La torre di Tanabrus

Did you miss me?

Lo specchio di Dio


Terzo libro che leggo dell’autore tedesco Andreas Eschbach, e questa volta la fantascienza si fonde con l’epoca moderna, la fantarcheologia, l’investigazione. Un misto tra il Moorcock di INRI e le tematiche più alla Dan Brown.
Solo che qui la storia e la scrittura sono buonissime, al contrario di certi altri libri. E non mi riferisco al papà di Elric.

Il libro comincia in maniera abbastanza lenta, a Gerusalemme.
Una spedizione archeologica molto vasta, ben organizzata. Dove a un certo punto, qualcuno scopre qualcosa, e il direttore degli scavi chiama subito sul luogo il ricco magnate che patrocina la spedizione, sigillando l’area e mantenendo il più totale silenzio su ciò che è stato trovato.

Ma il giovane appassionato che ha effettuato la scoperta, un giovane arricchitosi grazie all’informatica, che passa il tempo inseguendo i propri hobbies tra esplorazioni e spedizioni archeologiche, non ha intenzione di arrivare per secondo alla verità, e comincia a indagare per conto proprio.

Perché l’oggetto ritrovato nella catacomba vecchia di duemila anni è incredibile: racchiuso nel sacchetto di stoffa sepolto insieme a un cadavere c’era un sacchetto di plastica, con dentro il manuale di istruzioni di una videocamera.
E una volta appurato che non si tratta di uno scherzo, né che si tratta di un omicidio recente, le domande che affiorano sono tantissime.

E così il miliardario che ha finanziato gli scavi chiama chi ritiene possano essere gli esperti nel settore, incluso uno scrittore tedesco di fantascienza, mentre le sue guardie del corpo diventano una milizia privata che controlla tutta l’area degli scavi.
Contro di loro, il giovane ricercatore indaga per conto suo, forte di un paio di fogli scritti a mano trovati nel sacchetto e rimastigli casualmente tra i reperti ancora da catalogare. Che chiede l’aiuto di due amici, una giovane collega israeliana nello scavo e il suo fratello, che lavora al museo.

Le scoperte si sussuegono rapide, a partire dal fatto che il manuale si riferisce a una videocamera innovativa che è ancora in progettazione e che non uscirà sul mercato prima di alcuni anni al fatto che la carriera dell’archeologo che guida la spedizione ha molte ombre, gettando più di un sospetto sulla credibilità della scoperta.

Abbiamo uno scrittore di fantascienza che si scopre scettico e archeologi che credono fermamente al viaggio nel tempo.
Un magnate delle televisioni che cerca affannosamente quello che potrebbe essere nientemeno che un video di Gesù Cristo.
Due ragazzi israeliani che tremano al pensiero di cosa il video potrebbe scatenare, e significare per la loro storia e le loro tradizioni.

Storie che si intrecciano con quella di un prete cattolico di periferia a Gerusalemme, con quella di un devoto operaio messicano, con quella di un’antica comunità religiosa che vive nel deserto del Sinai, con quella del Papa.
E con quella del Battista, un oscuro figuro che senza titoli ufficiali gode di enormi poteri nella Chiesa Cattolica.
La versione moderna dell’antica Inquisizione, che infatti si pronuncia in un discorso che pare uscito dalle pagine di Dostoevsky sul Grande Inquisitore.

 

Una storia davvero bella, ho avuto spesso il timore che seguisse le orme di INRI e invece prende la sua direzione discostandosi dal viaggio nel tempo ipotizzato da Moorcock. E insegnando a certi altri scrittori come si dovrebbe gestire una storia di questo tipo.

Annunci

24 Mag 2012 - Posted by | Eschbach Andreas

Al momento, non c'è nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: