La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Kuroko no basket


Si tratta di un anime sulla pallacanestro, iniziato ad aprile.
Questa prima stagione dovrebbe essere di 25 episodi (di cui 15 già andati in onda), ed è tratto dall’omonimo manga giunto al 18° volume

Seguiamo le vicende della squadra di basket del liceo Seirin, una scuola modesta e recente che a Tokyo lotta per arrivare alle fasi finali del torneo.
Ma in questa Tokyo, lo scorso anno ha lasciato la scuola media la Generazione dei miracoli.
Un gruppo di studenti che, insieme, hanno vinto tutto per tre anni, in assoluto i più forti del loro anno.

Adesso, arrivati al liceo, ognuno di questi fenomeni è andato a una scuola differente, mosso anche dal desiderio di confrontarsi con gli ex-compagni e di dimostrarsi il migliore.

Ma c’era anche un sesto giocatore della generazione dei miracoli. Il giocatore fantasma, Kuroko.
Un ragazzo basso e fisicamente nella media, se non al di sotto. Privo di talento.
Ma è talmente insignificante, e talmente esperto nel non farsi notare, da essere letale sul campo di basket: sfugge alle marcature, sorprende gli avversari, li inganna e sfodera passaggi rapidissimi e precisissimi, senza nemmeno guardare.

La storia si basa su di lui e sul suo nuovo compagno di squadra, Kagami, un potente marcatore che è il complemento ideale per le giocate di Kuroko, mentre cercano di portare al vertice la loro squadra affrontando una dopo l’altra le squadre che adesso schierano gli altri membri della generazione dei miracoli, a partire dal Mimo Kise.

 

Chiariamo subito una cosa: questo anime non ha niente a che spartire con Slam Dunk.
Gli manca la sua epicità, la caratterizzazione dei personaggi, la tragicità, lo spessore.
Se lo paragoniamo all’anime incentrato su Sakuragi, dopo due episodi molliamo la visione di questo anime e tanti saluti.

Ma è una storia diversa.
E’ più leggera e divertente, in un certo senso. Si prende meno sul serio.
E’ più simile a Capitan Tsubasa, volendo, dove invece Slam Dunk era più rassimilabile a Rocky Joe.
Quelli erano realistici, questi invece sono più iperbolici, più assurdi, più incentrati sul puro itnrattenimento.

Così abbiamo il ragazzo invisibile che nessuno nota, e che dal nulla compare nel campo e sciorina passaggi no-look rapidissimi.
Abbiamo il modello che con una sola occhiata copia qualunque mossa vista sul campo di basket.
Abbiamo il playmaker con l’occhio d’aquila, in grado di cambiare prospettiva di visuale e di osservare il campo dall’alto pur essendo lui stesso in campo.
Abbiamo una squadra che gioca usando arti marziali per ridurre i movimenti superflui e la fatica fisica.
Abbiamo un tiratore che non sbaglia mai un canestro, nemmeno tirando da sotto il proprio canestro.

 

Lo Shohoku era tutta un’altra cosa, certo. E vi rimarrò sempre affezionato.
Ma ammetto che anche questo non è male, a patto di non aspettarsi chissà cosa.

Annunci

21 luglio 2012 - Posted by | Anime, Kuroko no Basket

5 commenti »

  1. Slam Dunk…un capolavoro

    Commento di M.T. | 22 luglio 2012

  2. Vero. Una pietra miliare, l’opera di paragone per qualunque opera successiva riguardante il basket.

    Commento di tanabrus | 22 luglio 2012

  3. Se vuoi un’altra serie sul basket alla Capitan Tsubasa, prova a leggere Harlem Beat.
    Di Inoue avevi letto anche qualche volume del bellissimo Real, ma usciva ogni millemila anni e alla fine ci ho rinunciato.

    Commento di memmuz | 23 luglio 2012

  4. Oltre, vabbè, a Dash Kappei – Gigi la trottola 😀

    Commento di memmuz | 23 luglio 2012

  5. Harlem Beat?
    Lo proverò, grazie 🙂

    Commento di tanabrus | 23 luglio 2012


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: