parlare di queste cose è per gran parte merito suo, ma oggi ho tutt’altre cose per la testa, quindi la chiudo qui.

Cento di questi giorni, Chris!

Annunci

30 novembre 2012 - Posted by | X-Men |

2 commenti »

  1. Chris Claremont è stato l’autore più significativo degli anni 70 e 80. È stato colui che ha creato un capolavoro nel fumetto seriale come non se ne vedeva dai tempi dei F4 di Lee e Kirby.
    Lui, e non Alan Moore, è il responsabile della rivoluzione del fumetto di inizi anni 80, una rivoluzione che ha iniziato qualche anno prima, insieme a Dave Cockrum (RIP) prima e John Byrne poi.
    Senza di lui saremmo tutti più poveri.
    Ed ogni volta che sento un detrattore di quel suo periodo degli X-Men, non posso fare a meno di pensare che di fumetto conosca e probabilmente capisca poco. Oppure è uno sfegatato fan DC, quindi peggio per lui.

    Commento di devero | 8 dicembre 2012

  2. Esistono detrattori dei suoi X-Men???

    Commento di tanabrus | 8 dicembre 2012


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: