La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Lo Scisma e gli X-Men


Qualche tempo fa mi è stato chiesto di parlare degli X-Men, dato che da un po’ sembravo snobbarli.
Approfitto della fine di Scisma e della nascita della nuova testata Wolverine & gli X-Men per tornare a parlare di quello che è capitato ultimamente ai discendenti di quell’universo meraviglioso che era il mondo mutante scritto da Chris Claremont (ma anche, in seguito, dal figlioccio Lobdell…)

Le crepe all’interno degli X-Men sono presenti da molto tempo.
Da quando Ciclope ha cominciato a smettere di essere Scott Summers per vestire i panni dell’intrepido leader e prendere il posto di un Charles Xavier ormai caduto in semi-disgrazia dopo i pasticci Danger (in cui si scopre che la Stanza del Pericolo era in realtà un’intelligenza aliena tenuta in schiavitù dal prof) e Vulcan (dove invece scopriamo un nuovo fratello Summers reclutato nel corso della prima genesi e mezzo, con una squadra sconosciuta di X-Men mandati al salvataggio degli X-Men originali su Krakoa e finiti tutti uccisi, più o meno… poi in realtà un paio si sono salvati, per puro culo, sopravvivendo per anni su un asteroide, rimasuglio di Krakoa scagliato in orbita dall’esplosione).
E ancora nessuno ha tirato in ballo il suo vecchio amore per la piccola Jean Grey!

Comunque, Ciclope ha preso a fare il Capo.
E ha cominciato a inanellare decisione errate una dopo l’altra, tra scelte tattiche e trattamento delle altre persone.
Le perle sono state due: la scelta di portare tutti i mutanti sopravvissuti -specie in via d’estinzione odiata da tutti e prossima allo sterminio- in un unico posto, Utopia, isola creata sui vecchi resti dell’asteroide M e fondata su una colonia di Atlantidei.
Tutto bello, certo, peccato che così ci sia un bersaglio perfetto per i nemici dei mutanti.
Il lato buffo è che è la stessa cosa che aveva provato a fare Magneto  in passato, venendo ostacolato proprio dai soldatini di Cyke. Ironia della sorte!
L’altra grande falla dei suoi piani è stata X-Force.
Una serie molto bella, certo, e con ottime ragione d’esistere. Ma che va contro tutto ciò che gli X-Men sono sempre stati.
E proprio la scoperta di un gruppo segreto di X-Men dedito all’omicidio come metodo per risolvere i problemi ha causato un primo scisma nel gruppo, con la reazione non proprio contenta di vecchie glorie come Tempsta, Colosso, Nightcrawler prima di morire e Bestia che se ne va direttamente.

E poi seguono manie da Dio sceso in terra, decisioni unilaterali, soprusi.
Il potere gli sta dando alla testa, e lui non sembra minimamente in grado di gestire il tutto.

La cosa assurda è che alla fine della miniserie Scisma (orrenda… in pratica il club Infernale accoglie un nuovo membro, un ragazzino che con la morte dei genitori ha ereditato fabbriche di Sentinelle. E che in brevissimo tempo crea una paranoia mondiale antimutante, stermina la cerchia interna, prende a calci gli X-Men e li umilia. Scott in tutto questo ignora il consiglio di Wolverine di farla fuggire, e lascia libertà di scelta a una ragazzina mutante di quattordici anni della squadra di Hope su cosa fare. E lei finisce con l’uccidere degli sgherri del Club, risultandone mentalmente distrutta) è Wolverine a prendere a calci Ciclope. Wolverine rinfaccia a Ciclope di stare trasformando i bambini in soldati, che solo gli adulti dovrebbero combattere sapendo cosa stanno scegliendo. Che dovrebbero tornare a essere una scuola.
Ciclope invece gioca a fare il papà di Cable (conseguenza della presunta morte di Nathan?) e il generale in tempi di guerra, dichiara che tutti devono combattere ora che è in gioco la loro sopravvivenza, e gli dice che chi vuole andare può andarsene tranquillamente (a quel paese).

Segue lo scisma, e la nascita della nuova testata (che sarà pro-Wolverine, mentre nella vecchia testata ci saranno le serie pro-Ciclope… un po’ come con i Vendicatori. Bleah).

Diverse scelte obbligate per la divisione dei membri, qualche scelta un po’ forzata.
La mia idea?
Teoricamente la scelta di Scott è la migliore, la più in linea con i tempi.
Ma Scott sbaglia ogni possibile scelta logistica e tattica. Non regge la pressione.
Dovrebbe far guidare i mutanti da Xavier, da Magneto, da Wolverine. Non certo da lui, non in queste condizioni. Non ne è in grado, semplicemente.

Quindi su Utopia rimarranno i suoi X-Men (e guarda te chi si ritrova… a parte Tempesta che rimane per carità, c’è Colosso\Fenomeno, Magneto, Namor, Danger, Doctor Nemesis. Parte dei Nuovi Nuovi Mutanti. I vecchi Nuovi Mutanti, tranne Sam. E il gruppo di Hope, che essendo stata addestrata da Cable non saprebbe nemmeno come comportarsi a scuola, lei preferisce campi di battaglia, addestramenti e guerre.

Da Wolverine invece arriva la vecchia guardia, chi crede che la svolta presa non vada nella direzione giusta.
Bestia fa da apripista, ovviamente, e gongola come un bambino nell’apprendere la notizia. Dalla gioia tira fuori una struttura futuristica per la scuola, tecnologia shi’ar e aliena.
Che rischia già di essere distrutta, in quanto come da copione alla visita dell’ispettore per l’istruzione tutti i possibili problemi vengono a galla, compreso l’arrivo corredato da attacco del piccolo Re Nero del club Infernale.

Francamente… questa storia del nuovo miniclub infernale è talmente ridicola che fa passare tutte le altre stupidaggini in secondo piano.
C’è un minimo di interesse per vedere cosa succederà coi due gruppi, ma sfugge il senso di isolarsi su un’isoletta a due passi da S. Francisco con un bersaglio grosso come una casa sulla schiena, così come sfugge il senso di una scuola quando non esistono più giovani mutanti (e quelli che arrivano se li pappa Hope).
Sfugge il senso del cercare il ridicolo a ogni costo con Wolverine e Kitty presidi impacciati e con Xavier che decide di starsene in disparte, troppa fatica gestire una scuola.
Sfugge il senso di Namor che resta con gli X-Men perché attratto da Emma, di Magneto che rimane agli ordini di Ciclope.
Sfugge, e temo non sia un problema di profondità delle trame, ma proprio di assenza delle stesse…

Alla fine, l’albo migliore è stato lo speciale su Generation Hope, con l’evoluzione dei membri del gruppo della rossa, la loro stessa comprensione di quanto la sua vicinanza li cambi, di quanto si ritrovino dipendenti da lei.
Il suo potere li ha aiutati, certo, ma li ha anche legati indissolubilmente a lei.
Ci sono i primi malumori, ci sono inaspettati evoluzioni (come nel caso del primitivo), ci sono nuove relazioni che paiono quasi pronte a sbocciare.
Una serie interessante.

Da notare come ultimamente le serie interessanti siano Generation Hope, X-Force, X-Factor, magari anche i New Mutants con le loro operazioni di pulizia dei vecchi casini degli X-Men.
Ma non ci siano le testate degli uomini X tra le serie interessanti.

Peccato, davvero peccato..

Annunci

12 giugno 2012 - Posted by | comics, X-Men

17 commenti »

  1. Mammamia… Ero davvero curioso di sapere cosa era successo negli ultimi 2 anni e leggo che le cose sono addirittura peggiorate da Necrosha e Secondo Avvento! A sto punto, piuttosto che vedere così gli x-men, preferirei che chiudessero davvero le testate, anche se il mio è un sogno che non s’avvererà mai.
    Piange davvero il cuore leggere certe cose su una serie che ho seguito per 15 anni ininterrottamente…

    Commento di Munky | 13 giugno 2012

  2. La serie di Wolverine è stata volutamente creata con l’idea di farne una serie leggera, è per questo che ci hai trovato (e ci troverai) più scene comiche che tristi. L’idea credo sia quella di un tuffo nel passato, ai tempi dell’arrivo di Kitty Pryde e dintorni, quando le trame erano serie ma il tono riusciva a mantenersi leggero gran parte del tempo. Se ben gestita potrebbe essere molto buona come serie.
    In quanto a Namor e Magneto… il primo non resta per Emma (ma è convinto che Emma resterà per lui), ma perché sotto Utopia c’è Nuova Atlantide, dove mai potrebbe andarsene? Magneto invece è ancor più normale che resti, Ciclope sta facendo esattamente quello che avrebbe voluto fare lui centinaia di volte, con gli X-Men a impedirglielo, mentre Wolverine sta andando a fare quello in cui lui non ha mai creduto (salvo la breve parentesi da preside dei Nuovi Mutanti finita in disastro).

    Commento di CMT | 13 giugno 2012

  3. Oddio, come “ridicolezza” siamo quasi ai livelli della storia di X-Force (o erano ancora Nuovi Mutanti?) con l’Uomo Impossibile…
    Non sto certo a sminuire l’importanza della comicità, ci mancherebbe altro!, è solo che al momento non vedo la serietà che le stà alle spalle. Certo, si tratta solo del primo numero, ma proprio per questo mi sarei aspettato una sorta di “manifesto” su cosa attendersi dalla serie.
    Battutine, scenette più tragiche che comiche, e il baby re nero che fa tanto supercattivo dei cartoni animati.

    Namor sta in zona per Nuova Atlantide, certo, ma sta facendo in modo di sostenere l’isola da quando ha rischiato di affondare.
    E se lo fa, se si abbassa a stare sotto Ciclope, è per Emma che ancora pensa di poter rendere la sua regina.
    Un po’ ricorda alcuni pretendenti di Ororo…

    Magneto sta con Ciclope a causa dell’alzheimer, stop.
    Ciclope sta facendo quello che avrebbe voluto fare lui? Nemmeno sotto droga Erik si sarebbe comportato in maniera così idiota!
    Quando aveva creato Avalon aveva deciso di starsene fuori dalla Terra, in orbita, pronto a rispondere al fuoco di chi lo avesse osato attaccare. Era il vero Messia mutante, idolatrato da una personcina come Exodus (ecco, Exodus al posto di Ciclope l’avrei visto benissimo… ci avevo anche sperato, a un certo punto!).
    Ciclope invece si è limitato a nascondere tutti i mutanti su uno sputo di roccia che è il miglior bersaglio del mondo, a due passi da una città. Vuole mostrare i muscoli ma poi non colpisce. Si atteggia e subisce.
    Non sa decidersi tra un Magneto, un Apocalisse, uno Xavier.
    Non è certo un caso se degli X-Men gli è rimasto solo Arcangelo, immagino, con Psylocke al seguito.
    O Colosso con dentro Cyttorax.

    La storia di Magneto dimostra quanto sia sbagliato pensare di poter convivere con gli umani come nazione a sé stante.
    Il suo più grande trionfo, Genosha riconosciuta come nazione sovrana e mutante, si è trasformato nel genocidio mutante scatenato dalla gemella del Pacifista per eccellenza.
    E Genosha era enorme, popolata da milioni di mutanti.
    Utopia è uno sputo tenuto insieme con la colla e posto sulla schiena di una tartaruga che nuota nel cosmo sostenuta da quattro atlantidei. Esiste da pochissimo e già è stata attaccata facilmente da chiunque abbia voluto attaccarla.
    Se non era difendibile Genosha, Utopia è un potenziale campo di sterminio volontario.
    E Cyke se ne frega, impossibilitato a intraprendere azioni decise alla Magneto o alla Apocalisse, ma ormai incapace di fidarsi della via di Xavier.

    No, l’unico finale che accetterei per questa trama sarebbe Magneto che lobotomizza Cyke e prende possesso di Utopia, richiamando Exodus e portando nello spazio tutti i mutanti desiderosi di vivere in pace.
    E promettendo l’apocalisse e lo sterminio dell’umanità se una sola persona nel mondo alzerà una mano contro un mutante mentre questi si radunano e se ne vanno.

    Commento di tanabrus | 13 giugno 2012

  4. Vabbe’, io mica ho detto che Ciclope sta facendo quello che voleva fare Magneto _come_ voleva farlo Magneto 🙂
    Ho detto solo che ideologicamente Ciclope si è spostato verso la filosofia di Magneto (che poi la gestisca alla Ciclope, ovvero con l’abilità di una mozzarella, è un altro discorso), mentre Wolverine va in direzione diametralmente opposta per cui è normale che Magneto non segua lui.

    Commento di CMT | 14 giugno 2012

  5. Non dico che Magneto debba andare da Logan, ci mancherebbe altro!

    Ma anche che se ne stia buono sotto Ciclope, dai, non esiste… spodestalo!

    Commento di tanabrus | 14 giugno 2012

  6. Eh, in un mondo normale se Magneto spodestasse Ciclope tutti lo porterebbero in trionfo. ^_^ Nel mondo Marvel, tutti gli darebbero contro e sarebbe al punto di partenza.

    Commento di CMT | 17 giugno 2012

  7. Povero ciclope, è sempre stato odiato da tutti. Persino nei film ha fatto una brutta fine. e dire che nell’idea di Lee ma anche di Claremont doveva essere il più abile e saggio stratega del panorama.
    X-Force comunque a me piace.I personaggi che ci hanno messo sono i più interessanti e carismatici tra quelli di “secondo piano”, tolto Wolverine.
    Ma senti invece, quei titoli che ho letto un po’ dovunque tempo fa della serie “X-Men contro Avengers”?

    Commento di Ema | 18 giugno 2012

  8. AVX, Avengers vs X-Men.
    Incentrato, pare, su Hope e sulla Fenice.
    Dovrebbe essere in corso in America, o al limite finita da pochissimo. Ci vorrà un po’ prima che arrivi qui (ma a pelle mi sa didattica trovata commerciale e basta)

    Commento di tanabrus | 18 giugno 2012

  9. Ci sarà una ragione se tutti lo odiano 😉
    AvX credo sia ancora in corso, e sì, essenzialmente è una boiata commerciale

    Commento di CMT | 18 giugno 2012

  10. Ma guarda, quando era l’intrepido capo, il paladino dei mutanti al fianco della Madre Teresa Jean Grey, non mi dispiaceva (periodo.. Lobdell?)
    E non mi dispiaceva, alla fin fine, nemmeno quello che si era tolto dalle palle Claremont con l’aiuto di Maddie Pryor e lo storico scontro con una Tempesta priva di poteri.

    Questo però non lo reggo minimamente neppure io 😀

    Commento di tanabrus | 18 giugno 2012

  11. Parlando di Wolverine, com’è la storia che lo vede all’inferno?

    Commento di M.T. | 29 dicembre 2013

  12. Ho smesso da tempo di seguirli, ormai erano riusciti a stancarmi 😥

    Commento di tanabrus | 29 dicembre 2013

  13. Mi sa allora che bisogna rifarsi alle storie vecchie

    Commento di M.T. | 29 dicembre 2013

  14. Senza dubbio… 😦

    Commento di tanabrus | 29 dicembre 2013

  15. E dire che con l’Iniziativa della Gazzetta di bei volumi a un buon prezzo ce ne sarebbero…se però poi le storie non meritano…

    Commento di M.T. | 30 dicembre 2013

  16. Non so che libri abbiano messo, ma le storie recenti sono deludenti e quelle vecchie sono già state usate da Repubblica…

    Commento di tanabrus | 30 dicembre 2013

  17. Se vuoi farti un’idea del piano dell’opera ti metto un link: http://xmenworld.forumcommunity.net/?t=55419241&st=45

    Commento di M.T. | 31 dicembre 2013


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: