La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Il cammino di un mago


Terzo volume della Storia di Geswha Olers, serie cominciata sulla carta con due editori differenti e poi traslata in digitale, completamente gratuito, per volere dell’autore.
Il libro è scaricabile qui

Ritroviamo il personaggio di Nargolìan, l’amico di Geswha Olers.
Geswha, diciamolo subito, da questo libro è totalmente assente. Compare solo tramite qualche lettera scambiata con l’amico, tramite le quali capiamo bene o male che questo terzo libro è più o meno parallelo al secondo volume della serie.

Il libro è incentrato esclusivamente su Nargolìan, sulla sua scelta di diventare un mago e sul suo cammino, il suo percorso di crescita.
E’ l’allievo di uno dei maghi più potenti del regno, Asshar, ma si sente frustrato.
Da un lato vorrebbe che il suo maestro gli insegnasse incantesimi più potenti e lo considerasse di più, dall’altro è lui il primo a non avere la minima stima verso se stesso e a ritenersi un fallimento continuo.

Questo malgrado il mago stesso lo reputi molto promettente per la magia e rapidissimo nell’apprendimento.
Senza contare che sembra ritenerlo legato a qualcosa di più di tutto questo, il suo destino sembra davvero legato indissolubilmente a quello dell’amico Geshwa e la crescita dei due ragazzi pare rivestirà un ruolo fondamentale nella futura sconfitta del male.

Un male che intravediamo tramite le visioni che lo stupefatto ragazzo comincia ad avere: una marea che travolge tutto (e che ammetto, mi ha ricordato vagamente Abarat), torri nere che spuntano dalla terra… tutto questo mentre Nargo si ritrova a bruciare le tappe, mandato prestissimo da Asshar in missione per accedere al ruolo di Apprendista.
Una missione temibile, avventurarsi in un antico bosco per catturare le chimere sfuggite dal serraglio di un mago malvagio che già abbiamo incontrato.
Il mago è stato sconfitto, ma qualcuno ha portato via le sue creature liberandole in questo bosco un tempo abitato dagli elfi e teatro di una delle più grandi guerre di sempre tra il bene e il male.

Così un terrorizzato Nargolìan è costretto ad avventurarsi nel bosco in compagnia di un mago potente e ambiguo che pare si limiterà a osservare il suo svolgimento del compito, senza aiutarlo.
E le chimere sono bestie feroci e pericolosissime: conigli voraci, insetti giganteschi e letali, mostri enormi e inarrestabili, gorilla potenziati, babbuini dall’intelligenza umana, basilischi… ma nel bosco c’è anche altro.
Una misteriosa entità malvagia sta facendo morire il bosco stesso, una presenza misteriosa terrorizza tutti gli animali e fa tremare l’intero bosco al suo passaggio, un guerriero verde pedina Nargo, e lo steso Nargo finirà con l’avere un’avventura nel regno degli gnomi, collegandoci direttamente con la visita tra gli gnomi che avevamo fatto con gli Olers nel primo libro.

Alla fine del libro abbiamo un Nargolìan ancora immaturo e impaurito, certo, ma comunque molto maturato sul piano caratteriale.
Sopratutto abbiamo la consapevolezza di uno strano potere latente dentro di lui, qualcosa che Asshar sembra sospettare, la cosa che lo renderebbe speciale.
Conosciamo meglio il Consiglio della Magia, assaporandone brevemente i giochi di potere e le personalità di spicco.
Veniamo a sapere degli affascinanti Feromanti, e visitiamo rapidamente la capitale del regno, dai nomi marinareschi, che dà l’impressione di una gigantesca nave pronta a salpare per chi sa dove.
Conosciamo meglio anche i maghi stessi, e la Nebbia Bianca. Che pare essere, stando ad Asshar, la Presenza stessa del mago che si deteriora nel tentativo di piegare la Creazione al proprio volere, contro la sua stessa natura. Il che causa la sterilità del mago, il motivo per cui non può prendere moglie e frequentare donne.

Ecco, come puntualizzato dal Guerriero Verde, questo non mi sembra molto chiaro.
Qual’è il legame tra sterilità e non frequentare donne? Il fine di un legame è solamente quello riproduttivo, e tolta questa funzione viene meno la necessità del legame? O si ritiene che una donna rifiuti di non avere figli?
Il Guerriero non capisce questa autoimposizione dei maghi, e Nargolìan è del suo stesso parere: finalmente, divenuto Apprendista e avendo ormai superato la missione, il ragazzo è maturato abbastanza da poter chiudere il cerchio iniziato nelle prime pagine del libro, andando dalla ragazza che ormai  sogna, con l’intento di dichiararsi senza fare più figure ridicole e senza più fuggire.

Un libro piacevole, una sorta di libro di formazione relativo a Nargolìan.
Niente di speciale, ma un buon secondo libro in un’ipotetica trilogia classica.
Tecnicamente, si potrebbe individuare una linea di lettura alternativa per la saga:
Storia di Geshwa: libri 1, 2, 4
Storia di Nargob: libri 1, 3
Storia di Geshwa Olers: tutti i libri in ordine.

11 settembre 2012 - Posted by | Valenza Fabrizio

4 commenti »

  1. Cavolo, il tuo riassunto mi ha fatto venire i brividi ;-D

    Commento di Fabrizio Valenza | 11 settembre 2012

  2. Ora ho due-tre libri in coda, poi toccherà a Geshwa con il Passo 🙂

    Commento di tanabrus | 11 settembre 2012

  3. Se puoi, lascia un voto 🙂

    Commento di Fabrizio Valenza | 12 settembre 2012

  4. Ora, non c’entra molto col post in questione ma visto che tu ne sai sicuramente più di me volevo chiederti: ma The Republic of Thieves è uscito alla fin fine? Su ibs mi dice che è uscito nel 2011 mentre su amazon non me lo dà disponibile, il che è piuttosto strano. E poi com’è che non l’hai ancora letto se è già uscito?:D

    Commento di Munky | 12 settembre 2012


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: