La torre di Tanabrus

Did you miss me?

X-Factor

E alla fine è successo.
Grazie anche, probabilmente, al nuovo maxievento megacrossover AVX, (Avengers versus X-Men… in palio i destini di Scarlet, Hope e della Fenice) per la prima volta da più di dieci anni sono tornato da un viaggio mensile dallo spacciatore senza aver preso Gli incredibili X-Men, la prima testata che avessi mai comprato e che ho sempre comprato, fedelmente, malgrado gli abissi nei quali a volte era precipitata.
Ma quando è troppo, è troppo.
La divisione in due gruppi con il nuovo Ciclope psicopatico e idiota che guida i pezzi grossi sull’Isola Bersaglio, Wolverine che si improvvisa pacifico professore ricostruendo la Scuola e venendo messo sotto scacco da un gruppo di bambini pieni di soldi.
Cable in procinto di ricomparire.
Personaggi snaturati, scelte troppo stupide per essere accettate.
L’ultima ciliegina, il trattamento riservato a Sinistro. Dopo aver distrutto Magneto, sono risuciti a ridicolizzare anche il vecchio genetista britannico. Complimenti.
E quindi, addio anche ai mutanti.

Tranne eventualmente dei cicli interessanti, ma niente più testate con più serie. Almeno, non per un bel po’.

L’eccezione potrebbe essere, a seconda delle storie, questo X-Men deluxe.
Il numero 208, per esempio, contiene sei mesi di X-Factor di Peter David.
Una delle poche serie mutanti meritevoli, al momento. Continua a leggere

Annunci

21 agosto 2012 Posted by | comics, X-Men | Lascia un commento