La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Zetsuen no tempest


Anime tratto da un manga ancora in corso pubblicato su Monthly Shonen Gangan.
E anime che, abbinato a Sons of anarchy, mi fa venire voglia di rituffarmi in Shakespeare.

Già, perché per quanto l’anime sia shonen e ci siano combattimenti, magia, drammi e personaggi atipici e interessanti, il tutto è intriso di un certo non so che di Shakespeariano fin dal titolo, questo Zetsuen no Tempest, L’esplosione della tempesta.
Titolo che richiama subito alla mente La tempestaProspero

E cosa scopriamo nel primo episodio dell’anime?

Che in segreto, nel mondo, vivono persone dotate di poteri magici. Questi poteri derivano da un patto fatto con l’Albero della genesi, che concede i poteri in cambio della difesa della logica del mondo.
Difesa contro l’albero di Zetsuen, il cui risveglio (senza che si sia risvegliato anche l’altro albero) porterebbe alla rovina il mondo intero.

La cosa è fumosa, lo so, ma al momento (settimo episodio) ancora non si hanno avute chiare spiegazioni.
L’unica cosa certa è che Hakaze Kusaribe, la principessa del clan, è stata vittima di un colpo di stato guidato da Samon.  Rapita, drogata, e abbandonata su un’isola deserta, senza possibilità di fuga.
Mentre Samon si dedica al risveglio dell’albero di Zetsuen, radunando i suoi frutti (il cui risveglio ha come conseguenza il trasformare in statue di metallo tutte le creature viventi in un raggio di svariate decine di km… il governo giapponese risponde come al solito con un’invidiabile efficienza, dichiarando le zone in quarantena e sigillandole).

Ricorda qualcosa la situazione di Hakaze? Maga, tradita, abbandonata su un’isola…

 

Ma comunque Hakaze riesce a combattere.
Invia un messaggio in una bottiglia, un messaggio magico, una sorta di walkie-talkie. Affidandosi alla fortuna e all’albero che la protegge.

E chi va a raccogliere il messaggio?
Mahiro, il nostro Amleto.
Ricco di famiglia, sprezzante del pericolo, forte e arrogante, scontroso. Sempre isolato, sempre temuto, sempre invidiato.
Mahiro che da tempo ha deciso di vivere per una sola cosa, la vendetta. Vendetta contro i misteriosi individui che hanno barbaramente ucciso sua sorella Aika, distruggendo il suo mondo e rendendogli impossibile vivere una vita normale.
Mahiro accetta di combattere il clan di Hakaze, in cambio del suo aiuto nello scoprire gli assassini e nel farli fuori.
Vive per la vendetta, e solo per la vendetta.

Ma non è da solo.
Al suo fianco c’è il suo unico, riottoso amico.
Yoshino. Costretto da piccolo a fare amicizia con lui dalle circostanze, alla fine è diventato a suo modo legato a Mahiro.
Ma dove Mahiro è irruento, Yoshino è cauto e riflessivo. Mahiro è arrogante, Yoshino è silenzioso e tende a ignorare tutto e tutti.
Ma è intelligentissimo, ed è il nostro Romeo.
Infatti ha avuto per diverso tempo una storia segreta con Aika. Segreta perché nessuno dei due poteva permettere a Mahiro di scoprirlo.
Mahiro che era il fratellastro di Aika.
Mahiro che ne era attratto senza comprendere bene i suoi stessi sentimenti, Mahiro che non capiva cosa voleva ma che non avrebbe accettato che lei stesse con qualcuno.
E quindi la relazione clandestina, gli incontri furtivi, i baci rubati. Mentre alla luce del sole Yoshino spalleggiava Mahiro nelle sue avventure, e veniva deriso da Aika.
Yoshino che comprende pienamente il desiderio di vendetta, ma non ne è consumato. Riesce a pensare razionalmente, stringe alleanze, cerca di guardare oltre la guerra imminente. Di capire le cause. Di capire come sia possibile che tutto sia così collegato, che gli assassini di Aika siano stati maghi del clan di Samon, che lei sia dovuta morire senza che il mondo sia andato in frantumi, senza che la logica sia stata infranta.

Yoshino intende in qualche modo sopravvivere alla vendetta, anche se sta vivendo fingendo di avere ancora una ragazza, e fissando lo schermo del suo cellulare che è una foto di Aika.
Mahiro invece che probabilmente spera di annullarsi nella vendetta, di scomparire una volta ottenuto ciò che il suo cuore brama più di ogni cosa.

 

Abbiamo Prospero, Amleto e Romeo.
Le loro interazioni sono interessantissime.
Per esempio, lo scambio tra Mahiro e Yoshino nel passato, quando Mahiro tentava di trovargli una ragazza, magari inconsciamente cercando di tenerlo lontano da Aika:

Yoshino: Hey… seriamente, devi smetterla con queste cose. E’ deprimente.
Mahiro: Che diavolo? E io che tentavo di trovarti una ragazza.
Yoshino: Chi te lo ha chiesto?
Mahiro: Sembri sicuro di te. Non pensavo potessi trovarne una da solo, visto come sei…
Yoshino: Una ragazza non è qualcosa che trovi solo perché ne vuoi una. Incontri qualcuno che ti piace, e vuoi passarci tutto il tuo tempo insieme. E’ per questo che vuoi che sia la tua ragazza, giusto?

Neanche a dirlo, per quanto ammiri la sfacciataggine di Mahiro, mi identifico molto più in Yoshino, che si tiene in ombra, che ragiona, che pensa. Che complotta, pure, accordandosi con i militari per tentare di distruggere il clan magico e salvare il mondo.
Ha una visione più ampia e realistica delle cose, pur essendo Romeo, non è accecato dagli istinti nei propri ragionamenti e nelle proprie decisioni come invece avviene a Amleto, che rifiuta di vedere la verità dietro l’amico.

E in tutto questo, poco a poco scopriamo sempre più cose sulla principessa, su Prospero.
Che potrebbe anche essere, in realtà, il male maggiore, con i suoi enormi poteri e il suo legame con l’Albero della Genesi…

Devo ammettere che questo è il migliore tra gli anime autunnali che sto seguendo, l’unico di cui aspetto realmente ogni episodio.

23 novembre 2012 - Posted by | Setsuen no Tempest |

2 commenti »

  1. Concordo, bellissimo anime. Il migliore della stagione autunnale.

    Commento di Romy | 20 gennaio 2013

  2. Purtroppo la seconda stagione mi sta cadendo enormemente, troppo “teen” e poca profondità… si è ripreso un poco nelle ultime puntate, col focus sui sentimenti di Yoshino, ma per ora valutazione negativa. 😦

    Commento di tanabrus | 26 febbraio 2013


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: