La torre di Tanabrus

Did you miss me?

29 maggio 2012


Di nuovo, oggi la terra ha tremato.
E ancora.
E ancora.

Mi sembra inutile e fuori luogo provare a parlare d’altro, in momenti come questi.

Io sono fortunato, trovandomi distante dalle zone disastrate.
E malgrado questo, malgrado le due grandi scosse le abbia avvertite come un leggerissimo tremolio e i monitor oscillanti, ho passato la giornata con un occhio al materiale che poteva tremare in caso di scossa, attento a eventuali movimenti trasmessi dal pavimento alla mia sedia.
La collega con gli occhi lucidi e l’apprensione crescente.

Twitter aperto in maniera pressoché costante, temendo gli aggiornamenti che poi ci sono purtroppo stati, ma con la necessità di sapere cosa fosse accaduta, come stessero le persone che conosco. Il tentativo di fare qualcosa di minuscolo, pur così lontano, reinoltrando le informazioni utili che recuperavo.
Una puttanata, ma la mente era lì e non ne uscivo.

Ora si tirano i conti.
16 morti, un disperso, migliaia di sfollati.
Decine di migliaia di persone che dopo l’ultima decina di giorni vivrà nella paura costante, e come darle torto?
Il timore che il tutto possa capitare nuovamente, e ancora e ancora.

I volontari che partono subito, la solidarietà che si mette nuovamente in moto.
A proposito, inviate un sms al 45500.

E anche gli aspetti negativi, tra sciacalli, informazioni false diffuse in rete, gente che usa il terremoto per farsi pubblicità. Ma non voglio parlare di queste persone.

Preferisco pensare a chi ha subito il terremoto: gli sfollati, la gente impaurita, le persone morte per il crollo degli edifici.
E si, il fatto che questi edifici fossero spesso luoghi di lavoro e siano subito crollati in testa agli operai aggiunge bile alla bile.

29 maggio 2012 - Posted by | Uncategorized

8 commenti »

  1. Io sono veramente preoccupato, perché Verona è a soli 80 chilometri dalle zone terremotate, e ci sono stati crolli anche a Mantova che dista solo 40 chilometri da me. Qui non si capisce questo benedetto fronte fin dove arrivi, pare a Modena, il che vuol dire che se c’è una forte scossa a nord di Modena, noi ci finiamo dritti in mezzo. Di certo non dormiremo tranquillamente, qui a Verona.

    Commento di Fabrizio Valenza | 29 maggio 2012

  2. E ti credo… 😦
    Azz, non sapevo fossi così vicino a quelle zone, la mia geografia è abbastanza creativa.
    Speriamo non ci siano altri grossi movimenti là sotto 😦

    Commento di tanabrus | 29 maggio 2012

  3. Guarda, non abbiamo mai sentito terremoti così forti, qui

    Commento di Fabrizio Valenza | 29 maggio 2012

  4. Dicevano che arrivava fino a Modena, ma anche che non c’erano certezze, a parte il fatto che il sottosuolo si sta caricando d’energia e che sono molto probabili altre scosse, ma non hanno voluto dire le aree d’interesse. Di certo è che non ci sono certezze e si vive non sapendo quando sarà il prossimo colpo e chi sarà a essere colpito. Sembra d’essere su una polveriera.

    Commento di M.T. | 30 maggio 2012

  5. Abiti anche te nell’area? 😦
    Leggevo degli articoli ieri sera, la cosa brutta è che non si può sapere se le scosse sono dovute a movimenti dovuti alla stessa causa (placche che si muovono e spiingono) o se ieri e sabato scorso sono stati due eventi slegati tra loro e totalmente casuali.
    Sperando nell’ultima ipotesi, visto che altrimenti le scosse potrebbero continuare a lungo 😦

    Commento di tanabrus | 30 maggio 2012

  6. Pure dalle mie parti, ieri, le scosse sono state violente. Niente danni ma ci hanno fatto abbandonare gli uffici e tornare a casa. Oggi siamo di nuovo al lavoro ma…

    Commento di Glauco | 30 maggio 2012

  7. Sono a una trentina di km da Bologna, verso l’Appennino. Le scosse si sono avvertite, ma niente danni per ora: si spera che non peggiori. Si sta sempre sul chi vive…

    Commento di M.T. | 30 maggio 2012

  8. Vi sono vicino, ragazzi… per fortuna oggi la situazione è stata calma (anche se ho letto di diverse scosse più deboli, stanotte). Speriamo continui così!

    Commento di tanabrus | 30 maggio 2012


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: